Prosegue l’inchiesta della Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori. Ecco come applica ‘la tolleranza zero’ verso l’abuso sessuale infantile l’organizzazione geovista

3 Agosto 2015

La  Commissione Reale ha appreso che i testimoni di Geova si basano su un testo biblico, -che raccomanda anche la lapidazione delle donne adultere-, quando si tratta di giudicare gli abusatori sessuali di bambini tra loro.

Ma nel caso di violentatori di bambini, il libro del Deuteronomio detta la regola di due testimoni a riprova di un misfatto, -questo di fatto significa che è altamente improbabile venga dimostrata la denuncia contro il violentatore-.

Il libro del Deuteronomio è il quinto libro della Bibbia e della Torah ebraica, e stabilisce regole e leggi basate sugli insegnamenti di Mosè prima che gli Israeliti entrassero nella Terra Promessa. All’ udienza nazionale sul modo in cui la chiesa teocratica gestisce le accuse di abuso sessuale su bambini,  l’anziano John de Rooy ha citato il Deuteronomio. “Nessun testimone singolo può condannare un altro per qualunque errore o peccato egli commetta. La questione dovrà essere decisa basandosi sulla regola della testimonianza di due o tre testimoni“.

Il Presidente della Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori, Peter McClellan, ha sottolineato che il vecchio testamento aveva altre regole molto dure, tra cui l’esecuzione di un assassino e la lapidazione di una donna adultera.

I Testimoni di Geova accettano questi dettami come appropriati attualmente?”  ha domandato il giudice  McClellan.

Mr de Rooy ha risposto: “No, Vostro onore, non possiamo uccidere nessuno per adulterio o lapidare a  morte qualcuno, ma nel quadro delle disposizioni cristiane possiamo disassociare le persone per queste cose e, in realtà, se costoro vogliono agire appropriatamente secondo Dio, hanno la possibilità di cambiare per ripristinare la relazione“.

Il giudice McClellan ha chiesto se i Testimoni di Geova pensano che oggi la giusta punizione per gli assassini sia di essere mandati a morte.  Mr de Rooy ha detto che la posizione della chiesa rispetta le leggi in materia di qualunque Stato in cui i Testimoni di Geova si trovino.  Il giudice McClellan ha ancora domandato: “ Questo vorrebbe dire ignorare i dettami della Bibbia al riguardo?”  De Rooy ha risposto:  “Noi non abbiamo il diritto di togliere la vita ” e ha convenuto che in questa situazione la legge civile ha il diritto di ignorare le ingiunzioni bibliche.

La Commissione ha appreso come le congregazioni dei Testimoni di Geova del Queensland e dell’Australia occidentale non abbiano agito in relazione agli abusi sessuali su minori a causa delle regole bibliche. Nessuno dei 1006 casi di accuse di abusi su minori, documentati nei fascicoli dei Testimoni di Geova d’Australia dal 1950 a oggi, è mai stato segnalato alla polizia.

Libera traduzione a cura favisonlus

 

Segue articolo originale:

 

Bible joust at abuse hearing

A ROYAL commission has heard that Jehovah’s Witnesses rely on a biblical text, which also recommends the stoning of adulterous women, when it comes to judging child sex abusers in their midst.

ANNETTE BLACKWELL

 

BUT in the case of child abusers, the Book of Deuteronomy rule about needing two witnesses to a wrongdoing is applied, which in effect means it is highly unlikely the allegation against the abuser will be proved.

The Book of Deuteronomy is the fifth book of the Hebrew Bible, and of the Jewish Torah and sets out rules and laws based on Moses’ teachings before the Israelites entered the Promised Land.At the national hearing into how the theocratic church handles allegations of child sex abuse, Elder John de Rooy on Monday quoted Deuteronomy.”No single witness may convict another for any error or any sin he may commit. On the testimony of two witnesses rules, or on the testimony of three witnesses the matter should be established.”

Chair of the Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse, Peter McClellan pointed out that the ancient biblical text had some other fairly strong rules, including a murderer being executed and an adulterous woman stoned.”Do the Jehovah’s Witnesses accept those statements as appropriate today?” Justice McClellan asked.Mr de Rooy: “Your honour, no, we can’t kill someone for adultery or stone people to death, but under the Christian arrangement we can disfellowship (shun) people for these things, which really, if they want to make things right with God, they have got to then change to have that relationship back.”Justice McClellan asked if the Jehovah’s Witnesses thought the appropriate punishment today for murderers was that they be put to death.Mr de Rooy said the church’s position was that whatever country they were in makes the law on that. Justice McClellan: That would override the Bible dictate in that respect?Mr De Rooy: “We do not have the right to take someone’s life ourselves.”He agreed in this situation the civil law had the right to override the biblical injunction.The commission has been hearing how Jehovah’s Witness congregations in Queensland and Western Australia failed to act on reports of child sex abuse because of biblical rules.Not one of 1006 cases of child abuse allegations recorded in Jehovah’s Witness Australia documents since 1950 was reported to police.

 

FONTE: The Courier Mail

http://www.couriermail.com.au/news/breaking-news/bible-joust-at-abuse-hearing/story-fnihsfrf-1227468020142

 

NOTA: Leggi anche articolo pubblicato da The Guadian in data odierna, qui:

http://www.theguardian.com/australia-news/2015/aug/03/jehovahs-witnesses-let-repentant-child-sex-abusers-return-to-church

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...