“Psico-setta Onde Delta”. Rigettate le eccezioni della difesa. Il processo parte a maggio a Nuoro

18 Marzo 2016

Psico-setta: processo resta a Nuoro

Giudice rigetta eccezioni avvocati, in aula prossimo 20 maggio

Il giudice del tribunale di Nuoro Giorgio Cannas ha rigettato le eccezioni sull’incompetenza territoriale e sulla indeterminatezza dei capi di imputazione formulati dal pm, sollevate dai difensori degli otto imputati appartenenti alla presunta psico-setta “Onde Delta”, accusati di associazione a delinquere finalizzata all’esercizio abusivo della professione medica e psicoterapeuta.

Il processo, quindi, resterà a Nuoro e l’inizio del dibattimento è stato fissato per il 20 maggio prossimo. Alla sbarra Lucia Dettori, architetto 48enne di Orgosolo, considerata la fondatrice e guru della setta, le due sorelle Pasqualina e Michela Dettori, di 61 e 58 anni, Luigi Franceschini, 42 anni, compagno di Lucia Dettori, residente a Pesaro, Cristian Cesaroni, di 36, di Urbino, Angela Golosio, di 35, di Mamoiada, Stefania Seddone, di 42, di Nuoro ma residente ad Arzachena, e Marta Pasqualin, di 34, di Treviso. Tutti assenti nell’udienza di oggi.

Gli avvocati difensori Angelo Magliocchetti, Mario Lai e Lorenzo Piazzese si erano battuti per spostare il processo a Pesaro, competente territorialmente perchè, secondo i legali degli imputati, Dettori e Franceschini avrebbero fondato l’attività della setta nella città marchigiana. Nell’udienza di maggio saranno sentiti in aula i primi testi del pm Giorgio Bocciarelli.

Secondo l’accusa, gli imputati promettevano una vita migliore agli adepti con il raggiungimento della salute e della felicità frequentando corsi e sedute di psicoterapia di gruppo a pagamento. E per avere certezza dei risultati avrebbero anche consigliato l’uso di sostanze impiegate per la disintossicazione, come l’ibogaina e il metadone, o eccitanti simili alle anfetamine, come l’efedrina. Tra le vittime della setta anche personaggi del mondo dello spettacolo. Le cifre pagate per ogni giornata di “terapia” variavano da 250 a 300 euro. Il giro d’affari emerso dai controlli sui conti degli imputati supera i 400 mila euro.

 

FONTE: ANSA

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/03/18/psico-setta-onde-delta-processo-a-nuoro_5efba675-a6b9-4d6c-a2dc-986cec1e8b62.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...