CONFERENZA FECRIS 2015. La lettera inoltrata ai membri della Federazione Europea dei Centri di Ricerca e Informazione sul settarismo, dal deputato francese Rudy Salles, già relatore all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa del “Rapporto sulla protezione dei minori dagli eccessi delle sette”. 

In occasione della Conferenza annuale della Federazione Europea dei Centri di Ricerca e Informazione sul settarismo (FECRIS), tenutasi a Marsiglia il 16 maggio 2015, il deputato francese Rudy Salles, designato relatore all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa del “Rapporto sulla protezione dei minori dagli eccessi delle sette”, scusandosi per la mancata partecipazione, ha inoltrato una lettera ai partecipanti all’evento, di cui diamo di seguito comunicazione.

logo

 

Signore  e Signori,
vorrei poter partecipare a i vostri lavori, a cui sono stato invitato dalla sig.ra Daniele Müller Tulli, vicepresidente della FECRIS ( N.d.T.: attuale presidente Fecris)

Purtroppo i miei impegni non mi hanno consentito di unirmi a voi a Marsiglia.

Tenevo tuttavia a offrire la mia testimonianza, quella di un deputato che per 25 anni ha lavorato per il Parlamento francese nella lotta contro le sette. Questa questione è affrontata in Francia con responsabilità. Così, in tutte le commissioni d’inchiesta di cui ho fatto parte, i rapporti sono stati votati all’unanimità. È abbastanza inconsueto che questo avvenga. Ciò evidenzia il fatto che la lotta contro le sette è un argomento che raccoglie consensi nel nostro paese e che trascende i movimenti politici.

In compenso non immaginavo a che punto questo stesso soggetto potesse suscitare tante controversie in Europa. In qualità di membro della commissione Affari giuridici presso il Consiglio d’Europa, sono stato designato per preparare un rapporto sulla protezione dei minori contro le sette.

Un simile argomento avrebbe dovuto mobilitare tutti i parlamentari contemporaneamente interessati alla lotta contro i movimenti settari e soprattutto alla tutela dei minori. Non è stato così. Dalle prime audizioni, è emersa una grande differenza di interpretazione tra gli Stati membri del Consiglio. Alcuni parlamentari hanno espresso delle riserve circa il principio stesso del rapporto.

Altri sono arrivati a negare l’esistenza delle sette preferendo parlare di nuove religioni. Altri, infine, ignoravano tutto dell’argomento.

Man mano che i lavori procedevano, il clima si faceva più teso. La propaganda delle sette ha operato per muovere accuse contro il rapporteur. In effetti, essendo membro del Missione interministeriale di vigilanza e contrasto alle derive settarie, MIVILUDES, sono stato accusato di non essere imparziale. Delle targhette in quadricomia  sono state pubblicate per dare l’impressione che la libertà di pensiero era minacciata e che io ero un terribile liberticida. Questa campagna denigratoria ha dato i suoi frutti dal momento che, in ultima analisi, il rapporto non ha ottenuto la maggioranza richiesta.

Questa esperienza lascia l’amaro in bocca perché ero animato, come lo sono dopo tutti questi anni, dalla volontà di proteggere la libertà individuale contro tutte le influenze settarie di cui conosciamo gli effetti devastanti su numerose persone.

C’è dunque un grande lavoro da fare a livello europeo per aumentare la consapevolezza della realtà di questo flagello. Questo è tanto più indispensabile poiché l’Europa è un continente senza frontiere che dunque facilita lo sviluppo di alcune multinazionali settarie.

Abbiamo perso una battaglia, ma non ci arrendiamo  Altre ce ne saranno da affrontare in questo settore.

Noi saremo presenti “.

Rudy Salles

 

Libera traduzione a cura favisonlus

 

FONTE ORIGINALE : FECRIS – Federazione Europea dei Centri di Ricerca e Informazione sul settarismo

http://fecris.org/wp-content/uploads/2015/05/Salles_FR.pdf

 

 

NOTA: FECRIS – European Federation of Centres of Research and Information on Cults and Sects – created in 1994, serves as an umbrella organisation for associations which defend cult victims in more than 30 countries, including 5 non-European organisations. FECRIS is active at an international level with representation at the UN (ECOSOC).]

NOTA 2: Leggi anche il testo della lettera sottoscritta da studiosi e associazioni italiane di tutela dei minori e delle vittime di culti abusanti,  che fu inoltra al Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE),  in occasione della discussione del “Rapporto sulla protezione dei minori dagli eccessi delle sette”

https://favisonlus.wordpress.com/2014/04/02/rapporto-sulla-protezione-dei-minori-contro-gli-eccessi-delle-sette-lettera-degli-studiosi-e-delle-associazioni-italiane-al-presidente-dellassemblea-parlamentare-del-consiglio-deuropa-apce/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...