CINA. Alta Corte provinciale del Popolo conferma condanna all’ergastolo per il leader di una setta religiosa

2 Febbraio 2016

RESPINTO RICORSO IN APPELLO. CONFERMATO L’ERGASTOLO PER IL LEADER DI UNA SETTA E QUATTRO ANNI DI CARCERE PER UNO DEI SEGUACI

Un Tribunale della Cina meridionale,  ha confermato oggi la precedente sentenza di condanna all’ergastolo per un uomo colpevole di aver organizzato un culto illegale e dei reati di stupro, frode, produzione e vendita di alimenti nocivi.

Wu Zeheng, fondatore e leader della setta religiosa “Huazang Zongmen”, era stato condannato all’ergastolo nel mese di ottobre dalla  Zhuhai City Intermediate People’s Court  nella provincia meridionale del Guangdong e al pagamento di  7,15 milioni di yuan (1,09 milioni di dollari).

Tre dei suoi seguaci erano stati inoltre condannati a pene detentive fino a quattro anni di reclusione per frode e per intralcio alla giustizia.

Wu e uno dei suoi adepti, Meng Yue, sono ricorsi contro la sentenza del tribunale. Meng è stato condannato a quattro anni di carcere.

L’Alta Corte provinciale del Popolo ha infatti respinto i loro ricorsi, dichiarando che le sentenze sono state inflitte in modo equo e basate su prove sufficienti.

Wu, nato nel 1967 nel Guangdong, aveva promosso la pseudo-religione Huazang Zongmen come un’alta setta del Buddismo affermando di essere il successore di molti eminenti monaci.

In nome della carità, delle scienze della vita e attraverso la sua accesa predicazione, aveva attirato un gran numero di seguaci che erano interessati al Buddismo oltre persone affette da malattie o che semplicemente credevano che associandosi con il culto avrebbero scongiurato la malasorte.

L’uomo aveva sedotto anche molte donne affermando di poter donare loro il “potere soprannaturale.” E’ stato inoltre accertato che Wu aveva accumulato più di 6,7 milioni di yuan guadagnati illegalmente, secondo il verdetto della Corte.

 

Notizia liberamente tratta da: Shangay Daily

http://www.shanghaidaily.com/article/article_xinhua.aspx?id=318562

 

NOTA: Sulla vicenda vedi precedente articolo “CINA. Sesso in cambio di poteri soprannaturali. Ergastolo per il leader di un culto che violentava le seguaci“, postato qui:

https://favisonlus.wordpress.com/2015/10/31/cina-sesso-in-cambio-di-poteri-soprannaturali-ergastolo-per-il-leader-di-un-culto-che-violentava-le-seguaci/

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...