Scientology: il caso di Gloria Lopez, la scientologa suicida, presto archiviato

Agosto 2015

UN SUICIDIO INSOLUTO: TRA INDAGINI INCOMPLETE, PRESSIONI E SEGRETI

Gloria Lopez

Perché Gloria Lopez si è suicidata? I parenti della scientologa accusano l’organizzazione di averla spinta a morire sotto un treno una mattina dell’inverno del 2006. Ma la giustizia si appresta, dopo indagini incomplete, ad archiviare il caso.

Stazione di Colombes,  Alta Senna, 21 Dicembre 2006, 07:16. In piedi, sulle rotaie del treno nel suo cappotto nero, Gloria Lopez, colpita in pieno dal treno, muore sul colpo. In tasca: la professione di fede del fondatore della Chiesa di Scientology, Ron Hubbard.

Questa spagnola di 47 anni , segretaria di uno  studio legale e madre divorziata, lascia uno scritto in cui, riferisce una fonte vicina alle indagini,  lega la sua sofferenza morale e finanziaria a Scientology, classificata in Francia tra le sette da diversi rapporti parlamentari, e di cui lei faceva parte.

Il centro del problema: le ingenti somme versate all’organizzazione, per la quale ha lasciato amici, casa e lavoro in Normandia per Parigi. Circa 260,000 euro spesi in corsi e libri per progredire nei livelli di “Thetan Operante”, i livelli di conoscenza di Scientology.

Anche l’appartamento che eredita in  Spagna se ne va: guidata da una “consulente finanziario” della chiesa, lo vende e si indebita per acquistare un appartamento che non le piace, il cui previsto guadagno dalla rivendita è da versare anch’esso nell’organizzazione.

Pressioni

Estate del 2006, direzione di Copenaghen e organizzazione avanzata di Scientology “Sea Org”, una struttura “paramilitare”, secondo Rudolph Bosselut, l’avvocato della famiglia. Là, ha firmato un contratto “per il prossimo miliardo di anni”: la promessa di trasferirsi sul posto dal 2007, rompendo  definitivamente con i bambini e il lavoro, per “migliorarsi” a caro prezzo.

Al suo ritorno, indebitata, depressa, scrive di sentirsi “fallita”, smette di acquistare i corsi, sembra rinunciare a Copenaghen. Nella sua mente, analizza Bosselut, “un conflitto di fedeltà assoluta tra la sua famiglia e Scientology.” Si suicida in dicembre.

Il caso Lopez, ha detto l’avvocato, frequentatore dei documenti di Scientology, è “atipico”. “Per la prima volta, ho prove schiaccianti provenienti da una persona suicidata”, dice. “Con la sua scientologia insensata, spiega che stava molto male, che ha speso tutto il possibile per migliorarsi”.

Convinti che le “pressioni” dell’organizzazione hanno provocato il suo suicidio, i figli e l’ex marito di Gloria Lopez nel 2007 hanno presentato denuncia contro ignoti per frode organizzata, abuso di debolezza e  mancata assistenza a persona in pericolo.

Archiviata, l’inchiesta viene riaperta dopo una seconda denuncia nel 2012. Ma il giudice ha concluso le indagini e un non luogo a procedere incombe in assenza di incriminazione, secondo una fonte vicina all’inquirente.

‘Segreto’

I figli dei della defunta puntano sulle pecche dell’inchiesta, tra cui l’incapacità della giustizia di mettere le mani su tre donne di Scientology che essi accusano di aver lasciato affondare la loro madre.

Uno da queste, la “consulente finanziaria”, viveva però nel sud della Francia nel 2011, secondo un blog di scientologists. A dare credito alla sua pagina facebook, ora attraverserebbe il Mar dei Caraibi a bordo della “Freewinds”, la nave dall’elite di Scientology.

“Elementi di verifica giudiziaria e di polizia non si sono potuti fare”, si rammarica la fonte vicina all’inquirente. “Gli scritti personali non sono sufficienti. Non siamo riusciti a stabilire chiaramente il suo stato di sudditanza psicologica né il livello di responsabilità” dell’organizzazione.

Eppure la polizia specializzata ha sbattuto contro un muro di “segretezza”, concorda una fonte vicina alle indagini. Durante una perquisizione negli uffici di Parigi di Scientology nel 2009, cercano gli archivi, ma vengono condotti nel posto sbagliato. Quando ci arrivano, il caso Lopez è stato “tagliato”. Non resta più nulla nei computer, dove gira un “programma di cancellazione dei dati”.

Gwenn, il figlio, punta su più lacune: ad esempio quello di una scientologa, sconosciuta a Gloria ma presente a casa sua il giorno dopo il suicidio, che i figli sospettano di aver “fatto pulizia” nei suoi affari. Non è mai stata interrogata.

Contattato da AFP, Eric Roux, portavoce dell’organizzazione, ha detto che “nessuna persona è sotto inchiesta in questa faccenda.” “E ‘un dramma familiare”, aggiunge, “Noi non commentiamo la vita dei fedeli.”

Al momento della sua entrata in Scientology, Gloria Lopez ha risposto a un questionario, rammenta suo figlio: “L’idea del suicidio vi pare difficile?” Risposta: “Sì”.

 

Libera tradizione a cura favisonlus dell’articolo pubblicato da Le Point il 1 agosto 2015

FONTE:

http://www.lepoint.fr/societe/retour-sur-l-affaire-gloria-lopez-scientologue-suicidee-bientot-classee-01-08-2015-1954008_23.php

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...