Scientology, la Colombia e il dio denaro

19 Agosto 2015

La controversa chiesa di Scientology ha affermato, all’apertura della sua prima sede nazionale a Bogotà, che la Colombia sarà il centro della sua espansione in Sud America. Che cosa cerca e come si spiega il successo di questo “psico-gruppo”, setta o religione?

“Se vuoi realmente fare soldi fonda una religione”, questa frase attribuita allo scomparso scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard, fondatore dell’auto-denominata Chiesa di Scientology, si può vedere materialmente ritratta nel portentoso edificio di 8 piani, di 4500 mq, costruito dal Centro Culturale di Dianetics, (così si chiama in Colombia il gruppo che promette di “rendere l’uomo capace di migliorare il suo destino”).

Auto-denominata perché in un paese come la Germania, Scientology non ha potuto dimostrare innanzi a nessuna corte di essere un’organizzazione religiosa, anche se, in virtù della libertà di culto stabilita dalla Legge fondamentale, può operare come associazione.

Inoltre Scientology, (il nome originale), è da anni sorvegliata dall’Ufficio Federale per la Difesa della Costituzione “poiché negli scritti del suo fondatore si trovano insegnamenti che attentano all’ordine democratico e in cui, per esempio, si sollecitano i membri a creare un potere politico che escluda e spogli dei  diritti civili, chiunque non sia affiliato a Sientology“, ricorda il Dr. Stefan Schlang, direttore del Centro di informazione e documentazione su sette e psico-culti (IDZ) della Renania del Nord-Westfalia

Informations- und Dokumentationszentrum Sekten/Psychokulte (IDZ)

Cercano la libertà, e la perdono 

Schlang, specializzato in Scienza delle religioni, preferisce parlare di psico-gruppo, quando si riferisce a Scientology, poiché questa organizzazione non si basa sull’adorazione di alcun essere spirituale ma su tecniche psicologiche che hanno influenza sulla psiche delle persone che si sottopongo ai suoi test, trattamenti o seminari. “Scientology promette quella che loro chiamano “libertà spirituale”, ma ciò che accade realmente, è che i suoi seguaci perdono la libertà di decisione autonoma“, avverte  Myrna García, presidente della Rete di supporto per le vittime delle sette in America latina e negli Stati Uniti  – Red de Apoyo para Víctimas de Sectas en América Latina y Estados Unidos-.

La spirale dell’indebitamento

La strategia di psico-gruppi come Scientology è accogliere persone in cerca di soluzioni per i loro problemi. “Ma alla gente che ha o pensa di avere un problema e si rivolge a Scientology, viene creato un problema reale, psichico, emozionale, sociale ed economico“, puntualizza Myrna García, professionista di salute pubblica presso l’Università di Porto Rico.

Myrna García si riferisce, tra l’altro,  alla “spirale dell’indebitamento in cui cadono le persone che si sottomettono alle tecniche di persuasione coercitiva di Scientology che legano l’individuo all’organizzazione attraverso costosi seminari nei quali si promette l’eliminazione delle presunte debolezze“.

Un circolo vizioso di subordinazione e richieste che spesso finisce con l’isolamento del soggetto dalla sua famiglia, dagli amici, dal vecchio ambiente, con la rovina economica e perfino col suicidio.

Così molti passano dal sentirsi “eletti” a “perseguitati” perché Scientology reclama con insistenza il pagamento degli alti debiti che si possono contrarre seguendo i suoi corsi, affermano concordemente Schlang e García.

Per portare avanti la sua strategia, Scientology utilizza anche tutto un arsenale di termini studiati, come auditing, clear, etc.

Perché nonostante i rischi che comporta l’adesione a Scientology, molta gente si lascia ancora attrarre?

La promessa dell’auto-perfezionamento che professa questa organizzazione corrisponde all’approccio che domina nelle società moderne che esigono il successo individuale” sintetizza Schlang, concludendo che questa ” promessa di Scientology di rendere la persona sempre più efficiente e soddisfatta per chi ambisce a tale risultato, si misura in ricchezze materiali”.

In fin dei conti, è la semplice logica che ci consente di discernere se un gruppo è buono o meno. Se un’organizzazione è sana non induce i suoi membri a rompere coi propri cari, se un’organizzazione è sana deve essere interessata al successo dei suoi membri, non a quello dell’organizzazione stessa” evidenzia Myrna García.

Al momento il successo che si registra è quello del marcato dei cosiddetti psico-gruppi che si stima in migliaia di milioni. Nessuno in Germania o in Colombia conosce realmente i guadagni dell’organizzazione a causa della diffusione di questo settore. Quello che può chiarire l’interesse di Scientology a essere chiamata chiesa, è che in paesi come la Colombia non si devono pagare le imposte.

Così il successo economico delle “chiese” non si riflette in benessere sociale pagato con le proprie tasse, bensì in abbaglianti palazzi d’acciaio e cristallo, come quello recentemente aperto da Scientology a Bogotà e quelli delle centinai di sette “cristiane” in tutta l’America latina. Nel Dio chiamato denaro.

 

Testo liberamente tratto dall’articolo a firma di  José Ospina-Valencia “Cienciología: ¿Lo que faltaba en América Latina?” pubblicato il 19 agoto 2015 su DW

http://www.dw.com/es/cienciolog%C3%ADa-lo-que-faltaba-en-am%C3%A9rica-latina/a-18659032

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...