Seguaci di un presunto guru, rilasciato dalla polizia, denunciano le loro famiglie che vorrebbero liberarle. Ma l’inchiesta rimane aperta e si focalizza sulle condizioni di vita dei minori della comunità

9 ottobre 2015

LA REUNION- ST. LOUIS

LE DONNE DEL PRESUNTO GURU DENUNCIANO LE PROPRIE FAMIGLIE

Alcune persone oggi hanno preso d’assalto la casa del presunto guru di St. Louis. Ma il caso non è così semplice come sembrava. Per il procuratore della Repubblica di Saint-Pierre, l’uomo non ha commesso alcun reato. Alcune donne al suo seguito hanno sporto denuncia contro i propri familiari.

Non è una setta secondo le indagini preliminari

Ribaltamento di situazione nel caso del presunto guru di St. Louis. Il trentenne senegalese non sarebbe un guru, così come lo descrivono i parenti delle donne al suo seguito, che, a loro volta, non sarebbero sue “prigioniere”.

In un comunicato, La Procura di Saint-Pierre ha riferito che“le prime indagini non consentono di caratterizzare i reati che solitamente si riscontrano nel contesto delle derive settarie”.

Revocata la custodia del presunto guru

I primi elementi hanno dunque portato alla revoca della carcerazione preventiva del presunto guru.

La situazione è però peggiorata quest’ oggi nel tardo pomeriggio. Molte persone hanno cercato di irrompere nella casa dell’uomo per “liberare” le 18 donne che vivono all’interno.

Tuttavia nelle loro testimonianze  le donne all’interno della casa, hanno affermato di non trovarsi sotto l’indebita influenza dell’uomo.

Le donne presentano denunciano … contro i propri familiari

Di conseguenza, la Procura ha anche indicato che “le donne del gruppo hanno presentato denunce per violenza nei loro confronti, in particolare, da parte dei membri dello loro famiglia (esterni al gruppo)”.

L’indagine è in corso e si focalizza sulle condizioni di vita dei minori

La Procura tuttavia non ha chiuso il caso e rimane prudente nel proseguimento delle indagini, “soprattutto per verificare la situazione dei minori che hanno vissuto o vivono in questa comunità”.

 

Notizia liberamente tratta da:

LINFO. re

http://www.linfo.re/la-reunion/faits-divers/678635-gourou-presume-de-st-louis-les-femmes-portent-plainte-contre-leur-famille

 

NOTA: Sulla vicenda vedi precedente post, qui:

https://favisonlus.wordpress.com/2015/10/09/francia-reunion-st-louis-assediata-la-casa-di-un-presunto-guru-accusato-di-manipolare-le-sue-seguaci/

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...