I “bambini dimenticati” di OKC, rivelano in tribunale gli abusi sessuali subiti in seno alla setta

8 Gennaio 2016

Processo comunità buddista Ogyen Kunsang Choling (OKC): bambini separati dai genitori, vittime di maltrattamenti e abusi sessuali

Una dozzina di membri, funzionari e le società OKC sono imputati in tribunale.

Venerdì scorso, le persone costituitesi parti civili hanno testimoniato di essere state sottoposte a maltrattamenti e abusi sessuali.

Il numero di persone costituite parte civile nel processo contro la comunità buddista Ogyen Kunsang Choling (OKC) è aumentato da quando, lunedì, è iniziato il processo, salendo a circa 25. Si tratta principalmente di coloro che sono stati chiamati i “bambini dimenticati” di OKC, una comunità d’ispirazione buddhista considerata una setta. Hanno vissuto nelle proprietà della comunità site in Francia e in Portogallo, separati dai loro genitori per diversi anni, tra il 1970 e il 2000. Venerdì, hanno raccontato di aver subito abusi e violenza sessuale.

“Isolati dai loro genitori”

<<Sono nata a Château de Soleils [tenuta situata in Provenza, di proprietà di OKC>>, ha narrato una giovane donna costituita parte civile. <<Ho vissuto lì fino all’età di 11 anni. Sono stati anni di sottomissione, di paura e fame. Benché, a differenza di altri bambini, mia madre fosse anche lei presente a Château de Soleils, ho sofferto come loro la mancanza di affetto genitoriale, perché non l’ho mai vista. I bambini sono stati concretamente isolati dai loro genitori “.

Truffe

In seguito sono dovuta partire per un monastero della comunità  nella regione dell’Algarve in Portogallo. Ho perso la verginità all’età di dodici anni, “ha raccontato, prima di spiegare l’abuso sessuale di cui è stata vittima, con altri, a opera di Robert Spatz, il fondatore di OKC, ritenuto un guru.

Una decina di membri, funzionari e società dell’OKC sono imputati in tribunale, per aver, tra l’altro, truffato numerose persone, ma anche per il reato di sequestro di persona. Il fondatore della comunità buddista in Belgio, Robert Spatz, assente al processo, è anche accusato di stupro commesso nel 2007.

 

FONTE: l’avenir

http://www.lavenir.net/cnt/dmf20160108_00760729/les-enfants-oublies-de-l-okc-devoilent-les-abus-sexuels-qu-ils-ont-subis

 

Libera traduzione a cura favisonlus

 

NOTA: Sulla vicenda vedi precedente articolo postato qui:

https://favisonlus.wordpress.com/2016/01/06/belgio-partito-il-processo-al-guru-e-ad-alcuni-membri-della-setta-dispirazione-buddhista-okc-ogyen-kunzan-choling-per-il-leader-anche-il-sospetto-di-abusi-sessuali-commessi-sui-bambini-nati-nell/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...