ARCHIVI. Abusi sessuali: la regola del silenzio nei Testimoni di Geova. Intervista al fondatore di Silentlambs (trad. ITA)

ARCHIVI LUGLIO 2013

INTERVISTA AL FONDATORE DI SILENTLAMBS, L’ASSOCIAZIONE DI VITTIME DI PEDOFILIA NEI TESTIMONI DI GEOVA

William H. Bowen ha trascorso 43 anni nei Testimoni di Geova americani, dei quali 15 come anziano, l’equivalente di un ministro di culto. In seguito alla scoperta di abusi sessuali su minori commessi in seno all’organizzazione, riconosciuti e nascosti dalla dirigenza geovista, la lasciato i testimoni per fondare Silentlambs (Agnelli silenziosi), un’associazione di vittime di violenza sessuale nei Testimoni di Geova.

 Lyon Capitale” Lei ha trascorso una gran parte della sua vita tra i Testimoni di Geova. Cosa l’ha spinta a separarsene?”

William H. Bowen: Un “anziano” aveva confessato di aver commesso abusi sessuali su un bambino. Per quasi un anno ho cercato di riferire alla magistratura. Ma l’ufficio legale della Watchtower [Società Torre di Guardia, l’entità giuridica dei Testimoni di Geova, ndr] mi ha detto di lasciare gestire i Testimoni la questione: in altri termini, di non fare nulla, nonostante nuove prove di altri abusi. Quel giorno, ho consegnato la mia lettera di dimissioni.

Lyon Capitale “In materia di abusi sessuali sui minori, quali sono le regole in vigore nei Testimoni di Geova?”

William H. Bowen Se l’accusa viene negata, gli anziani devono spiegare al denunciante che non possono fare nulla di più in ambito legale. E la congregazione continuerà a ritenere innocente l’accusato “, spiega la Società  Torre di Guardia. “Anche se diversi denuncianti “ricordano” di essere stati abusati dalla stessa persona, la natura di queste memorie è di per sé troppo incerta per essere base per decisioni giudiziarie se non vi sono altre prove incriminanti “.
La politica dei Testimoni di Geova, stabilisce che le informazioni relative ai pedofili restino confidenziali. I pedofili sono protetti da un codice di silenzio e in molti casi, permangono nella loro funzione, mentre le loro vittime soffrono in silenzio o si vedono imporre sanzioni che possono andare fino all’espulsione. Questa politica è a mio parere contraria all’etica e alla morale”.

Lyon Capitale “Se uno stupratore nega l’accusa cosa succede?”

William H. Bowen “Resta innocente e non potrà essere oggetto né di discussioni né di accuse in seno all’organizzazione”

Lyon Capitale “Se una vittima, o la sua famiglia, cerca di riferire i fatti, in quali rischi incorre?”

William H. Bowen “Possono essere scomunicati a causa della calunnia verso l’uomo che si è dichiarato innocente”

Lyon Capitale “Sul vostro sito web avete pubblicato una banca dati specifica per i Testimoni di Geova, riportando 23.720 casi di aggressioni sessuali e stupri. Come avete avuto accesso?”

William H. Bowen“Nella primavera del 2002 sono stato contattato, da tre persone differenti e separatamente, appartenenti ai Testimoni di Geova che mi hanno dato una serie di informazioni in particolare concernenti il numero di testimonianze, raccolte dalla stessa setta, di membri che si sono confessati. Non sono sospetti, sono persone che hanno confessato alla setta di aver abusato di bambini”

Lyon Capitale  “Cosa contiene l’archivio?”

William H. Bowen “Sono registrati tutti i dettagli del caso, la data di nascita del pedofilo, quello che è successo, l’età della vittima, i luoghi, le date delle molestie sessuali, il loro numero, ecc . Queste informazioni sono poi  inserite su computer in un archivio permanente e si possono recuperare in qualsiasi momento da persone autorizzate, in caso di infrazione successiva. Nel 2002, l’archivio comprendeva 23.720 casi. Oggi, la banca dati contiene più di 40.000 nomi di pedofili. Se si fa un rapporto tra il numero dei testimoni di Geova in tutto il mondo, si ottiene un caso di stupro ogni quattro congregazioni. In Francia, dove si contano 1.500 congregazioni, se applichiamo questo rapporto, si tratta di circa 375 casi di possibili stupri confessati”

Lyon Capitale “La sede mondiale dei Testimoni di Geova riconosce l’esistenza di questa banca dati?”

William H. Bowen “Sì. in una lettera alla BBC hanno riconosciuto l’esistenza, pur affermando che non aveva senso parlare di cifra esatta…”

Lyon Capitale “Perché una tale omertà?”

William H. Bowen ” Esclusivamente per proteggere l’organizzazione. Si vuole che gli anziani abbiano il controllo totale su tutto”

Lyon Capitale “L’anno scorso, negli Stati Uniti, i Testimoni di Geova sono stati ritenuti colpevoli di aver volutamente ignorato l’abuso sessuale contro un minore. Che cosa accadrà se la sentenza verrà confermata in appello?”
William H. Bowen “Dovranno pagare, ma per loro è una pagliuzza finanziariamente. I danni stimati sono tra 9 e 10 milioni di euro. Anche in questo caso, le casse senza fondo, – con donazioni miliardarie- , consentono un finanziamento legale illimitato. E la vecchia politica continuerà a mettere i bambini in pericolo. I Testimoni di Geova preferiscono mantenere il controllo invece di proteggere i bambini”.

 

Libera traduzione a cura favisonlus dell’articolo a firma di Guillaume Lamy “Abus sexuels : la règle du silence des Témoins de Jéhovah” pubblicato in data 24 luglio 2013

 

 FONTELYON CAPITALE

http://www.lyoncapitale.fr/Journal/France-monde/Actualite/Societe/Abus-sexuels-la-regle-du-silence-des-Temoins-de-Jehovah

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...