La denuncia alla Commissione reale australiana: i Testimoni di Geova hanno occultato oltre mille casi di abusi sessuali su minori

27 Luglio 2015

 I Testimoni di Geova hanno nascosto oltre mille casi di abuso sessuale sui bambini da più di 60 anni

I membri più anziani scoraggiavano le vittime dal denunciare gli abusi

I Testimoni di Geova della Chiesa australiana non informarono la polizia degli oltre 1.000 casi di abusi sessuali in danno di minori avvenuti nell’arco di più di 60 anni, ha denunciato quest’oggi un’inchiesta del governo sull’abuso e le sue conseguenze.

La “Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori”, è  stata istituita nel 2013 in relazione alle accuse di abusi sessuali sui bambini in seno alla Chiesa cattolica. La Commissione esercita ampio mandato per esaminare le organizzazioni religiose e laiche.

A inizio udienza, Angus Stewart, consigliere della Commissione ha descritto i Testimoni di Geova come una setta con regole progettate per evitare la segnalazione di abusi sessuali.

“Le prove che la Chiesa non ha messo a conoscenza le autorità di nessuno dei presunti 1006 casi di abuso sessuale identificati dai Testimoni di Geova dal 1950, sarà portata dinnanzi alla Commissione“, ha affermato.

Questo suggerisce l’esistenza di pratiche nella Chiesa dei Testimoni di Geova per conservare le informazioni sui crimini di abuso sessuale infantile, impedendo di presentare denunce alla polizia o ad altre autorità competenti

I Testimoni di Geova che hanno la loro sede centrale  negli Stati Uniti, contano 8 milioni di affiliati e sono conosciuti per i loro ministri e le loro campagne porta a porta. In Australia, ha riferito Stewart, vi sono circa 68.000 fedeli.

Due membri della chiesa identificati come  BCB e BCG, sono in attesa di fornire la loro testimonianza che concerne le accuse contro i membri più anziani della chiesa che li incoraggiarono a non denunciare gli abusi subiti.

Stewart ha descritto molteplici carenze istituzionali nella protezione dei bambini o nel censurare i presunti abusatori, tra cui la dottrina che libera gli anziani della chiesa da responsabilità nella denuncia dell’abuso, anche se non vi era obbligo giuridico in tal senso.

Anche se la chiesa ha espulso 401 membri dopo aver conosciuto gli abusi interni, i Testimoni di Geova hanno consentito a 230 di costoro di rientrare nell’organizzazione. Inoltre 35 fedeli sono stati reintegrati in più occasioni.

Un altro ostacolo è costituito dal requisito della presenza di due o più testimoni (dei fatti di abuso) perché la chiesa proceda a convocare il “comitato giudiziario”.

 Questo ha bloccato 125 casi di accuse, ha assicurato Stewart.

La commissione reale ha svolto la sua indagine arrivando anche in Vaticano.  Il Cardinale australiano George Pell (primo prefetto della Segreteria per l’Economia), è stato oggetto di numerose accuse per non aver fatto abbastanza per proteggere i bambini vittime di abuso. Pell, tuttavia, ha definito queste accuse “false” e “indignanti”.

Libera traduzione a cura favisonlus dell’articolo “Testigos de Jehová ocultan más de 1.000 casos de abusos sexuales a niños desde hace más de 60 años”

FONTE ORIGINALE: PERIODISTA DIGITAL

http://www.periodistadigital.com/religion/mundo/2015/07/27/testigos-de-jehova-ocultan-mas-de-1-000-casos-de-abusos-sexuales-a-ninos-desde-hace-mas-de-60-anos-iglesia-religion-no-informaron-autoridades-seculares-casos-1950-jesus-dios-papa.shtml

L’articolo pubblicato anche da EL MUNDO, è consultabile qui:

http://www.elmundo.es/internacional/2015/07/27/55b5eae946163f931b8b456f.html

NOTA: Di seguito il testo della dichiarazione d’apertura dell’audizione pubblica tenutasi quest’oggi presso la Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori (Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse)

La Chiesa dei Testimoni di Geova è stata fondata alla fine del 19° secolo in Pennsylvania da un piccolo gruppo di studenti biblici guidati da Charles Taze Russell. 

* La chiesa conta oggi 8,2 milioni di membri attivi in ​​239 paesi. 

* La religione è presente in Australia dal 1896 con una filiale istituita a Sydney nel 1904. Attualmente ci sono 817 comunità in Australia, con oltre 68.000 membri attivi. 

* Nelle famiglie dei Testimoni di Geova il padre è il capo con autorità sulla moglie e sui figli. 

* I genitori nei Testimoni di Geova sono incoraggiati a insegnare la propria educazione sessuale ai bambini perché una educazione laica è più suscettibile di generare immoralità. 

* Credono che l’unico modo per porre fine agli abusi sui minori sia quello di “abbracciare il Regno di Dio retto da Cristo”. 

* I Testimoni di Geova non denunciano alla polizia gli abusi sessuali su minori, ma li affrontano internamente. 

* Dal 1950 in Australia, di 401 “disassociati” per presunti abusi sessuali su minori, 230 sono stati poi reintegrati. 

* Il ramo australiano della chiesa ha ricevuto 1.006 denunce di abusi sessuali su minori dal 1950. 

* Sono necessari due o più testimoni prima che sia accolta una denuncia di abuso sessuale e gli anziani ritengano di considerare la spiritualità e la seduzione del denunciante 

QUICK FACTS ON THE JEHOVAH’S WITNESS CHURCH

* The Jehovah’s Witness Church was founded at the end of 19th century in Pennsylvania by a small group of bible students led by Charles Taze Russell.

* The church now has 8.2 million active members in 239 countries.

 * The religion has been active in Australia since 1896 with a branch office set up in Sydney in 1904. There are currently 817 congregations in Australia with over 68,000 active members.

* In Jehovah’s Witness families the father is head with authority over his wife and children.

* Jehovah’s Witness parents are encouraged to teach their own children sex education because a secular education is more likely to result in immorality.

* They believe the only way to end child abuse is to “Embrace God’s Kingdom under Christ”.

* Jehovah Witnesses do not report child sexual abuse to police but deal with it internally.

* Since 1950 in Australia, of 401 “disfellowships” for alleged child sexual abuse, 230 were later re-instated.

* The Australian branch of the church has received 1006 allegations of child sexual abuse since the 1950s.

* Two or more witnesses are needed before a complaint of sexual abuse would be upheld and elders consider the spirituality and the seductiveness of the complainant is considered.

(SOURCE: Opening statement of a Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse.)

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...