E’ finita la corsa del “porno guru”, Gregorian Bivolaru, arrestato ieri a Parigi

26-27 Febbraio 2016

PARIGI: l’arresto di uno degli uomini “tra i più ricercati”d’Europa

Il rumeno Gregorian Bivolaru, latitante da diversi anni, è stato arrestato venerdì 26 febbraio a Parigi

Fine della corsa.  Il rumeno Gregorian Bivolaru, considerato uno dei “maggiori ricercati” nel suo paese, è stato arrestato venerdì a Parigi, come si è appreso da fonti della polizia francese. Gregorian Bivolaru è stato arrestato “in modo incruento” a Porte de Champerret, a nord-ovest della capitale, dai poliziotti specializzati della Brigata Nazionale Francese per la ricerca dei Fuggitivi (BNRF), un servizio di polizia giudiziaria francese.

L’uomo, di 64 anni,  teorico della cospirazione e fondatore della controversa setta MISA (Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto), è stato condannato in contumacia nel 2013 a sei anni di reclusione dall’Alta Corte di Giustizia e Cassazione Rumena. E ‘accusato di pedofilia e traffico di esseri umani, che nega.

Nel data-base dell’Interpol a fianco di Salah Abdeslam

Gregorian Bivolaru è stato incluso nel data-base, di recente creato dall’Europol, dando a ciascuno dei 28 paesi membri dell’Unione Europea (UE) il diritto di diffondere ampiamente informazioni sui latitanti più pericolosi e ricercati. Per esempio figura in questo archivio Abdeslam Salah, accusato di aver partecipato agli attentati di Parigi nel mese di novembre. Ogni paese dell’Unione europea può inserire due nominativi nello schedario detto dei “most wanted”  (più ricercati) e visibile da tutti in internet.

E’ stato in fuga da diversi anni e in tal periodo “ha potuto beneficiare” di “molte ramificazioni” e “supporti” in particolare grazie ai seguaci di Misa, secondo fonti della polizia francese. La presunta setta incoraggia soprattutto la pratica dello yoga ed è fiorita in Europa, dove sono stati creati gli “ashram” (centri di meditazione).

L’organizzazione suscita polemiche e alcuni membri e centri sono stati oggetto di indagini di polizia in Europa, in particolare per sospetta prostituzione, accusa respinta da MISA.

Il sospettato dovrà comparire venerdì dinanzi la Procura Generale della Corte d’Appello di Parigi per essere poi consegnato alle autorità rumene, secondo le stesse fonti di polizia.

 

FONTE: Le Parisien

http://m.leparisien.fr/faits-divers/paris-arrestation-d-un-des-hommes-les-plus-recherches-de-roumanie-26-02-2016-5580217.php

 

Libera traduzione a cura favisonlus

 

ECCO COME SAREBBE STATA POSSIBILE LA CATTURA DEL “PORNO GURU”

 

La cattura di Gregorian Bivolaru rappresenta certamente la notizia dell’anno. Il più ricercato dei criminali rumeni negli ultimi anni, è stato infine arrestato. Poche ore dopo il fatto sono emersi dettagli incredibili sull’operazione condotta a Parigi. La cattura del leader di Misa sarebbe stata infatti possibile grazie a un documentario realizzato da una squadra di giornalisti finlandesi, nel quale era stata rivelata la presenza del latitante presso una casa colonica in Francia insieme ad alcune donne sfruttate. Bivolaru è stato riconosciuto anche dai dipendenti di uno sexy shop. Condannato a sei anni di prigione per abusi su una minore, il “guru”, così definito dai suoi seguaci, sarà estradato nei prossimi giorni in Romania. Il gruppo di reporter finlandesi ha quindi condotto un’indagine. Conoscendo il debole di Bivolaru per il sesso, i giornalisti hanno battuto i siti dei sexy shop della capitale parigina dove l’uomo è stato riconosciuto. A seguito dell’inchiesta giornalistica, la polizia ha intensificato le ricerche riuscendo a identificare il soggetto, secondo quanto riferito dal quotidiano Libertatea.

 

Fonti della notizia:

http://www.stiripesurse.ro/cum-a-fost-capturat-guru-bivolaru-detalii-incredibile-de-la-paris_984186.html

http://www.libertatea.ro/ultima-ora/gregorian-bivolaru-a-fost-capturat-cu-ajutorul-jurnalistilor-1299864

 

NOTA 2: Vedi altre notizie e approfondimenti al link di seguito

https://favisonlus.wordpress.com/2016/02/26/catturato-in-francia-gregorian-bivolaru-il-guru-del-movimento-per-lintegrazione-dello-spirito-nellassoluto-era-tra-i-45-super-ricercati-dalleuropol/

 

NOTA 3: IN RIFERIMENTO AL SECONDO ARTICOLO RIPORTATO SU QUESTO BLOG, PRECISIAMO CHE ATTUALMENTE NON RISULTANO CONFERMATE DA FONTI UFFICIALI LE RICOSTRUZIONI DELLA STAMPA CONCERNENTI GLI ELEMENTI E LE DINAMICHE CHE AVREBBERO CONDOTTO ALL’ARRESTO DI GREGORIAN BIVOLARU.

 

 

Annunci

3 thoughts on “E’ finita la corsa del “porno guru”, Gregorian Bivolaru, arrestato ieri a Parigi”

  1. Sembra che è un immenso abuso quello che fa la polizia rumena, Gregorian Bivolaru ha ottenuto l’asilo politico in Svezia. In Romania è stato condannato a 6 ani per sesso con una minorenne (che aveva 17 anni e per l’intera durata del processo lei stessa ha negato il fatto), pochissimo per metterlo nella lista di Europol, come uno dei più ricercati criminali. Infatti, la polizia rumena ha commesso un falso e una immensa illegalità, inserendolo nella lista e cambiando i capi di accusa, per i quali è stato assolto dal tribunale rumeno. Sul seguente filmato trovato su youtube (sottotitoli in inglese, potete attivare la traduzione automatica in italiano) viene spiegato in dettaglio. La Favis dovrebbe informarsi meglio prima di pubblicare tale notizia, se non vuole fare brutta figura…

    1. Gentile Renata, pur nel rispetto delle sue convinzioni, ricordiamo che nei confronti del sig. Gregorian Bivolaru è stata emessa sentenza definitiva di condanna per abusi sessuali su una minore dall’Alta Corte di Cassazione e Giustizia rumena. Dal canto nostro riteniamo che le sentenze si possano criticare, si impugnino ma si debbano rispettare. Ogni mancanza in tal senso costituisce, secondo noi, una carenza di rispetto dell’operato stesso di un’istituzione. Per sostenere inoltre siano stati compiuti falsi e illeciti dalla polizia rumena comprenderà occorra qualcosa di più di semplici congetture o di quanto riportato in un video. Sarà tuttavia nostra premura, laddove tali ipotesi trovino conferma darne tempestiva comunicazione. In merito alla vicenda in oggetto, seguiamo da anni la stampa rumena e quella internazionale e tutte le vicende processuali in cui è stato o che ancora vedono coinvolto il sig. Bivolaru, come l’indagine aperta dalla Procura di Firenze. Sul nostro blog troverà informazioni concernenti anche un altro processo celebrato in Romania in cui il medesimo era imputato unitamente ad altri per molteplici reati. Le sarà noto che da alcuni capi d’imputazione il sig. Bivolaru è stato assolto, mentre altri reati sono caduti in prescrizione. Per concludere, ci sforziamo di offrire un’informazione accurata e obiettiva nell’interesse di tutti i lettori e, non lo avesse notato, non manchiamo certamente di invitare le persone al pensiero critico e dunque a ulteriori ricerche e approfondimenti delle tematiche trattate. Ringraziandola per il suo commento, la salutiamo cordialmente

  2. A corredo di quanto risposto, precisiamo che già all’indomani dell’attivazione del nuovo sito dei “most wanted” dell’Europol erano state sollevate proteste e domande da parte di Soteria International, organizzazione che come saprà è composta da membri del Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto (MISA). Ognuno può legittimamente esprimere considerazioni, sollevare domande e agire per conseguenza, tuttavia asserire come dato di fatto “la polizia rumena ha commesso un falso e una immensa illegalità”, come lei ci scrive, significa veicolare all’opinione pubblica una informazione che, al momento, non trova alcuna conferma oggettiva. Inoltre sul sito di MISA International in un post datato 28 febbraio è addirittura asserito che i servizi segreti abbiano dato “chiari ordini” ai media rumeni di confondere le notizie. A quanto ci risulta, al di là di alcune informazioni discordanti sulla dinamica della cattura del latitante, peraltro non confermate da fonti ufficiali, la stampa non ha mancato di dar voce ai membri di MISA e al portavoce del Movimento, il sig.Costică Cojocaru, che non certo fra le righe ha denunciato il presunto abuso della polizia, anche se, giova evidenziare, il termine “presunto”non sembra essergli particolarmente caro, dato che non compare affatto nelle sue dichiarazioni http://adevarul.ro/news/eveniment/ce-intampla-gregorian-bivolarur-guru-s-a-integrat-putin-gratii-1_56d335165ab6550cb84f2f3b/index.html

    Comprenderà che proprio in virtù di quell’impegno a fornire una informazione quanto più possibile obiettiva, gli autori di questo blog non possono contribuire alla divulgazione di considerazioni date per certe, quando di fatto non lo sono. A meno non si voglia pensare che i volontari della nostra associazione, ci passi la battuta, abbiano ricevuto ordini dall’intelligence nazionale di confondere le acque. Le rinnoviamo i nostri sentiti saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...