ARGENTINA. Denunciato un padre testimone di Geova per presunti abusi sessuali sul figlio di otto anni. L’uomo faceva pregare il bambino perché non sentisse dolore

23 Agosto 2015

PADRE TESTIMONE DI GEOVA DENUNCIATO PER AVER RIPETUTAMENTE VIOLENTATO IL FIGLIO. APERTA UNA INDAGINE.

La denuncia è stata sporta dalla madre del bambino, separata dall’uomo. La piccola vittima ha testimoniato in Camera Gesell (una apposita sala utilizzata per l’esame di minori e adolescenti vittime o testimoni di reati, in particolare, a sfondo sessuale) e sta conducendo colloqui psicologici con gli esperti.

Un uomo, testimone di Geova, avrebbe commesso abusi sessuali sul figlio di 8 anni e di fronte alle manifestazioni di dolore del minore, l’inqualificabile genitore, lo avrebbe invitato a pregare, secondo quanto indicato da fonti informate sul caso.

La madre del bambino si è decisa a sporgere denuncia verso l’uomo dal quale è separata, dopo aver osservato atteggiamenti insoliti nel piccolo e aver ascoltato dallo stesso figlio il racconto dettagliato degli abusi subiti.

Quando il bambino si lamentava di sentire molto dolore il padre gli diceva di “pregare Geova”.

L’indagine è condotta dal giudice Miguel Ángel Moreno, che ha disposto una serie di interviste psicologiche finalizzate ad accertare la credibilità del racconto della presunta vittima.

Si è appreso, inoltre, che il bambino è attualmente  in trattamento specialistico e che il magistrato ha disposto anche l’esame psicologico per i suoi genitori.

I familiari di parte materna si augurano che alla luce delle risultanze dell’indagine, l’uomo, se responsabile, possa essere tempestivamente fermato e imputato.

 

Notizia liberamente tratta dall’articolo “Testigo de Jehová violaba al hijo y, ante el dolor, lo ponía a orar“, pubblicato in data odierna su Nuevo DIARIO de SANTIAGO DE ESTERO”

http://www.nuevodiarioweb.com.ar/nota/policiales/624679/aberrante-testigo-jehova-violaba-al-hijo-lo-ponia-orar.html

 

L’articolo è consultabile anche su EL LIBERAL, al link di seguito

http://www.elliberal.com.ar/ampliada.php?ID=205066

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...