Fermati e arrestati in Montenegro cittadini russi e giapponesi appartenenti alla setta apocalittica Aum Shinrikyo. Il gruppo non disponeva di regolari permessi di soggiorno. Verranno espulsi

28 Marzo 2016

Il Montenegro espelle presunti membri di una setta  giapponese

Il Montenegro espelle più di 50 cittadini russi e quattro cittadini giapponesi sospettati di essere membri di Aum Shinrikyo, una setta religiosa giapponese che attaccò la metropolitana di Tokyo con il sarin nel 1995.

di Dusica Tomovic
Immagine di repertorio

Un gruppo di cittadini russi e giapponesi arrestati in Montenegro sarà espulso entro la mezzanotte di lunedì dopo che è emerso che non disponevano di permessi di soggiorno temporanei che consentono di risiedere nel paese per più di 30 giorni. In un raid congiunto della polizia e della National Security Agency, 55 russi e quattro cittadini giapponesi sono stati arrestati venerdì a Podgorica e nella vicina città di Danilovgrad.

“La detenzione è stata determinata dalle informazioni in possesso alla polizia del Montenegro su un possibile coinvolgimento nella criminalità organizzata internazionale”, ha reso noto sabato in una dichiarazione il ministero degli esteri russo.

Dopo l’interrogatorio di sabato sono stati tutti rilasciati  e non sono state formalizzate accuse a loro carico, ma ora saranno espulsi.

“In considerazione del fatto che il soggiorno degli stranieri in Montenegro non era stato registrato in conformità con le procedure standard, devono essere al più presto espulsi dal paese”, ha precisato il ministero russo.

Secondo le informazioni dei media, gli stranieri detenuti sono membri di Aum Shinrikyo, una setta apocalittica giapponese fondata nel 1984 e proibita in un certo numero di paesi in tutto il mondo.

Aum Shinrikyo ha acquisito notorietà internazionale quando ha realizzato il letale attentato con gas sarin alla metropolitana di Tokyo nel 1995 e venne ritenuta responsabile di attacchi minori con il sarin l’anno precedente. L’attentato del 1995 causò 13 morti, più 6.000 intossicati che subiscono ancora gli effetti del gas nervino. Più di 20 anni dopo, molti dei sopravvissuti riferiscono di continuare a soffrire di problemi di vista e di senso di affaticamento.

I media in Montenegro hanno riportato la notizia che alti funzionari di polizia hanno affermato che nessuno degli stranieri arrestati ha partecipato all’attacco di Tokyo nel 1995.

Durante la loro udienza dinnanzi al giudice, i cittadini hanno sostenuto di essersi recati in Montenegro come turisti.  I membri della setta avrebbero affittato un intero albergo a Danilovgrad per dieci giorni, senza personale.

Dopo l’arresto, gli esperti forensi hanno sequestrato ai fini di  ispezione  vari dispositivi, per lo più telefoni cellulari e computer, che erano stati utilizzati dai sospetti. La polizia del Montenegro non ha ancora rilasciato una dichiarazione ufficiale per gli arresti.

 

FONTE: Balkan Insight

http://www.balkaninsight.com/en/article/montenegro-to-expel-alleged-members-of-japanese-cult-03-28-2016-1#sthash.Rf5DUCgM.dpuf

Libera traduzione a cura favisonlus

VEDI AL LINK DOCUMENTARIO DI ARCHIVIO IN LINGUA ITALIANA SULL’ATTENTATO ALLA METROPOLITANA DI TOKYO

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...