BELGIO. Aula gremita alla prima udienza del processo contro Scientology. Interrogata la donna che fu tesoriere dell’organizzazione

26 ottobre 2015

PRIMA UDIENZA DEL PROCESSO A SCIENTOLOGY IN BELGIO. LA DEPOSIZIONE DELLA PRIMA IMPUTATA

 

Il primo processo contro la Chiesa di Scientology in Belgio, si è aperto quest’oggi presso il Tribunale correzionale di Bruxelles, dopo circa venti anni dalle prime querele per frode ed estorsione. Gli imputati denunciano un “accanimento giudiziario” da parte della magistratura.

Il processo ha preso avvio in un’aula gremita, -come hanno mostrato le immagini delle emittenti televisive belghe-, con l’interrogatorio di un’imputata, l’ex tesoriere della chiesa, convocata per spiegare da dove l’organizzazione traesse le sue entrate, ammontanti, secondo la deposizione della stessa a circa 5000 euro settimanali.

I redditi della chiesa erano nell’ordine di 5000 euro a settimana. Duemila euro provenivano dalla vendita di materiale come libri e video, e tremila dalla vendita di corsi e formazione“, avrebbe raccontato, così come riferito dall’agenzia di stampa belga.

L’ex tesoriere, che ha lasciato la chiesa nel 2005, nel medesimo periodo del marito, ha anche spiegato che dei tremila euro provenienti dalla formazione, il 9,5% veniva riversato alla chiesa “madre” a Los Angeles e il 3% alla Chiesa scientologica per l’Europa, sita a Copenaghen. Circa un terzo o il 30% dei tremila euro, consentivano di retribuire il personale. I volontari che vendevano libri della chiesa, ricevevano inoltre un compenso. La donna ha anche dichiarato di aver lavorato pro-bono per la Chiesa di Scientology. In qualità di “stabile”, aveva potuto cessare di pagare i corsi formativi ma suo marito, all’epoca, aveva investito 400 mila franchi belgi, pari quasi a 10 mila euro. A sua volta, avrebbe versato a titolo personale, per i corsi di formazione, 10 mila franchi belgi  (circa 250 euro).

Gli scientologist belgi sono accusati di aver costituito una “associazione a delinquere” e dei reati di truffa, esercizio abusivo della professione medica, violazione della normativa sulla privacy ed estorsione. In linea di principio, in Belgio, una organizzazione qualificata come criminale dalla giustizia è suscettibile di essere vietata.

 

 

PER APPROFONDIMENTI VEDI FONTI DELLA NOTIZIA:

LE SOIR

http://www.lesoir.be/1026596/article/actualite/belgique/2015-10-26/proces-scientologie-l-eglise-touchait-5000-euros-par-semaine

LE FIGARO

http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2015/10/26/97001-20151026FILWWW00168-belgique-ouverture-du-premier-proces-visant-la-scientologie.php

 

NOTA: Sul caso vedi precedenti post pubblicati ai link di seguito:

https://favisonlus.wordpress.com/2015/10/03/tutte-le-date-del-processo-contro-scientology-a-bruxelles/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/10/23/bruxelles-al-via-il-processo-alla-chiesa-di-scientology-del-belgio/

https://favisonlus.wordpress.com/2015/10/26/una-mamma-dallamerica-per-assistere-al-processo-contro-scientology-in-belgio-la-sua-battaglia-dopo-la-misteriosa-morte-del-figlio-per-informare-sui-pericoli-dellorganizzazione/

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...