Il processo-Tanghetti va alla Corte europea dei Diritti dell’uomo

18 Luglio 2015

Un processo troppo lungo. Fuori tempo massimo per quelli che dovrebbero essere i canoni europei. Addirittura quattro anni sono stati riservati all’udienza preliminare. Così un caso bresciano approda sul tavolo della Corte europea dei Diritti dell’uomo. È il processo a carico di Tersilla Tanghetti, l’imprenditrice di Lumezzane accusata di maltrattamenti e riduzione in schiavitù nei confronti degli ospiti della comunità Sergio Minelli da lei fondata a Prevalle.

Si tratta di un processo iniziato nel luglio del 2010 e conclusosi nel marzo del 2014 con la prescrizione dei reati di maltrattamenti di persona, sequestro e successivamente dell’associazione a delinquere. «Abbiamo presentato ricorso contro l’Italia», annuncia l’avvocato milanese Alice Pisapia, che difende gli interessi di quelle che erano state le parti civili nel processo e ora diventati ricorrenti in Europa…

 

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO QUI:

http://www.giornaledibrescia.it/brescia-e-hinterland/il-processo-tanghetti-va-alla-corte-europea-dei-diritti-dell-uomo-1.3028357

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...