I “preppers” continuano a crescere in America

5 febbraio 2013

TMNews – Contrariamente ad alcune previsioni, la fine del mondo non si è verificata nemmeno lo scorso dicembre. Eppure, la comunità dei ‘prepper’, costituita dalle persone che si preparano ad affrontare gli eventi catastrofici, continua a crescere, anche a New York. Un paio di settimane fa, racconta il New York Times, quaranta persone si sono date appuntamento per una riunione, per raccontare le proprie esperienze e mostrare il proprio equipaggiamento: pentole, maschere antigas, tende, asce, candele, walkie-talkie, radio e torce a energia solare. Persino una trappola per topi, se proprio non si dovesse trovare altro da mangiare. Il crescente interesse per questa comunità e per le idee che i suoi membri condividono deriva dalla constatazione che i ‘prepper’ non sono persone che credono alla fine del mondo, che si rinchiudono in un bunker in attesa dell’Apocalisse. Sono cittadini integrati nel tessuto sociale, sono dottori, insegnanti, vigili del fuoco, che vogliono farsi trovare pronti in caso di disastri naturali o finanziari. E a New York, i kit di sopravvivenza sono andati a ruba prima dell’arrivo dell’uragano Sandy, tre mesi fa. Proprio Sandy – come Katrina nel 2005 e gli attentati dell’11 settembre 2001 – ha contribuito a far conoscere i ‘prepper’ come persone capaci di una risposta pragmatica in caso di necessità, e non come una setta in attesa del crollo della nostra civiltà.

Vale la pena aggiungere, ricordiamo noi dell’Osservatorio Apocalittico, che tra i preppers “ben integrati nel tessuto sociale” c’era anche Jimmy Lee Dykes, il veterano della guerra del Vietnam che qualche giorno fa ha ucciso il conducente di uno scuolabus in Alabama prendendo come ostaggio un bambino di cinque anni. Solo ieri, in un blitz delle forze dell’ordine, Dykes è stato ucciso e l’ostaggio liberato, all’interno i un bunker costruito sotto la sua abitazione, dove l’uomo aveva ammassato scorte di cibo e acqua.

 

Fonte: Osservatorio Apocalittico

http://www.osservatorioapocalittico.it/?p=2526

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...