Nata e cresciuta nei Testimoni di Geova, una donna racconta il suo doloroso vissuto all’emittente britannica Channel 5

25 Agosto 2015

I Testimoni di Geova ci insegnavano che ‘i non credenti sono controllati dal diavolo’ come i fuoriusciti.

Nell’immagine: Karen Stanway

Karen Stanway, nata nella religione dei Testimoni di Geova, sostiene che durante la sua infanzia, è stata avvisata dalla chiesa di non fare amicizia con persone al di fuori della sua fede. La donna, 12 anno dopo esserne uscita, ha affermato che la religione è una ‘setta’.

Parlando a Channel 5, (emittente televisiva britannica), nell’ambito della serie ‘Inside Scientology … and Escaping the Witnesses, l’ex testimone di Geova, Karen Stanway, ha asserito che durante i suoi anni di scuola era stata dissuasa dal fare amicizia con coloro che erano al di fuori della fede.

“Ci è stato insegnato che le persone non Testimoni di Geova sono il male e sono controllate da Satana“, ha affermato. “Così ogni volta che mi sarebbe piaciuto parlare con persone al di fuori della nostra fede, pensavo, accidenti facevo meglio a non avvicinarmi troppo, perché. quella persona è sotto il dominio di Satana”.

Usavano farci vedere le immagini di come  potrebbe essere Armageddon (la fine del mondo),.. Persone uccise, terremoti, carestie. Ogni volta che vedevo qualcosa di simile al telegiornale, diventavo ansiosa. Speravo proprio di aver fatto abbastanza per la Chiesa per trovarmi fra i prescelti salvati. Si è davvero molto chiusi in quell’ambiente sociale. Era veramente difficile, soprattutto a scuola. Non potevi farti amicizie. Se così fosse stato, avresti dovuto giustificarlo perché non si potevano frequentare le case degli altri per la cena o per un pigiama party. Non ci era permesso andare in gita scolastica dal giorno alla notte“.

Karen ha lasciato la chiesa più di dieci anni fa, dopo la diagnosi di depressione grave e anoressia. La notizia sconvolse la madre che poco tempo dopo si suicidò.

Secondo Karen, sua madre si aspettava un aiuto della religione e fu organizzata una riunione di famiglia con gli anziani della chiesa, ma non ne derivò alcun beneficio.

Tutto ciò che in quella riunione ci fu detto è che io e mia madre non eravamo figlie e madri sufficientemente buone. Quella fu la prima volta in vita mia che avrei fatto qualunque cosa presa dalla rabbia. Mi alzai e mi precipitai fuori dalla stanza sbattendo la porta”.

Dopo aver lasciato la religione, Karen non si è più guardata indietro.

Mi sentivo così al sicuro quando arrivai lì,  ma non lo ero“, ha aggiunto. “Se non fossi stata allevata come Testimone di Geova, non credo che ora sarei così sconvolta“.

I membri della chiesa hanno negato le sue accuse.

 

Libera traduzione a cura favisonlus, dell’articolo a firma di Nicolas Agius, pubblicato in data 24 agosto 2015 su THE MIRROR

 

FONTE ORIGINALE:

http://www.mirror.co.uk/tv/tv-news/jehovah-witnesses-taught-non-believers-6313397

 

NOTA: Insieme a  Karen Stanway era presente in trasmissione l’ex testimone di Geova, Karen Morgan, vittima di abusi sessuali da bambina da parte di colui che era considerato un “rispettabile anziano di congregazione”. L’uomo, di nome Mark Sewell, è stato condannato lo scorso giugno a 14 anni di reclusione per plurimi crimini sessuali e abusi su minore. Vedi tutti post sulla vicenda pubblicati qui:

https://favisonlus.wordpress.com/?s=mark+sewell

 

GUARDA IL DOCUMENTARIO

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...