ARCHIVI 2013. Culti abusanti e lobby pro-settarie. La pratica della disinformazione e dell’oltraggio

Il fenomeno settario come volontà di manipolazione sulla sfera politica

Dicembre 2013

Si riporta di seguito, la libera traduzione a cura Favis onlus, di un importante e prezioso intervento di Georges Fenech, (Deputato del Rodano, già magistrato, ex presidente della Miviludes e presidente del gruppo di studio sulle sette all’Assemblea Nazionale francese), tenuto nell’ambito di una recente conferenza organizzata dalla MIVILUDES, che pone in luce come i culti abusanti e i loro apologeti, intervengano sistematicamente  per influenzare la classe politica, i media e l’opinione pubblica, anche attraverso campagne aggressive e oltraggiose nei confronti di chi è attivamente impegnato  a contrastarne l’azione denunciandone le attività illecite, sensibilizzando la popolazione sul fenomeno settario e sui rischi connessi e fornendo assistenza e supporto alle vittime e alle famiglie. Così come in Francia, anche nel nostro paese si assiste da tempo a un’ampia e reiterata azione di discredito dai toni marcatamente diffamatori in danno di soggetti istituzionali, di realtà associative onlus e dei loro rappresentanti, della Squadra antisette della Polizia di Stato (SAS), ovvero di chiunque operi in questo specifico settore, a tutela dei soggetti maggiormente vulnerabili, e in generale nell’interesse di tutti i connazionali.

 Il fenomeno settario come volontà di manipolazione sulla sfera politica

Convegno MIVILUDES sul tema: manipolazione mentale al centro delle derive settarie: Una minaccia per la democrazia?

 Intervento di Georges Fenech

Signor Presidente della Miviludes, caro Serge Blisko, caro André Frederic, Vice-Presidente della Camera dei rappresentanti del Belgio,
Sig. Senatore, Alain Milon, Presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta del Senato dedicata  alla influenza dei  movimenti à carattere settario nel campo della salute,
Signor  Capo maȋtre des requêtes al  Consiglio di Stato, Didier Ribes,
Avvocato generale Signora Marie-José Aube-Lotte,
Signor Gauthier, Ispettore generale per l’Educazione Nazionale,
Dottor Laurent Chambaud, Ispettore generale per gli Affari Sociali

Dottor  David Zagury, esperto presso i Trìbunali,
Professor Gérald Bronner,
Signore e Signori Presidenti del mondo associativo,
Signore e Signori,

E’ per me un grande onore e un grande piacere partecipare ai vostri lavori sul tema  ” manipolazione mentale al centro della derive settarie ” e ” la minaccia le derive settarie alla nostre democrazie “. La vostra presenza la grande evidenza che la mobilitazione non scema quando si tratta di difendere gli abusi dei diritti umani, in particolare contro le persone vulnerabili , commessi sotto la maschera pseudo-religiosa . Il 12 giugno 2001 , 12 anni fa, fu approvata all’unanimità dal Parlamento la legge che istituì  il reato di manipolazione mentale come “abuso fraudolento di debolezza “, e tengo a salutarne il relatore Catherine Picard  al cui nome è collegato quello del senatore Nicolas About .

Il mio  intervento verterà particolarmente sul “fenomeno delle settario come volontà di controllo sulla politica”. Fortunatamente, la classe politica è a tutt’oggi esente dal fenomeno settario. Non ho mai incontrato un eletto nazionale o anche eletti locali appartenenti a una movimento settario o impegnati nel proselitismo settario. Si deve riconoscere tuttavia che il controllo, direi piuttosto l’influenza del movimento settario sui politici sia esercitato in modo permanente, a volte apertamente, ma più spesso in maniera insidiosa e subdola. Questo è ciò a cui dobbiamo stare attenti, a questa lobby pro-settaria che agisce nell’ambiente politico, accademico e mediatico. Tutta la storia della lotta anti-sette francese è contrassegnata dalla volontà delle organizzazioni settarie di esercitare sul mondo politico e i decisori in generale, dell’amministrazione o della giustizia, un’influenza per ostacolare la lotta contro le loro devianze cercando di atteggiarsi come vittime di discriminazioni .

Questa influenza nel campo politico nel senso più ampio del termine obbedisce a una vera strategia sia a  livello nazionale che internazionale .

I – L’influenza della lobby filo-settaria a livello nazionale
Quando le politiche francesi sono regolarmente criticate per la loro presunta intolleranza da quelli che la lobby filo-settaria chiama falsamente, “nuovi movimenti religiosi “, quando la Miviludes viene tacciata di essere una organizzazione liberticida , quando i funzionari francesi impegnati nel combattere le sette sono attaccati personalmente, e perfino trascinati dinanzi ai giudici, la prima reazione è stupore!  La Francia , patria dei diritti umani, sarebbe improvvisamente diventata refrattaria alla libertà di religione ? La nostra Repubblica attaccata alla laicità da oltre un secolo sarebbe affondata in un anticlericalismo d’altra epoca? Si è compreso: in realtà ogni occasione è buona per i movimenti settari e i loro apologeti per portare il dibattito sul piano del diritto alla libertà religiosa e invertire i ruoli  presentandosi come vittime. Così è stato durante le 3 commissioni d’inchiesta parlamentare dell’Assemblea Nazionale dedicate al fenomeno settario nelle sue varie dimensioni e durante l’ultima inchiesta del Senato dedicata alla salute.
Posso testimoniarlo personalmente poiché dal 2006 ho presieduto la commissione d’inchiesta dedicata a ” l’influenza delle derive settarie sulla salute fisica e mentale dei minori “, e voglio elogiare il lavoro del Presidente Serge Blisko come membro di questa commissione. Quello che non abbiamo sentito caro Serge: recriminazioni come “spreco di denaro dei contribuenti “, “indagine fasulla ” secondo Scientology, “caccia alle streghe ” secondo la CAPLC, “creazione di una politica di discriminazione ” secondo CICNS, ” slittamento sleale ” secondo i Testimoni di Geova. La validità del nostro lavoro in anticipo non è stato contestato. Siamo stati accusati di ” minoranza di eletti militanti” influenzati dalla testimonianza di persone di organizzazioni estranee o di apostati considerati come rinnegati parziali e vendicativi . Questa strategia di denigrazione è stata orchestrata anche contro molti parlamentari e responsabili politici , come Alain Vivien , Catherine Picard , Jean – Pierre Brard , Alain Gest , Jacques Myard tra gli altri. Tutti hanno ben retto e hanno portato a termine la loro compito , ciò nonostante le vessazioni procedurali destinate a screditare, a far tacere  o talvolta, a far sparire l’avversario. Sì , ho detto proprio “sparire” .
Si ricorda che in effetti il CAPLC aveva denunciato  ADFI Nord e UNADFI ai fini dello scioglimento. L’alta corte aveva logicamente respinto il ricorso il 13 dicembre 2005. Si comprenderà che queste manovre giudiziarie eseguite contro tutti gli attori della lotta anti- derive settarie, anche se alla fine falliscono, vengono utilizzate per tentare di paralizzare l’azione delle istituzioni e delle associazioni e di fingersi vittime di un repressione ingiusta e pregiudizievole per la libertà di religione. Questo è il motivo per cui possiamo dire che le sette esercitano una forma di influenza dissuasiva sulla classe politica. Il compianto Jacques Miquel, presidente della CCMM, un giorno mi confidò che le spese processuali per difendersi rappresentavano la maggiore voce di spese nel bilancio dell’associazione.  Ma la deterrenza giudiziaria non è che una procedura di una gamma d’azioni settarie per cercare di invertire l’azione politica. Altri mezzi vengono utilizzati, più audaci e aggressivi.

La CAPLC era anche arrivata a distribuire a tutti i membri della commissione d’inchiesta sulle sette e i minori un lussuoso libretto dal titolo: “anomalie di una commissione parlamentare d’inchiesta”.informazione pubblica

Chi non ha avuto fra le mani anche un altro opuscolo altrettanto lussuoso titolato ” Sette: un non-problema “, con in copertina niente meno che la facciata dell’Assemblea Nazionale! Chi non ha mai ricevuto il giornale di Scientology << Etica e Libertà >> distribuito in migliaia di copie, in particolare a personaggi politici, e contenente attacchi personali al fine di stigmatizzare una presunta intolleranza.  “Calunniate , calunniate,  resterà  sempre qualche cosa” . Questa è la famosa “propaganda nera”, creazione di Lafayette Ron Hubbard fondatore di Scientology. Vorrei aggiungere che spesso questi tentativi di destabilizzazione politica si accompagnano a un tentativo di manipolazione dei media orchestrato su larga scala. Ma dobbiamo felicemente congratularci che i media, anch’essi spesso presi di mira, non rimangono ingannati e al contrario cercano di diffondere il lavoro dei parlamentari e della Miviludes, contribuendo così alla informazione pubblica. Un’altra strategia di attacco va qui ricordata, quella dell’influenza esercitata nell’ostentare cause nobili  al fine di deviare l’attenzione e acquisire una forma di rispettabilit. Si tratta della difesa dei diritti umani , degli aiuti umanitari, la lotta contro la fame e le discriminazioni, la tossicomania e le violenze. Nasi posticci, in realtà, per ingraziarsi un’élite benpensante a discapito delle potenziali vittime, che si tratta di trasformare.

Così alcune grandi sette internazionali hanno dato lustro a se stesse con grande pubblicità nel campo umanitario . In tempi di crisi sanno come mobilitarsi in breve, abbordare vittime, senza scrupolo,  e  tenere loro un discorso compassionevole. Uno dei primi ad aver giocato sul registro umanitario è stato il fondatore di Scientology, Lafayette Ron Hubbard . Nello sviluppo della teoria dei “mercanti di caos ” che sarebbero in grado di generare un universo pericoloso, ha proposto i suoi specifici metodi per proteggersi.

Da allora , le sette umanitarie intervengono in ogni occasione, ad esempio come durante le inondazioni nel sud della Francia nell’autunno del 1999 , nella regione di Parigi dopo la tempesta del 26 dicembre del 1999, nel settembre 2001 all’indomani degli attentati del World Trade Center quando Scientology  ha dispiegato i suoi grandi mezzi: raccolta fondi per stampare milioni di copie della sua pubblicazione la Via della Felicità , mettere a disposizione i “ministri Volontari ” per aiutare i vigili del fuoco e gli agenti di polizia sul luogo , pubblicità delle sue edizioni e workshop “gratuiti “, attuazione di un sito web specifico del Comitato Cittadino sui Diritti dell’Uomo ( CCDU ), conosciuto in Francia sotto il nome di Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ( CCDU ) molto attivo peraltro per denigrare la psichiatria .

Ma gli scientologist non sono gli unici a giocare abilmente sul registro. Si possono infatti citare gli sforzi impiegati da Meditazione trascendentale per attirarsi la simpatia dell’opinione pubblica. Questa organizzazione, il cui sponsor principale è il regista David Lynch , fu molto presente sui luoghi degli attentati del World Trade Center e lanciò un appello per fondi con clamore pubblicitario sulla stampa , attraverso  The endowment found con l’obiettivo di coinvolgere migliaia di meditatori al fine di alleviare la società da tutto quanto di negativo ci sarebbe in essa. Anche un’emanazione della setta, il Natural Law Party, nota in Francia per aver presentato dei candidati alle elezioni politiche (1993 e 1997 ), ed europee ( 1999), sotto il nome di Partito della Legge naturale , ha aderito a questa campagna .
Stesso scenario si è ripetuto in Francia, quando , dopo l’esplosione della fabbrica AZF di Tolosa, sono stati distribuiti da Scientology volantini che proponevano un servizio di assistenza telefonica per aiutare gentilmente ad alleviare le angosce , o quando nella periferia francese , dopo i disordini dell’autunno 2005, alcune organizzazioni settarie non hanno esitato ad affermare a gran voce i meriti della loro azione a favore del ritorno alla calma. Nel 2010, il terremoto di Haiti fu l’occasione per l’attore John Travolta , ambasciatore mondiale di Scientology , di ostentare il suo altruismo. Atterrando a Port- au -Prince , ai comandi del suo Boeing carico di materiale, è volato, alla maniera di  Hollywood, per aiutare le vittime attorniato da  Ministri Volontari di Scientology , ben visibili nella loro maglietta gialla con la croce di Scientology .

Nessuno potrebbe ovviamente contestare a delle organizzazioni qualunque esse siano, il diritto di aiutare il prossimo, ma approfittare dello stato di debolezza e vulnerabilità per imporre una ideologia fa risaltare un’impostura . Perché, accaparrandosi l’umanitarismo, le sette cercano una forma di rispettabilità . Militare per la pace nel mondo o in favore dei diritti umani, o lottare contro i danni della droga , ecco gli impegni lodevoli. Le sette l’hanno capito bene ed oggi investono pesantemente in questi campi sia apertamente sia più spesso dissimulandosi dietro a delle organizzazioni, con l’aspettativa di ricadute positive in termini di reclutamento e di immagine .

Onorevoli colleghi , dobbiamo rimanere vigili. Fino a quando in realtà queste dighe resisteranno ? Alcune recenti sentenze sono state sfruttate come una vittoria da parte di alcune organizzazioni di tipo settario , che bisogna riconoscere guadagnano terreno. Penso alla condanna <<fiscale>>  della Francia da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo colta dai Testimoni di Geova, penso ai milioni assegnati a titolo di risarcimento dalla stessa corte ai pochi seguaci ancora fedeli alla setta di Mandarom , e penso anche con rammarico al nostro più alto tribunale, il Consiglio di Stato ha appena confermato le condanne del Ministero della giustizia ( è una vergogna !), per aver rifiutato  ai Testimoni di Geova lo statuto di cappellano del carcere di stato. Vedete , onorevoli colleghi, la lotta che noi tutti conduciamo , ciascuno al proprio livello è tutt’altro che rose e fiori, ed è vero anche a livello internazionale dove le cose si complicano ancora di più.

 

II – L’influenza delle lobby pro- sette a livello internazionale

Le  strategie d’influenza delle sette passano in particolare dalla strumentalizzazione di ogni spazio internazionale . Si tratta per essi di esprimersi là, non per reclutare , ma soprattutto per acquisire notorietà e rispettabilità , mentre screditano l’azione del governo francese .

Dietro la lotta per la libertà di religione e i diritti delle minoranze, le principali organizzazioni internazionali, la maggior parte di origine nordamericana nascono si pongono come vittime di discriminazione in  Stati come la Francia, il Belgio e la Germania . Così sono regolarmente criticati aspramente sulla scena  internazionale  il ruolo della Miviludes, i rapporti d’inchiesta parlamentari , alcune leggi come la legge About- Picard sulla manipolazione mentale. Ci si  rammarica che le organizzazioni settarie a volte siano riuscite a ottenere la fideiussione da istituzioni internazionali come le Nazioni Unite .
La signora Jahangir, relatore speciale sulla libertà di religione o di credo alla Commissione dei diritti dell’uomo delle Nazioni Unite ha appuntato la Francia dicendo: ” la politica e le misure adottate dalle autorità francesi hanno causato situazioni in cui il diritto alla libertà di religione o di coscienza dei membri di questi gruppi è stato indebitamente limitato “.  Ciò ci porta a raddoppiare i nostri sforzi per spiegare sia ai nostri partner europei che d’oltre Atlantico, che la Francia, paese della laicità, è rispettosa della libertà di fede ma ferma nei confronti di tutti i movimenti che si nascondono dietro alla maschera pseudo – religiosa per darsi a pratiche abusanti delle libertà individuali .

Vorrei in questo senso elogiare il ruolo degli ambasciatori e dei rappresentanti permanenti nelle sedi internazionali, che non lasciano passare alcuno di questi attacchi oltraggiosi. Ove necessario, essi non mancano di ristabilire la verità e scoprire la disinformazione. Questo è in particolare il caso della conferenza annuale a Varsavia dell’ Ufficio internazionale dei diritti dell’uomo, nel quadro dell’OSCE, al quale partecipa attivamente la Miviludes .

Nel concludere il mio intervento che è ben lungi dall’essere esaustivo , in ragione del tempo assegnatomi, ricorderò che il presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo , il francese Jean – Paul Costa ha detto nel 2000 :

Occorre che la Corte continui a proteggere efficacemente la libertà di coscienza e del pluralismo religioso, come sarà altrettanto necessario si dedichi agli abusi commessi in nome della religione o di pseudo-religioni che vestono il manto religioso per svolgere più tranquillamente nuove attività anche abominevoli
Vi ringrazio.

Consultare il documento in lingua originale, in formato pdf, qui

http://www.georgesfenech.fr/fenech/article.php?article=93

 

NOTA: Il sito internet della Missione interministeriale di vigilanza e lotta alle derive settarie, è visionabile qui:

http://www.derives-sectes.gouv.fr/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...