SCHIAVI DI UNA SETTA. OPERAZIONE DELLA POLIZIA FEDERALE BRASILIANA

17 Agosto 2015

Brasile. Smantellata setta religiosa accusata di schiavizzare e truffare i suoi fedeli

 

La polizia brasiliana ha smantellato quest’oggi una setta religiosa accusata di schiavizzare e sfruttare economicamente i seguaci. La setta avrebbe accumulato una vera e propria fortuna grazie alle donazioni degli adepti, ammontante a circa 28,6 milioni di dollari.

Sei persone sono state arrestate in un’operazione per smantellare un sodalizio criminale che, secondo quanto riferito nel comunicato ufficiale della Polizia Federale “utilizzava una setta religiosa per impadronirsi del patrimonio dei fedeli sottoponendoli a lavori forzati in una condizione simile alla schiavitù

Il gruppo operava in tre differenti stati del Brasile, mediante la setta conosciuta come ” ‘Comunidad evangélica Jesús, la verdad que marca’.

Oltre ad arrestare i presunti capi dell’organizzazione e ad aver raccolto la testimonianza di 49 persone, circa 190 agenti della polizia federale che hanno preso parte all’operazione battezzata “Ritorno a Canaan“, hanno occupato numerose proprietà della setta e provveduto al sequestro dei beni.

Il giudice che ha dato avvio all’operazione ha sequestrato almeno 70 immobili, veicoli e conti bancari, verosimilmente acquisiti col denaro riscosso dai seguaci.

Il comunicato diramato dalla polizia cita, al riguardo, il fatto che i fedeli, al loro ingresso nella setta, venivano convinti a donare tutti i loro  beni con la promessa di una vita di condivisione comunitaria ma in realtà successivamente obbligati a lavorare in condizioni precarie e senza alcuna forma di remunerazione, presso le aziende in cui erano alloggiati e dove svolgevano i propri riti religiosi.

Nel 2006 la setta contava circa 8o0 adepti che lavoravano presso cinque aziende nello stato di Minas Gerais (sudest). Benché tali comunità si definissero senza fini di lucro, secondo la polizia, agivano come vere imprese commerciali.

L’operazione è stata condotta in sette città dello stato brasiliano di Minas Gerais e presso 4 piccole città nello stato di Bahia e a San Paolo.

I membri dell’organizzazioni dovranno rispondere dei reati di associazione a delinquere, truffa, traffico di essere umani, falsificazione, riciclaggio di denaro sporco e riduzione delle persone in stato analogo alla schiavitù.

Le attività della setta cominciarono a essere investigate nel 2011 e il gruppo fu oggetto di una prima operazione da parte della Polizia Federale nel 2013, quando funzionari del Ministero del Lavoro ispezionarono le aziende agricole per verificare le denunce di lavoro forzato.

All’epoca vennero arrestati due leader della setta accusati dell’appropriazione di sussidi sociali statali erogati mensilmente.

 

Testo liberamente tratto dall’articolo “Desarticulan en Brasil secta religiosa acusada de someter fieles a esclavitud“, del 17 agosto 2015, consultabile ai seguenti link:

http://noticias.terra.com/mundo/latinoamerica/desarticulan-en-brasil-secta-religiosa-acusada-de-someter-fieles-a-esclavitud,a1147a81c7ba3b499fc50ed673f18487ozw2RCRD.html

http://www.lavozdegalicia.es/noticia/internacional/2015/08/17/desarticulan-brasil-sexta-acusada-someter-fieles-esclavitud/00031439833439542533445.htm

 

AGGIORNAMENTO 18 Agosto 2015

Leggi anche articolo da IL FATTO QUOTIDIANO qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/08/18/brasile-fedeli-ridotti-in-schiavitu-da-una-setta-religiosa-milionaria/1964345/

 

Vedi la notizia in lingua inglese qui:

http://www.laht.com/article.asp?ArticleId=2394625&CategoryId=14090

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...