Maghi riminesi, rispettivamente padre e figlio, indagati per truffa aggravata. Il figlio autoproclamato esperto di arti esoteriche, era già finito agli arresti per fatti analoghi

19 Aprile 2016

Mal d’amore: maghi indagati per truffa aggravata

Due riminesi avrebbero spillato 100mila euro a una donna per aiutare la figlia lasciata dal fidanzato

Mal d’amore: maghi indagati per truffa aggravata

Due maghi riminesi, rispettivamente padre e figlio, e la compagna di quest’ultimo, sono indagati dalla Procura di Rimini per truffa aggravata ai danni di una donna residente in provincia di Varese. E’ la vittima a contattare nel 2012 i sedicenti esperti in scienze occulte e arti esoteriche, dopo aver letto su un’importante rivista di astrologia il loro annuncio. La donna, infatti, è a caccia di un elisir in grado di porre fine alle sofferenze amorose della figlia, lasciata dall’ex fidanzato qualche mese prima. Così, dopo aver contattato telefonicamente i due maghi riminesi, si affida ai loro servigi sovrannaturali. Che la varesina paga a caro prezzo, tramite bonifici bancari (indirizzati in buona parte sul conto della compagna dei due maghi) e vaglia postali da migliaia di euro.

Dopo anni di continui esborsi, quantificabili complessivamente in una cifra vicina ai 100mila euro, la cliente, non vedendo la figlia ricevere alcun beneficio dai costosi riti propiziatori, comincia a nutrire seri dubbi sull’efficacia dei rimedi dei due stregoni e si decide a presentare una denuncia alla Guardia di Finanza della sua città. “Se vai dalle forze dell’ordine, sono pronto a farti la fattura della morte”, l’avrebbe minacciata uno dei due maghi, che poco tempo prima aveva preteso la bellezza di 4mila euro per un viaggio in Marocco dove avrebbe dovuto incontrare un sedicente sciamano in grado di aiutare la figlia. E’ a quel punto che i militari delle fiamme gialle di Varese effettuano delle perquisizioni nelle abitazioni degli stregoni riminesi e sequestrano i loro conti bancari, dai quali però non vi è traccia dei circa 100mila euro versati in questi anni dalla donna.

Il più giovane dei due maghi, già noto alle forze di polizia, in passato fu arrestato per aver raggirato, utilizzando nomi d’arte ad hoc, numerose altre persone residenti in diverse regioni d’Italia, le quali, identificate e interrogate dai finanzieri, fornirono importanti elementi di prova a carico del truffatore. Al momento, però, i due maghi (padre e figlio), oltre alla compagna del più giovane, sono iscritti nel registro degli indagati per truffa aggravata, in attesa che i finanzieri concludano le indagini.

 

FONTE: ROMAGNA NOI

http://www.romagnanoi.it/news/rimini/1225416/Mal-d-amore–maghi-indagati.html

Vuole un fidanzato per la figlia, dà 100mila euro al mago

Rimini, 19 aprile 2016 – Fatture d’amore per la modica cifra di 100mila euro. Tanto ha pagato una signora lombarda a un mago riminese, per costringere l’ex fidanzato della figlia a tornare dalla ragazza.

Dopo essere rimasta senza un soldo però, la donna ha denunciato il mago in questione alla Guardia di finanza e qualche tempo fa le Fiamme Gialle sono andate a bussare alla porta di un personaggio già ampiamente noto alle forze dell’ordine.

Il ‘professor Camillo Varzì» alias ‘Mago Amedeo’, al secolo Filippo Scardi, residente in Valconca, ora indagato per truffa aggravata, insieme al padre e alla compagna, e già finito alla ribalta delle cronache giudiziarie per fatti analoghi…

 

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO QUI:

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/mago-denunciato-truffa-1.2076302

 

NOTA: Di seguito un articolo di archivio concernente l’arresto di Filippo Scardi, tratto da Quotidiano Piemontese, del 4 ottobre 2011

MONDOVI’: TRUFFA DA 80 MILA EURO. IN CARCERE IL FINTO MAGO DI RIMINI

Pozioni preparate con gocce di sangue, elisir d’amore, palle di cristallo e malocchio. Come togliere la sfortuna, far innamorare e avere successo. Insomma, una magia per ogni esigenza. Il mago in questione è un certo Filippo Scardi, 42 anni, residente nei pressi di Rimini, sedicente esperto in scienze occulte e arti esoteriche, accusato dai carabinieri di Mondovì di truffa aggravata. La vittima, un 49enne del monregalese che, per anni, ha pagato il mago per i suoi servigi sovrannaturali.

I fatti: il 49enne, nella speranza di risolvere i propri problemi coniugali, aveva contattato il “professor Camillo Varzi”, pseudonimo di Scardi, che, mediante annunci su un noto periodico di astrologia, propagandava le sue presunte, capacità taumaturgiche proprio per la soluzione di ogni tipo di questione di cuore. Iniziate le pratiche d’amore, il monregalese era stato convinto dal mago si essere pervaso da forze occulte e maligne, che avevano causato l’allontanamento della moglie, neutralizzabili solo attraverso particolari “rituali d’amore” e altri definiti di “legamento di sangue” che potevano essere effettuati attraverso l’invio all’occultista di un fazzoletto intriso di gocce di sangue del cliente e il pagamento di compensi in denaro, tramite vaglia postale o assegno.

Dopo anni di continui esborsi, quantificabili, complessivamente in oltre 80mila euro, non avendo mai ricevuto alcun beneficio dai costosi riti propiziatori, il truffato ha cominciato a nutrire dubbi sull’efficacia dei rimedi del “professor Varzi” e ha presentato una denuncia alla procura della Repubblica di Mondovì. Dalle indagini svolte dalla guardia di finanza è emerso che, tra il 2008 e il 2011, Scardi,  già pregiudicato per truffa, utilizzando ulteriori alias, quali “professor Edoardo Belli”, “maestro Filippo” e “Otello”, aveva raggirato numerose altre persone residenti in diverse regioni d’Italia, le quali, identificate e interrogate dai finanzieri, hanno fornito importanti elementi di prova a carico del truffatore. In totale, gli incassi ottenuti da Scardi, con la sua attività “paranormale” ammontano a 700mila euro, circa. Ora, il mago si trova nel carcere di Rimini.

 

FONTE: Quotidiano Piemontese

http://www.quotidianopiemontese.it/2011/10/04/mondovi-truffa-da-80mila-euro-in-carcere-il-finto-mago-di-rimini/#.VxYWIHGLTIU

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...