Processo a Scientology

31/12/2012 – La procura belga pronta a citarla a giudizio con le accuse di estorsione e truffa 

Alcuni la definiscono un’organizzazione religiosa, altri una sorta di setta. Ma molti, compresa la procura belga che sta per citarla a giudizio, la ritengono un’associazione criminale. Nuovo processo in vista per Scientology, dopo la sentenza storica con cui, lo scorso anno, la Corte d’appello francese l’aveva condannata per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e circonvenzione di incapaci. Questa volta, dopo lunghi anni battaglia legale, sono stati i pubblici ministeri federali in Belgio – dove non è riconosciuta come religione – a credere di avere abbastanza prove per condannare l’organizzazione fondata da Ron Hubbard. Le accuse, come spiega l’Huffington Post, sono quelle di estorsione, truffa, violazioni della privacy e pratica illegale della medicina.

LE ACCUSE – Dopo un’inchiesta durata ben sei anni, i pm sono pronti a citare in giudizio la filale belga della setta americana: un’organizzazione che opera in Belgio dal 1974, come centro  finanziario e logistico con cui sono legate tutte le filiali europee.”La decisione arriva dopo anni di indagine, in seguito alla denuncia presentata da parte del Servizio di mediazione del lavoro nella regione di Bruxelles”, si legge in una relazione pubblicata da News Fiandre. Accuse finite nella scrivania del giudice istruttore Michel Claise, che ha ordinato le indagini sulla Chiesa di Scientology locale nel 2008. Adesso le prove sono tali da poter avanzare la richiesta di rinvio a giudizio. L’obiettivo è quello di riconoscere l’organizzazione come criminale. E i suoi “santoni” dei veri truffatori.

DIFESA – L’accusa di costituire un’organizzazione criminale è un punto di svolta, considerato come in precedenza si fosse perseguita la strada che interpretava Scientology come una setta. Un’altra inchiesta, avviata nel 1997, si è arenata per mancanza di prove. Questa volta potrebbero essere fatali all’organizzazione le denunce dei servizi regionali del lavoro. Scientology avrebbe proposto a volontari e membri contratti di lavoro, che li impegnavano però ad aderire al credo della setta, come ha raccontato un testimone. La Chiesa di Scientology, che ospita il suo quartier generale europeo a Bruxelles, si è subito difesa dalle accuse, parlando di ”un attacco alla libertà di religione che sta diventando un processo per eresia”, così come si legge in un comunicato pubblicato dalla filiale belga della chiesa. Teme un’azione legale che potrebbe essere paralizzante per il gruppo, simile a quello del 2009, in Francia, quando la filiale francese di Scientology fu condannata per frode da un tribunale di Parigia una multa di quasi 900.000 dollari. Un condanna poi confermata in Appello lo scorso febbraio.

ALTRI PAESI – Oltre al caso francese, diversi sono stati negli anni i guai giudiziari per la setta. In Italia – dove Scientology non è riconosciuta dall’ordinamento giuridico come confessione religiosa – si ricordano alcune condanne per truffa e abuso della professione medica e pubblicità ingannevole. Anche la Germania non riconosce Scientology come una fede e nel 1997 un  rapporto del ministero dell’Interno ha descritto l’agenda dell’organizzazione e le sue attività come “caratterizzate da obiettivi che sono fondamentalmente e permanente rivolti ad abolire il libero ordine democratico”.

di Alberto Sofia

Fonte: Giornalettismo

http://www.giornalettismo.com/archives/683029/processo-a-scientology/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...