Quella “scelta crudele” per le vittime di abusi sessuali nei Testimoni di Geova

6 Agosto 2015

Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori e Testimoni di Geova.

Le vittime degli abusi ”di fronte a una scelta crudele”

Le vittime di abusi sessuali nei Testimoni di Geova, si trovano ad affrontare una “scelta crudele”, dovendo decidere se rimanere all’interno dell’organizzazione insieme al loro abusatore o essere tagliate fuori dal rapporto con familiari e amici.

E’ quanto emerso quest’oggi nell’ambito dell’inchiesta della Commissione reale australiana sulle risposte istituzionali agli abusi sessuali sui minori.  Uno dei membri più anziani dei Testimoni di Geova in Australia, Terrence O’Brien, ha dichiarato alla Commissione che le vittime sapevano che con la “disassociazione” o l’abbandono  della chiesa, sarebbero state evitate dai Testimoni di Geova. Alla domanda del consigliere della Commissione, Angus Stewart SC, che rilevava come nessun superstite di abuso dovrebbe trovarsi dinnanzi alla scelta crudele di restare nell’organizzazione che protegge il suo stesso stupratore o rinunciare alla sua famiglia e alla sua cerchia sociale,  O’Brien ha risposto che si faceva guidare solo da ciò che dicono le Scritture.

Il trattamento di coloro che se ne vanno o sono obbligati ad abbandonare la chiesa – una pratica chiamata “disassociazione” – è finalizzata ad “aiutare la persona a comprendere i benefici dell’essere associati“, ha aggiunto O’Brien.

La gestione delle accuse di abuso sessuale infantile nei Testimoni di Geova è stata oggetto di un attento esame in Commissione. Da quanto emerso, nessuno dei 1.006 casi di accuse di abusi su bambini, registrati nei documenti dei Testimoni di Geova in Australia dal 1950 a oggi, è mai stato segnalato alla polizia.

All’attenzione è stata posta anche la stretta osservanza  degli insegnamenti biblici che proibiscono alle donne di detenere posizioni di autorità superiori agli uomini, – inclusa la composizione del cosiddetto comitato giudiziario che gestisce i casi di abuso, costituito da tre affiliati di sesso maschile.

Le donne possono essere coinvolte nel trattamento delle denunce di abusi, ma non in posizione decisionale, ha detto l’anziano. Le regole della chiesa richiedono inoltre che le accuse di abusi siano comprovate da due testimoni dell’accaduto.

O’Brien ha inoltre affermato che la chiesa dei Testimoni di Geova dovrebbe rivedere le sue procedure.

Un avvocato e supervisore del dipartimento legale dei Testimoni di Geova, Vincent Toole, ha invece dichiarato alla Commissione che  “può anche essersi stato sbagliato” sulle leggi che dettano la responsabilità di segnalazione alle autorità dei casi di abusi su minori.

Mr. Toole ha riferito alla Commissione di aver ricevuto 3-4 chiamate al mese da anziani della chiesa circa le accuse di abusi sui minori.

La Chiesa dei Testimoni di Geova conta 68.000 membri in Australia in 821 congregazioni.

L’avv. Toole ha puntualizzato che la chiesa dei Testimoni di Geova non aveva “alcuna riserva sulla segnalazione obbligatoria“.

Mail giudice Peter McClellan, che presiede la Commissione, gli ha chiesto  se avesse compreso che oltre l’obbligatorietà della denuncia richiesta ad alcuni soggetti, esiste anche l’obbligo generale per ogni cittadino di segnalare i reati alla polizia.

Sono diventato molto più consapevole in questi ultimi giorni,” ha risposto Toole.

Joanne Gallagher, un avvocato che rappresenta un superstite di abuso infantile, ha fatto notare all’avvocato del dipartimento legale dei Testimoni di Geova, che la legge richiede queste segnalazioni già dal 1990.

L’inchiesta prosegue.

 

 

Testo liberamente estratto dall’articolo “Abuse victims ‘face cruel choice’: inquiry“, consultabile qui:

http://www.news.com.au/national/breaking-news/jehovah-lawyer-vague-on-abuse-report-laws/story-e6frfku9-1227471163192

 

NOTA: Sull’inchiesta della Commissione reale australiana concernente le procedure e politiche di gestione degli abusi sessuali su minori all’interno della Chiesa dei Testimoni di Geova e della Società Torre di Guardia dell’Australia, vedi precedenti notizie postate ai link di seguito:

https://favisonlus.wordpress.com/2015/08/04/commissione-reale-australiana-sulle-risposte-istituzionali-agli-abusi-sessuali-sui-minori-funzionario-geovista-dichiara-che-ora-i-casi-abuso-sessuale-infantile-verranno-segnalati-direttamente-alle-fo/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/08/03/prosegue-linchiesta-della-commissione-reale-australiana-sulle-risposte-istituzionali-agli-abusi-sessuali-sui-minori-ecco-come-applica-la-tolleranza-zero-verso-labuso-sessuale-infant/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/08/01/commissione-reale-australiana-e-politiche-di-gestione-dellabuso-sessuale-infantile-nei-testimoni-di-geova-le-trascrizioni-delle-prime-4-udienze/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/07/31/la-sconcertante-testimonianza-presso-la-commissione-reale-australiana-di-una-consulente-internazionale-assunta-dai-testimoni-di-geova/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/07/29/linchiesta-della-commissione-reale-australiana-rivela-che-i-testimoni-di-geova-hanno-distrutto-gli-appunti-sui-casi-di-abuso-sessuale-sui-bambini/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/07/28/partecipare-allinchiesta-sugli-abusi-potrebbe-infangare-il-nome-di-geova-anziano-nega-di-aver-scoraggiato-una-vittima-di-abusi-sessuali-a-testimoniare-alla-commissione-reale-australiana-ma-afferma/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/07/27/la-denuncia-alla-commissione-reale-australiana-i-testimoni-di-geova-hanno-occultato-oltre-mille-casi-di-abusi-sessuali-su-minori/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/07/23/australia-audizione-pubblica-della-commissione-reale-sugli-abusi-nei-testimoni-di-geova/

 

NOTA 2: La trascrizione integrale delle audizioni è consultabile e scaricabile qui:

https://www.childabuseroyalcommission.gov.au/case-study/636f01a5-50db-4b59-a35e-a24ae07fb0ad/case-study-29,-july-2015,-sydney

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...