Regno Unito. Per trent’anni prigioniera del padre, leader di una setta nel cuore di Brixton

CULTI POLITICI.

A PROCESSO IL LEADER DI UNA SETTA PER CRIMINI CONTRO SUA FIGLIA E LE SUE SEGUACI

Il leader di un culto maoista ha imprigionato la propria figlia per 30 anni e condotto una “brutale” campagna” di “sottomissione sessuale” delle seguaci.

E’ quanto emerso quest’oggi nell’udienza celebrata presso la Southwark Crown Court  nell’ambito del processo a carico di Aravindan Balakrishnan, un 75enne di Enfield.

L’uomo che aveva convinto le sue seguaci di essere onnipotente, di possedere poteri magici e di poter vedere tutto attraverso un macchina per il controllo mentale, ha negato ogni accusa a suo carico, tra cui quattro capi di imputazione per stupro e sette per atti osceni.

Il pubblico ministero Rosina Cottage QC ha riferito alla corte che, in gioventù, il signor Balakrishnan era un uomo carismatico che aveva sottoposto i suoi adepti a lavaggio del cervello.

Questo caso riguarda la brutale e calcolata manipolazione posta in essere da un solo uomo, l’imputato, per soggiogare le donne sotto il suo controllo. Al fine di piegarle alla sua volontà, ha usato il dominio mentale e fisico, la violenza, la sottomissione sessuale e, in relazione a sua figlia, ha controllato ogni sfera della sua vita al punto tale che questa non era in grado né emotivamente né fisicamente di sottrarsi alla sua influenza fino a 30 anni di età…”

La corte ha sentito che nel 1970 il signor Balakrishnan era alla guida di un gruppo comunista, noto come l’Istituto dei Lavoratori, con sede ad Acre Lane, Brixton, a sud di Londra.

Ingannati dal suo carisma e dalla politica radicale, un certo numero di persone ne erano diventati seguaci. Tuttavia col passare del tempo la sua influenza politica era “diminuita” e il gruppo si  era ridotto a un piccolo numero di “fedeli” donne.

“L’atmosfera all’interno del collettivo è stata controllata dal convenuto e dai suoi stati d’animo Ogni donna ha vissuto una vita di violenza, paura, isolamento e confinamento“, ha spiegato la procuratrice.

La figlia di Balakrishnan era nata nel collettivo e per questo motivo non aveva mai avuto una vita indipendente.

Al riguardo Ms Cottage ha evidenziato che la figlia: “E ‘stata vittima di maltrattamenti, picchiata e separata dal mondo. Non è mai andata a scuola, non ha mai giocato con un amico, non ha mai visto un medico o un dentista…La sua libertà di movimento era limitata al punto che, anche se avesse potuto lasciare fisicamente, il potere che l’imputato esercitava su di lei comportava l’impossibilità di andarsene. Ha tentato una volta.”

Un’altra donna, -è stato riferito in aula-, si è era unita all’Istituto dei lavoratori per fare amicizie.

Nel corso del tempo aveva dovuto cedere tutti i suoi soldi al collettivo e veniva regolarmente picchiata dal leader. Subì anche violenza sessuale. Quando finalmente se ne andò,  si sentì “una persona inferiore”

Aravindan Balakrishnan nega anche i tre capi di imputazione per lesione colposa, crudeltà verso un minore di 16 anni e sequestro di persona.

Il processo continua.

 

FONTI DELLA NOTIZIA:

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3315318/Cult-leader-known-Comrade-Bala-brainwashed-raped-young-women-kept-prisoners-Maoist-collective-30-years.html

http://www.bbc.com/news/uk-england-london-34798822

UN ARTICOLO IN LINGUA FRANCESE E’ CONSULTABILE QUI:

http://www.lefigaro.fr/flash-actu/2015/11/12/97001-20151112FILWWW00319-londres-gourou-maoiste-accuse-de-viols.php

 

NOTA: Sulla vicenda vedi precedenti post anche il lingua italiana al link di seguito

https://favisonlus.wordpress.com/?s=+Aravindan+Balakrishnan

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...