FRANCIA. Reunion-St. Louis. Assediata la casa di un presunto guru accusato di manipolare le sue seguaci.

8 ottobre 2015

Assediata la casa di un presunto guru: un’adolescente testimonia

Nella serata di ieri (7 aprile), sono scoppiati  tafferugli a St. Louis davanti alla casa di un presunto guru. Un centinaio di persone si sono scontrate con la polizia poiché ritengono che i loro cari siano stati manipolati e trattenuti nell’abitazione contro la loro volontà. Una ragazza ha accettato di testimoniare in modo anonimo. Ha trascorso diversi giorni nella casa del presunto guru. 

St-Louis: La maison du gourou sénégalais une nouvelle fois assiégée

Un senegalese sospettato di essere un guru è stato arrestato il 28 settembre, prima di essere rilasciato, per insufficienza di prove. Ma le famiglie preoccupate di una ventina donne hanno chiesto di “liberare le loro parenti”. Per le famiglie sarebbero infatti vittime dell’influenza psicologica del guru. La scorsa notte, le tensioni sono decisamente salite e la polizia ha dovuto intervenire per riportare la calma.

Questo giovedì, la tensione è ancora alta. Un’adolescente, – che ha trascorso diversi giorni in quella casa -, ha accettato di testimoniare in modo anonimo. La giovane ha parlato di manipolazione e sottolineato che sua madre è ancora all’interno della casa.

La ragazza, di soli 13 anni, ha trascorso diversi giorni all’interno del gruppo nell’abitazione dell’uomo, insieme a una ventina di altre donne e alcuni ragazzi.

Nel video, postato su  LINFO.RE, l’adolescente  ha ricordato le sue condizioni di vita nella casa del presunto guru e, soprattutto, gli ordini impartiti dall’uomo ai membri del gruppo

Allo stato attuale, molte famiglie vogliono recuperare il loro parenti. Interrogato questa mattina a St. Louis, un uomo ha detto di aver visto il cambiamento nel comportamento di sua figlia, che ha completamente interrotto i contatti con la famiglia da quando vive con il presunto guru.

La polizia continua a sorvegliare l’accesso della casa per evitare il peggioramento della situazione.

Il trentenne accusato di manipolazione si è rivolto a un avvocato che ha sostenuto che il suo cliente non ha commesso alcun reato e si limita a tenere corsi sull’Islam.

Secondo le informazioni raccolte da INFO.RE, il senegalese è conosciuto come membro della confraternita Sufi dei Mouride, che ha radici in Senegal.

 

Vedi la notizia in lingua originale e il video con la testimonianza della giovane al link di seguito:

 

AGGIORNAMENTO DEL 9 ottobre 2015

Dopo i tafferugli di mercoledì e giovedì, il sindaco della città ha emesso un ordinanza, vietando per il fine settimana manifestazioni e assembramenti di più di 10 persone in un  raggio di oltre 300 metri dalla chiesa. Tra i manifestanti, si era infatti riunita una folla di oltre 200 persone, tra cui alcuni teppisti che hanno recato danni.

 

Per approfondimenti della notizia vedi

http://www.zinfos974.com/Saint-Louis-Un-arrete-interdit-les-rassemblements_a91991.html

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...