Pedinamenti, intimidazioni, tentativi di hackerare la posta elettronica…così il documentarista Louis Theroux racconta i “retroscena” durante le riprese del suo film su Scientology

8 Aprile 2016

…In un’intervista il documentarista ha svelato come, durante le riprese del film, abbia avuto le prove schiaccianti di essere pedinato da un investigatore privato. A questo clima di intimidazione si aggiungevano le telefonate dalla polizia, i tentativi di hackerare la sua posta elettronica e le innumerevoli lettere dai legali di Scientology.

È online una clip del documentario di Louis Theroux che sarà presentato anche al Tribeca Film Festival il 17 aprile

 

Louis Theroux e Karen de la Carriere

My Scientology Movie è il documentario scritto e diretto dall’inglese Louis Theroux che l’anno scorso è stato in programmazione al London Film Festival. Solitamente questo tipo di eventi riescono a dare una visibilità maggiore ai film, ma ciò non è avvenuto a questo racconto di Scientology, una delle sette religiose più discusse  e proprio per questo “affascinanti” nel senso più oscuro del termine. Nessuna clip e nessuna notizia sulla distribuzione fino a qualche giorno fa quando si è annunciato che My Scientology Movie sarà al Tribeca Film Festival, la nota kermesse fondata tra gli altri da Robert De Niro che si tiene ogni anno a New York.

Il film è stato diretto da John Dower e segue i tentativi di Theroux nell’avvicinarsi all’organizzazione religiosa nata nel 1954 negli Stati Uniti partendo dalle credenze e dalle pratiche di L. Ron Hubbard. Lo sceneggiatore classe 1970 ha tentato in diversi modi di entrare in contatto con i vertici di Scientology, chiedendo il permesso di girare un documentario sulla loro realtà, ma come si evince dalla clip che circola adesso in rete il giornalista non ha incontrato un terreno fertile per il dialogo.

Sono interessanti le dichiarazioni di Theroux circa la sua volontà di avvicinarsi a Scientology per tentare di dare delle sfumature e prospettive diverse rispetto a quelle a cui siamo abituati. È infatti innegabile che le voci che criticano la setta si sono spesso fatte sentire con forza, ma ciò che interessa prima di tutto al protagonista del film è capire il perché: perché tante persone si affidano a una religione totalizzante e dai connotati ambigui.

In un’intervista il documentarista ha svelato come, durante le riprese del film, abbia avuto le prove schiaccianti di essere pedinato da un investigatore privato. A questo clima di intimidazione si aggiungevano le telefonate dalla polizia, i tentativi di hackerare la sua posta elettronica e le innumerevoli lettere dai legali di Scientology.

Il film sarà proiettato il 17 aprile a New York, restiamo in attesa di notizie circa la distribuzione internazionale, è sicuramente un documentario che vale la pena di vedere.

 

FONTE: FARE FILM

https://farefilm.it/produzioni-e-set/louis-theroux-e-le-intimidazioni-durante-le-riprese-di-my-scientology-movie-5718

 

NOTA: Vedi in lingua inglese articolo pubblicato sul THE INDEPENDENT al link di seguito

http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/films/news/my-scientology-movie-watch-the-first-clip-from-louis-therouxs-documentary-a6972596.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...