Un lettore scrive a L’Ultima Ribattuta raccontando la sua esperienza in Scientology

23 Dicembre 2015

UNA TESTIMONIANZA SULLA CONTROVERSA CHIESA DI SCIENTOLOGY

Vi racconto la mia esperienza all’interno di Scientology Italia

Pubblichiamo la testimonianza di un lettore, che ha voluto raccontare il periodo in cui ha fatto parte dell’organizzazione religiosa più discussa del mondo e come ne è uscito.

“Caro Direttore,

Dopo aver letto l’ultimo articolo di Claudia Carotenuto su L’Ultima Ribattuta, riguardante Scientology e la campagna di informazione che manda avanti da mesi, ho deciso di raccontare  quello che mi è successo negli anni ’90. Quando questa organizzazione era ancora acerba e in pochi ne conoscevano l’esistenza.

Nel Gennaio 1996 ricevo ( a casa mia, tra la posta) una lettera dalla sede scientologist di Milano, firmata da una donna, che prometteva di risolvere tutti i miei problemi, qualora ne avessi e qualora avessi voluto farmi aiutare da lei. A quel tempo ( per sua fortuna) non me la passavo bene, ero depresso e solo. Decido quindi di rispondere a questa donna dai modi epistolari gentili, che mi stava promettendo la felicità. Le racconto la mia storia. Volevo capire se davvero Scientology potesse essere la soluzione alla mia sofferenza. Racconto di essere disoccupato da diversi anni, di non riuscire a trovare lavoro e di stare aspettando un pagamento per un impiego passato. Da qui inizia una vera e propria corrispondenza.

Dopo uno scambio di lettere durato qualche settimana, mi arriva “la vera e propria soluzione”. Vengo invitato nella sede di Scientology a Milano, che ha deciso di offrirmi un lavoro, poiché è in cerca di personale. Hanno intenzione di offrirmi un impiego, all’interno dell’organizzazione, non solo redditizio, ma “adatto alle mie capacità”.

Sono felicissimo e comincio a credere davvero di essere arrivato ad alla svolta della mia vita. A questo punto scrivo all’organizzazione per comunicare di essere disposto a trasferirmi a Milano. Tuttavia chiedo un rimborso spese e un alloggio fin dal primo giorno, non conoscendo nessuno in città e avendo pochissimi risparmi a disposizione. Chiedo inoltre (per curiosità) a quanto ammonterebbe il mio stipendio “redditizio”. A questo punto si è interrotta la nostra corrispondenza. Alle mie richieste non ho mai ricevuto risposta.

Ma non è finita. L’anno dopo, leggo sul settimanale L’Espresso, sulla rubrica Lettere dai Lettori, la testimonianza di un tale che, dopo una vita vuota e senza stimoli, ha trovato la felicità da quando ha iniziato a lavorare per Scientology. La svolta della sua vita, diceva. Quella svolta che avrei dovuto dare anche io alla mia di vita. A questo punto, visto che l’uomo lavorava presso al sede della mia città, decido di andare anche io, di riprendermi quell’occasione perduta.

Una volta arrivato, vengo accolto da una ragazza bellissima e gentilissima. La giovane mi sottopone al famoso test della personalità, quello che spesso offrono anche i volontari che cercano nuovi adepti per le strade della città. Poiché l’esito che ricevo mi sembra corrispondere con quello che è il mio carattere, mi convinco ad acquistare il loro libro (Dyanetic, la forza del pensiero sul corpo, di Ron Hubbard). Inizio così a frequentare la sede di Scientology della mia città. E ne ho vista parecchi di cose “strane”. Un giorno, ad esempio, parlando con uno degli adepti, gli chiedo come mai i corsi e i libri costino così tanto. Mi ha risposto che c’è l’affitto da pagare, le bollette, gli stipendi, e che il fatto di essere considerati un’organizzazione religiosa li esenta da moltissime spese, ma non da tutte. In qualche modo si deve pur guadagnare.

Dopo essere entrato a far parte di Scientology inizio a frequentare spesso il negozio (una specie di cartolibreria), molto caro, di una scientologa della mia sede. Questa donna ha raggiunto il livello di clear e  diventa in pochissimo tempo il mio referente, il mio auditor, il mio tutor. Prende velocemente confidenza con me, mi chiede tutti i dettagli della mia vita, tutti gli episodi che mi hanno portato ad essere quello che sono. In più mi faceva fare anche il fattorino per il suo negozio senza darmi mai nulla in cambio. Le dico sempre di essere disoccupato e senza soldi e le racconto la mia esperienza dell’anno precedente. Lei allora mi mette in contatto, di nuovo, con la sede di Milano, promettendomi che lì avrei trovato una casa, un lavoro, uno stipendio e la felicità. Di nuovo.

Quando arrivo a Milano (finalmente) vedo che la sede è piena di ragazzi giovanissimi, soprattutto giovani donne, tutte bellissime ma con l’aria persa, erano svampite, fissavano il vuoto e andavano avanti e in dietro a portare fascicoli pesantissimi chissà dove. Quando arriva il mio turno mi sottopongono nuovamente al test della personalità. Questa volta, però, vengo cacciato in malo modo. Perché? Io soffrivo di depressione, dopo aver raccontato di aver fatto due cure prescritte da uno psichiatra, sono stato (non troppo gentilmente) accompagnato alla porta. Ho cercato di spiegare che tenevo davvero ad un impiego presso la loro organizzazione e che per me era stato un impegno arrivare fino a Milano. Ma sono stato liquidato con la scusa di non essere “ciò che cercavano”. Mi hanno detto di essere in cerca di volontari (non retribuiti) con l’esperienza di alcuni corsi di Scientology alle spalle.

Non volevo rassegnarmi. Inizio quindi la corrispondenza con una scientologa italiana trasferitasi nella sede americana in Florida. Le ho mandato il mio test della personalità raccontandole anche cosa mi era successo a Milano. Questa donna, tuttavia, era piuttosto “strana”. La maggior parte delle volte non capiva i miei discorsi, spesso quando parlavo restava incantata a fissare un punto, si contraddiceva in continuazione nel giro di poche frasi.

Nel libro Dianetic c’è scritto che una persona subisce molti traumi e sofferenze nel corso della vita. Teoricamente la “terapia” di Scientology aiuta a scaricare l’emotività e ad aumentare il quoziente intellettivo. Inoltre, chi diventa Clear, non soffre di malattie fisiche, per cui migliora la vista, reumatismi e artrosi spariscono, non ti viene l’influenza, e così via. È una follia. E, al di là dei problemi fisici, quella donna non stava affatto bene, neanche psicologicamente.

Nella sede della mia città mi hanno fatto vedere una cassetta su “Come occuparsi della vita”, mi sono stati recapitati a casa quotidiani, riviste, periodici (e per mantenere l’abbonamento bisogna pagare cifre spropositate).

Dalla Florida mi è stato consigliato di fare il corso “Alti e bassi della vita”, per pagarmelo facevo volantinaggio per Scientology ma ho dovuto comunque comprare i libri e pagarli di tasca mia. E non ho tratto alcun giovamento alla fine del corso. La mia esperienza con Scientology si è conclusa pochi mesi dopo, non vedevo miglioramenti alla mia condizione e avevo sempre meno soldi per potermi pagare i corsi. Il volantinaggio e il volontariato in sede non bastavano più. Ed io ero troppo stanco e ansioso di cambiare vita.

I responsabili di Scientology definiscono l’organizzazione una Chiesa. Per non pagare le tasse, per avere esenzioni fiscali, però guadagnano cifre spropositate con la vendita di libri e soprattutto donazioni. Ho conosciuto una persona che ha letteralmente “regalato” a Scientology vari terreni di proprietà della sua famiglia.

In Francia esiste la legge sulla manipolazione mentale, chi convince con mezzi illeciti qualcuno a fare determinate azioni viene punito. In Italia si parla di plagio e circonvenzione di incapace, anche se sono situazioni molto difficili da dimostrare. Tuttavia nelle sedi di Scientology viene praticata la psicanalisi e la psicoterapia da parte di persone non laureate e non adatte ad esercitare la professione medica. Sono sicuramente tutti molto persuasivi però, su questo non c’è alcun dubbio.

Ma esistono moltissimi psicologi e psicoterapeuti professionisti, laureati e in grado di aiutare chi ne ha bisogno. Sono professionisti che conoscono le tecniche affinché il malato migliori. Per chi non può permettersi uno specialista c’è l’ A.S.L., il Centro Igiene Mentale, il Dipartimento di Salute Mentale. Basta avere la prescrizione del medico curante. A volte il malato non guarisce del tutto, ma la maggior parte delle volte le ossessioni diminuiscono, o cambiano la loro forma. Si riesce a migliorare senza finire in bancarotta, regalando interi possedimenti, dilaniando patrimoni.

Ma il ricordo che porterò sempre nel cuore con una tristezza immensa è la storia di una madre che aveva la figlia con gravi problemi di droga. Questa donna, disperata, sola e con la sola voglia di aiutare sua figlia, aveva portato la ragazza in un centro per disintossicazione di Scientology. Ha pagato moltissimi soldi per farle fare vari corsi, ha dato via tutto quello che aveva e sua figlia (che migliorava solo a detta degli scientologist) è arrivata anche ad un certo “livello”. Ma poi, un giorno, all’improvviso, è morta. Sua madre non riusciva a spiegarselo. So che aveva intenzione di scrivere un libro per raccontare la sua terribile e tristissima storia. Ma da quando ho lasciato Scientology non ne ho avuto più notizie.

Con i loro corsi non si risolvono i problemi, si ingigantiscono.

La disperazione porta le persone a fare qualsiasi cosa. C’è chi chiede l’elemosina, altri invece cercano aiuto per altre strade, come quella che porta a Scientology. Troverete persone gentili e affabili, riusciranno, però, a fare leva sulle vostre debolezze per approfittarsi di voi. Non cadeteci.”

 

FONTE: L’Ultima Ribattuta

http://www.lultimaribattuta.it/39134_vi-racconto-la-mia-esperienza-allinterno-di-scientology-italia

 

NOTA a cura favisonlus: Leggi anche tutti gli articoli precedenti de L’Ultima Ribattuta su Scientology, qui:

http://www.lultimaribattuta.it/?s=scientology&submit=Search

NOTA2 a cura favisonlus: Alcuni vocaboli e la denominazione dei corsi offerti da Scientology menzionati nella lettera al Direttore dell’Ultima Ribattuta, risultano lievemente inesatti. Lo precisiamo non potendo intervenire sul testo per apportare le dovute modifiche.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...