Giappone/ Tokyo ricorda attacco a gas nervino a metropolitana

20/03/2013

L’attentato fu compiuto 18 anni fa da membri setta religiosa

Giappone/  Tokyo ricorda attacco a gas nervino a metropolitana

Tokyo, 20 mar. Il Giappone ha commemorato il 18esimo anniversario dell’attacco al gas nervino alla metropolitana di Tokyo con una serie di cerimonie e di tributi floreali in onore delle 13 persone che persero la vita. “Diciotto anni sono passati ma il ricordo di quel giorno è ancora vivo”, ha dichiarato Shizue Takahashi, il cui marito, che era un funzionario della metropolitana, fu una delle due vittime della stazione di Kasumigaseki, situata nel distretto amministrativo di Tokyo. L’attacco chimico del 20 marzo 1995, che provocò anche l’intossicazione di 6.300 persone, è considerato il più grave attentato terroristico in Giappone dalla Seconda guerra mondiale. “Sento ancora lo shock come se fosse accaduto ieri”, ha aggiunto dopo che lo staff della metropolitana ha osservato un minuto di silenzio intorno alle 8, l’ora in cui si produsse l’attacco.

L’attentato fu compiuto da cinque membri della setta religiosa dell’Aum Shinrikyo, che fonde credenze buddhiste e induiste, su ispirazione del fondatore Shoko Asahara. I cinque  dispersero il gas nervino nei treni e nelle stazioni della metropolitana di Tokyo. Tredici membri di Aum, fra cui lo stesso Shoko Asahara, sono stati condannati a morte a seguito dell’attacco. Affetto da un grave deficit alla vista, Asahara, aveva sviluppato una vera e propria ossessione per il gas nervino

 

Fonte: Il Mondo

http://www.ilmondo.it/esteri/2013-03-20/giappone-tokyo-ricorda-attacco-gas-nervino-metropolitana_221453.shtml

4 pensieri su “Giappone/ Tokyo ricorda attacco a gas nervino a metropolitana”

  1. Terribile. Ricordo che al tempo in cui accadde l’attentato stavo guardando il telegiornale, il Tg1 mi pare, e
    rimasi letteralmente sconvolto. In quel periodo nemmeno sapevo che esisteva la parola “setta”, nemmeno mi
    rendevo conto. Poi ho avuto anche io i miei guai in famiglia con una setta dai quali sono uscito grazie
    a questo tipo di opera informativa a cura di siti internet come favisonlus e cesap.net, assieme ad una buona
    dose di caparbietà da parte mia: quella ci vuole sempre.

    1. La ringraziamo sentitamente per le sue considerazioni. Occorre indubbiamente tanta tenacia per elaborare i propri vissuti dolorosi e superare le situazioni traumatiche nelle quali si è incorsi o che hanno riguardato in prima persona i nostri cari. B. Fillaire nel suo breve ma accurato saggio titolato LE SETTE, opportunamente osservava al riguardo che “una cosa è uscire da una setta, altra cosa è fare uscire la setta da sé”.
      Cordialità e a presto.

  2. Grazie della risposta ho verificato su Amazon per saggio su Bernard Fillaire ma dice che non e’ disponibile. Sa se si trova da qualche parte su internet?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...