Operazione Circe: arrestati maga e consorte per circonvenzione, estorsione e truffa

2/05/2013

Alba, arrestati falsa maga e consorte per truffa, circonvenzione d’incapace ed estorsione

I reati sono stati commessi in un appartamento nel centro storico della città

I carabinieri della Compagnia di Alba, al termine di un’articolata indagine, hanno arrestato una falsa maga e suo marito per una serie di reati (truffa aggravata, circonvenzione d’incapace ed estorsione) commessi in un appartamento del centro storico dove ricevevano e raggiravano i loro clienti.
I particolari dell’operazione denominata “MAGA CIRCE” saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà domani mattina ad Alba.

Fonte: CN

http://www.targatocn.it/2013/05/02/leggi-notizia/argomenti/cronaca-1/articolo/alba-arrestata-falsa-maga-e-consorte-per-truffa-circonvenzione-dincapace-ed-estorsione.html#.UYKb_RhH6Rg

Alba: manette per una falsa maga e il coniuge

L'”Operazione Circe” dei militi dell’Arma verrà illustrata domani in una conferenza stampa


Giovedì 2 maggio 2013

I Carabinieri della Compagnia di ALBA, al termine di un’articolata indagine, hanno arrestato una falsa maga e suo marito per una serie di reati (truffa aggravata, circonvenzione d’incapace ed estorsione) commessi in un appartamento del centro storico dove ricevevano e raggiravano i loro clienti. I particolari dell’operazione denominata “MAGA CIRCE” saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa tenuta dal Cap. Nicola RICCHIUTI (C/te Compagnia CC di ALBA) domani mattina venerdì 3 maggio 2013 ore 11.00 presso la caserma sede del Comando

Fonte: IDEA News

http://www.ideawebtv.it/cronaca/7396-alba-manette-per-una-falsa-maga-e-il-coniuge

 

 

Aggiornament0 3/05/2013

Pozioni magiche, amuleti e oltre 100 mila euro per curare la depressione: finiscono in carcere una sedicente maga di Alba e il marito per truffa ed estorsione

I carabinieri di Alba invitano a chiunque riconoscesse i due ad andare in caserma a raccontare la loro disavventura e di non rivolgersi a falsi maghi ma a medici e seri professionisti

Tiziana Romeo (44 anni) e suo marito, Ion Boboc (46 anni)
M_110a8a8c78

Raggirava le sue vittime e prospettava la guarigione da depressione e situazioni ‘difficili’ offrendo amuleti e pozioni e chiedendo in cambio cifre elevatissime. La sedicente maga di Alba Tiziana Romeo (44 anni) e suo marito, Ion Boboc (46 anni) sono finiti in carcere nei giorni scorsi in seguito alle indagini dei Carabinieri della Compagnia di Alba coordinati dal Capitano Nicola Ricchiuti, che li hanno colti in flagrante mentre si facevano pagare da una delle loro ‘vittime-cliente’. I due resteranno in cella con l’accusa di concorso in truffa aggravata, estorsione e circonvenzione d’incapace fino a quando l’attività investigativa non sarà conclusa.

Tutto è cominciato oltre due anni fa quando un’imprenditrice agricola di Alba, in preda ad un momento di grave sconforto e tristezza, ha deciso di rivolgersi ad una specialista ‘sensitiva’ che le era stata suggerita da una ‘guaritrice’ di Asti. La donna, 50enne titolare di un’azienda vitivinicola dell’albese, ha quindi cominciato le sue ‘sedute’ con la sedicente maga che la riceveva in un appartamento di via Provvidenza 15 ad Alba oppure per strada, in piazza Monsignor Grassi davanti alla Curia Vescovile. La Romeo, indicando un percorso ‘terapeutico’ prescriveva così pozioni, filtri, preghiere e amuleti che avrebbero garantito la guarigione dalla depressione e il benessere immediato per l’intera famiglia della donna, chiedendo in cambio cospicue somme di denaro in contante, dai 500 ai 5000 euro. Il tutto con la ‘collaborazione’ di un altrettanto sedicente ‘guru indiano’, che altri non era se non il marito stesso della falsa maga, Ion Boboc, macedone in ‘arte’ detto Indi’.

Complessivamente l’imprenditrice avrebbe versato alla coppia oltre 100mila euro, sempre in contanti, fino a quando le sue risorse economiche non si sono esaurite. A questo punto da parte della coppia di ‘sensitivi’ sono scattate le minacce di morte per la donna e il marito, danni all’azienda (avevano minacciato di dare fuoco al capannone) e avvertimenti sulla salute dei figli (e infatti uno di loro era stato aggredito da cinque romeni mentre era in una discoteca di Asti). E loro stessi avevano suggerito alla donna di cominciare a rubare in casa dei figli oro e oggetti preziosi per pagare le sedute e allontanare le negatività imminenti.

Inoltre i coniugi, fino a questo momento incensurati, si facevano consegnare anche assegni in bianco che tenevano come ostaggio nel caso in cui la donna non fosse riuscita a pagare in contati le sedute. Assegni che però i due incassavano ugualmente, guadagnando due volte sulla pelle della vittima. E proprio i sospetti sui movimenti bancari della vittima hanno spinto i figli della donna a convincerla di denunciare il tutto ai Carabinieri di Alba che, in accordo con la Procura di Alba, hanno iniziato l’operazione denominata ‘Maga Circe’. E grazie alle intercettazioni telefoniche ed ambientali, hanno arrestato i due mentre si facevano consegnare l’ennesima tranche di denaro.

Gli uomini dell’Arma, che in casa dei due hanno trovano numerosissime fototessere che fanno immaginare ad un grosso giro di clienti nella zona di Alba, suggeriscono l’allerta: chiunque riconoscesse marito e moglie e avesse avuto a che fare con loro, dovrebbe farsi forza e andare a raccontare tutto in caserma. Affinché questa brutta storia possa essere chiusa e per evitare che altri sprovveduti vengano raggirati da falsi professionisti anziché rivolgersi a medici o psicologi.

La vicenda, che in effetti potrebbe avere altri strascichi, aveva interessato anche Striscia la notizia e il P.M. Donatella Masia sta acquisendo i filmati da Mediaset per valutare il giro d’affari dei due

Fonte: CN

http://www.targatocn.it/2013/05/03/sommario/lavoro-in-provincia-di-cuneo/leggi-notizia/argomenti/cronaca-1/articolo/pozioni-magiche-amuleti-e-oltre-100-mila-euro-per-curare-la-depressione-finiscono-in-carcere-una-s.html#.UYPH6xhH44c

 

NOTA: Sul noto blog Medbunker  c’è un rinvio a questa pagina. Opportunamente l’autore del blog, il dott. Salvo Di Grazia evidenzia l’assurdità dell’espressione  FALSA MAGA, (che implicherebbe la “categoria” di maghi veri). Abbiamo pertanto provveduto alla cancellazione del termine ripreso dal titolo dell’articolo pubblicato da targtocn e ci scusiamo vivamente con tutti i lettori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...