Bambino maltrattato in famiglia. Intervengono gli assistenti sociali del Csp di Novi Ligure che seguono anche il caso recente di due ragazzini tedeschi lasciati dalla madre presso la fondazione Sahaja Yoga di Cabella. La madre seguace della fondatrice del movimento si troverebbe in India. I bambini dopo l’intervento della magistratura, sono stati affidati alle cure del padre.

28 Marzo 2015

14enne maltrattato in famiglia, intervengono insegnanti e Csp

 
Quella frase riportata in un tema in classe non poteva passare inosservata. Una richiesta di aiuto che gli insegnanti del ragazzino autore del compito hanno saputo comprendere e trasmettere agli assistenti sociali del Csp di Novi Ligure, e da lì poi alla magistratura.
E così uno studente di 14 anni, che frequenta le scuole medie cittadine, ha smesso di subire i maltrattamenti e le violenze di cui era vittima nella propria famiglia e oggi vive in una comunità protetta. Csp, seguiti oltre 200 minori La vicenda è emersa durante l’ultima riunione della commissione consiliare Affari sociali. Il presidente del Csp Ippolito Negro ha illustrato ai consiglieri l’operato del consorzio dei servizi sociali nei confronti dei minori. Qualche numero relativo al 2014: 148 le istruttorie richieste dal tribunale, 22 gli affidi, 16 i ragazzi che vivono situazioni di disagio seguiti dal servizio di educativa, cui si aggiungono 33 minori disabili. E ancora: 11 i minori disabili inseriti in un laboratorio di socializzazione, 6 quelli ricoverati in strutture specializzate. Assunzioni bloccate, personale insufficiente, costi altissimi Gli assistenti sociali – solo 7, incaricati di monitorare un territorio dove vivono 74 mila persone – hanno anche svolto le necessarie istruttorie per l’adozione di 11 bambini. “Ci servirebbe più persone – ha detto Negro – Ma il patto di stabilità ci impedisce di assumere anche se abbiamo i conti in ordine”. Una cosa non facile, questa, se si considerano certi importi: “Ogni minore in comunità costa al Csp 40 mila euro all’anno”, ha fatto sapere Negro. L’anno scorso sono stati impiegati 132 mila euro; la previsione per il 2015 è più del doppio, pari a 277 mila euro. Il caso dei due bambini tedeschi Gli assistenti sociali del Csp sono stati anche coinvolti per il recente caso di due ragazzini tedeschi che erano ospiti della fondazione Sahaja Yoga di Cabella Ligure. I due fratelli sono infatti contesi tra i genitori separati. La madre – seguace della setta fondata da Shri Mataji – li ha portati via dalla Germania, trasferendosi in val Borbera. Poi però ha lasciato anche l’Italia (ora a quanto pare vive in India), ma i due figli sono rimasti a Cabella. Il padre ha quindi attivato la magistratura tedesca, che a sua volta tramite una rogatoria internazionale ha fatto intervenire le forze dell’ordine italiane. I bambini sono stati quindi prelevati e riaffidati al padre.
27/03/2015
Elio Defranie.defrani@ilnovese.info

FONTE: ALESSANDRIA NEWS

http://www.alessandrianews.it/cronaca/enne-maltrattato-famiglia-intervengono-insegnanti-csp-106161.html

NOTA: Shri Mataji Nirmala Devi, fondatrice del movimento internazionale Sahaja Yoga era nata in India nel 1923. A Cabella Ligure aveva acquistato palazzo Doria ed eletto la sede internazionale della sua organizzazione religiosa. La donna chiamata  “madre” o”veneranda madre” dai seguaci, aveva ricevuto nel 2006 la cittadinanza onoraria dal comune di Cabella. Shri Mataji Nirmala Devi è deceduta nel 2011. Fuoriusciti dall’organizzazione descrivono tuttavia  il movimento come un culto manipolativo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...