COMUNITA’-SETTA IL FORTETO. Accertare responsabilità politiche attivando commissione parlamentare d’inchiesta. L’annuncio e la promessa di Stefano Mugnai, candidato di Fi alla presidenza della Regione Toscana ed ex presidente della Commissione Regionale d’inchiesta sugli abusi sui minori e il rinnovato impegno di Sergio Pietracito, presidente dell’Associazione delle Vittime, a far piena luce sulla vicenda

27 Maggio 2015

 

Sul Forteto, accertare responsabilità politiche

Una commissione di inchiesta sulle responsabilità politiche del caso Forteto. E’ la promessa elettorale del candidato di Forza Italia alla presidenza della regione

Stefano Mugnai

 

“Nei miei primi 100 giorni di mandato con l’onorevole Deborah Bergamini chiederemo l’attivazione di due nuove commissioni d’inchiesta sul Forteto, una regionale e una parlamentare, per indagare sulle responsabilità politiche e istituzionali che hanno creato terreno favorevole al generarsi dell’orribile vicenda di abusi sui ragazzi affidati al Forteto. E’ una pagina ancora tutta da scrivere, e noi intendiamo farlo”. Lo ha annunciato oggi il candidato di Fi alla presidenza della Regione Toscana Stefano Mugnai, insieme al presidente dell’Associazione Vittime del Forteto Sergio Pietracito. Nella scorsa legislatura Mugnai ha presieduto la commissione di inchiesta del Consiglio toscano sul tema dell’affidamento dei minori e sul caso Forteto. Il candidato azzurro ha detto che dopo la sentenza del processo sul Forteto chiederà “l’attivazione delle due commissioni che dovranno far luce sul ruolo che la Regione ma anche molti altri enti locali, nonché il Tribunale per i minorenni, i servizi sociali, il mondo delle cooperative e larghe porzioni dell’intellighenzia non solo toscana, hanno avuto nel determinare come minimo una legittimazione culturale e ideologica a quella tana degli orchi”.

 

FONTE: TOSCANA TV

http://www.toscanatv.com/leggi_news?idnews=AA568068

 

Forteto, Mugnai (Forza Italia): “Accertare le responsabilità politiche”

Stefano Mugnai

«Nei miei primi 100 ogni di mandato con l’onorevole Deborah Bergamini chiederemo l’attivazione di due nuove Commissioni d’inchiesta, una regionale e una parlamentare, per indagare sulle responsabilità politiche e istituzionali che hanno creato terreno favorevole al generarsi dell’orribile vicenda di abusi sui ragazzi affidati al Forteto. E’ una pagina ancora tutta da scrivere, e noi intendiamo farlo»: lo ha annunciato oggi il candidato di Forza Italia alla presidenza della Regione Toscana Stefano Mugnai in una conferenza stampa a cui ha partecipato il presidente dell’Associazione Vittime del Forteto Sergio Pietracito. «La politica sapeva – ha ricostruito proprio Pietracito – e le istituzioni dovevano sapere, perché a carico dei vertici del Forteto c’erano sentenze che parlavano chiaro. Invece i bambini continuavano ad essere affidati lì. Ora io, come presidente dell’Associazione Vittime del Forteto, ho l’obbligo di dare risposte a quei bambini di allora e credo che lo Stato che li ha messi là dentro dovrà come minimo chiedere scusa». Sul Forteto è   nella sua fase finale il processo che vede alla sbarra per maltrattamenti e abusi il ‘Profeta’ Rodolfo Fiesoli, fondatore della comunità-setta, e 22 suoi fedelissimi…

 

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO QUI:

http://www.gonews.it/2015/05/27/vicchio-forteto-mugnai-forza-italia-accertare-le-responsabilita-politiche/

 

AGGIORNAMENTO 28 Maggio 2015

“C’ERANO SENTENZE PASSATE IN GIUDICATO”

Forteto, Pietracito (Ass. vittime): “Le istituzioni dovevano sapere”

“La politica sapeva e le istituzioni dovevano sapere, perché a carico dei vertici del Forteto c’erano sentenze che parlavano chiaro.

Invece i bambini continuavano ad essere affidati lì. Ora io, come presidente dell’Associazione vittime del Forteto, ho l’obbligo di dare risposte a quei bambini di allora e credo che lo Stato che li ha messi là dentro dovrà come minimo chiedere scusa”. Lo ha detto il presidente dell’associazione vittime del Forteto, Sergio Pietracito. “Le istituzioni avevano il compito di controllare se ci fossero dei precedenti – ha aggiunto – prima di gettare dentro il Forteto i bambini. E i precedenti c’erano perché c’erano delle sentenze passate in giudicato. Spero che si arrivi a una giustizia che però ha dei limiti oggettivi a causa delle leggi che abbiamo in Italia”.

 

FONTE: Il Sito di Firenze

http://www.ilsitodifirenze.it/content/909-forteto-pietracito-ass-vittime-le-istituzioni-dovevano-sapere

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...