I Testimoni di Geova producono “video didattico” anti-gay per indottrinare i bambini

3 Maggio 2016

I testimoni di Geova stanno usando questo inquietante cartone animato anti-gay per indottrinare i bambini

Il cartone animato 'insegna' sui genitori dello stesso sesso

I Testimoni di Geova hanno investito molto denaro nel finanziamento di un cartone animato che insegna ai bambini a opporsi alla genitorialità gay e a cercare di “cambiare” gli omosessuali.

Il gruppo religioso, che è noto per la sua evangelizzazione porta a porta, dispone di una serie di video altamente rifiniti sul suo sito web che impartiscono “lezioni” ai bambini.

Un video della serie si rivolge ai bambini piccoli – e li incoraggia a “Diventare amico di Geova” opponendosi all’omogenitorialità.

La ‘lezione’ ha come protagonista una bambina che parla a sua madre dopo che una sua amica ha rivelato di avere genitori dello stesso sesso.

La madre spiega: “Le persone hanno le proprie idee su ciò che è giusto e sbagliato – ma ciò che conta è cosa pensa Geova. Lui vuole che siamo felici e sa come possiamo essere più felici. Ecco perché ha creato il matrimonio nel modo in cui lo ha fatto”.

Precisando che il matrimonio è tra “un uomo e una donna”, la mamma dell’inquietante cartoon illustra: “Geova creò Adamo ed Eva, maschio e femmina. Poi lui disse che l’uomo doveva unirsi a sua moglie … Gesù disse la stessa cosa. Le norme di Geova non sono cambiate. È un po’ come se qualcuno cercasse di portare qualcosa su un aereo – che cosa succederebbe se qualcuno cercasse di portare qualcosa che non è consentito? E’ lo stesso con Geova! Lui vuole che noi siamo suoi amici e che viviamo in paradiso per sempre, ma dobbiamo seguire i suoi principi per arrivarci. Per arrivare là dobbiamo lasciare alcune cose alle spalle. Questo significa qualsiasi cosa che Geova non approva”

Jehovah's Witnesses have released this bizarre, disturbing video teaching kids to be homophobic

La mamma spiega: “La gente può cambiare, è per questo che condividiamo il suo messaggio.”

La bambina desume che dovrebbe dire alla sua amica che Geova non approva lo stile di vita dei suoi genitori, questo, conclude la mamma dell’inquietante cartoon, è “fantastico”.

 

 

Articolo originale a firma di 

 

FONTE: PinkNews

http://www.pinknews.co.uk/2016/05/03/watch-jehovahs-witnesses-are-using-this-creepy-anti-gay-cartoon-to-indoctrinate-kids/

 

Libera traduzione a cura favisonlus

 

NOTA: Leggi anche articolo pubblicato su RAW STORY al link di seguito:

https://www.rawstory.com/2016/05/watch-creepy-jehovahs-witnesses-cartoon-brainwashes-kids-into-trying-to-change-same-sex-parents/

 

NOTA 2: La versione italiana del video “Diventare amico di Geova Lezione 22: Un uomo e una donna”, è consultabile qui

https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/famiglia/bambini/diventa-amico-di-geova/

 

NOTA 3: Vedi anche in lingua italiana l’articolo  firma di Ivano Abbadessa “Il cartone dei Testimoni di Geova che fa infuriare i gruppi LGBT“, pubblicato in data 5 maggio 2016 su West, al link di seguito

http://www.west-info.eu/it/il-cartone-dei-testimoni-di-geova-che-fa-infuriare-i-gruppi-lgbt/

 

Advertisements

24 thoughts on “I Testimoni di Geova producono “video didattico” anti-gay per indottrinare i bambini”

  1. scusate ma dove sentite che la madre parla di stile di vita terrificante? Vero che il cartone è inquietante ecc ma non cadiamo nell’errore di dire falsità, per favore. “That’s awsome” detto dalla madre alla fine significa “Fantastico!”, e non si riferisce allo stile di vita dei genitori, ma a quello che la bimba avrebbe detto alla sua amica “il paradiso, la resurrezione, gli animali…”

    1. Non è una falsità, diversamente non avremmo riportato la fonte dell’articolo e il link al video. Si tratta, per quanto ci concerne, di un errore di traduzione, che tuttavia non modifica sostanzialmente il messaggio inequivocabile contenuto nel cortometraggio animato. Il riferimento al paradiso, di cui discutono la mamma e la bambina, è infatti in relazione alla vicenda della piccola Emily, amica della protagonista, che vive in una famiglia omogenitoriale, composta da due mamme e, come tale, non approvata da Geova e non degna, dunque, di “accedere al paradiso”. La ringraziamo per la cortese segnalazione. Oltre alla correzione, alla NOTA 2, abbiamo provveduto a inserire il link al video in traduzione italiana.

      Cordialmente.

  2. La maestra è l’unica persona intelligente in questa storia,
    che dice alla bambina “la cosa più importante è che due persone si amino”
    Mentre usare dio per discriminare la gente è lo scopo più meschino delle religioni (Max)
    Questi video assurdi li avevano già fatti in serie per indottrinare i bambini, e pubblicati anche su youtube anni fa 😛
    Ne avevo visto alcuni ed erano pura follia ,
    ideologia simil Isis/Talebani ..

    1. Certamente alcuni cartoons didattici di questa serie, hanno creato non poco sconcerto tra i non affiliati all’organizzazione e condividiamo, tanto più in questo caso, la sua indignazione. Vale la pena evidenziare che solo nel dicembre scorso, un ampio sondaggio condotto dal PEW RESEARCH CENTER aveva evidenziato come, negli Stati Uniti, l’accettazione dell’omosessualità fosse in aumento nella maggior parte delle denominazioni religiose cristiane. Un dato a nostro avviso interessante e significativo emerso nel sondaggio, era che tale evoluzione favorevole fosse in parte determinata dai giovani membri delle chiese. Tuttavia proprio i Testimoni di Geova sono risultati il gruppo probabilmente a più forte rifiuto dell’omosessualità.
      http://www.pewresearch.org/fact-tank/2015/12/18/most-u-s-christian-groups-grow-more-accepting-of-homosexuality/

  3. È follia invece battezzare i neonati ke nn capiscono cosa i genitori o padrini o madrine stanno facendo a loro, egoisticamente gli stanno inculcando una LORO scelta invece di lasciarli liberi di decidere da grandi ke strada seguire!
    Mentre è NORMALE insegnargli la VERITÀ da piccoli ke una famiglia è composta da papà mamma e figli, questa è solo NORMALITÀ!!

    1. Gentile Myriam, date le sue perentorie affermazioni, possiamo solo invitarla a riflettere se quanto crede e quanto ritiene NORMALE insegnare, promuova e incoraggi il principio di non discriminazione o eventualmente il contrario…

    2. ah i neonati non capiscono. invece i bambini in età elementare si? perchè è quello che la sua organizzazione incoraggia sempre più a fare da un po’ di tempo a questa parte. ovviamente i bambini di 9/10 anni comprendono bene di prendere un impegno a vita con una religione, impegno da cui non potranno più recedere pena la perdita di qualsiasi legame di amicizia e familiare… giusto?
      inoltre, per battezzarsi, un TdG deve presenziare agli incontri con degli “anziani” considerando tutta una serie di domande e principi scritturali del vostro manuale interno “organizzati”, non è così?
      il bambino in età elementare che incoraggiate a battezzarsi, capisce bene la piena portata di tutti quei principi? anche quando si parla di argomenti sessuali? quando si parla di onestà nel lavoro? nei rapporti con lo stato?
      cara miriam, la incoraggio a considerare con mente aperta ciò che la sua organizzazione le insegna, per vedere se corrisponde alla realtà. la verità… ogni religione pretende di averla. dipende se questa presunta “verità” faccia a pugni con la realtà o meno.
      è ormai chiaro che l’omosessualità non è una scelta, come vuol far intendere quel cartone, come se fosse uno zaino che si può abbandonare. come lei, presumo, è eterosessuale e nessuno potrebbe dirle di essere il contrario, gli omosessuali SONO omosessuali, non scelgono di esserlo. questa è LA REALTA’.
      in ogni caso, insegnare ai bambini che si verrà distrutti da dio (geova) per essere omosessuali (perchè è questa la vostra dottrina, per quanto vogliate deviare il discorso, non passare il check-in del cartone significa essere annientati all’armageddon di geova)… beh auguri… sono contento che l’organizzazione “JW.ORG” stia gettando la maschera e mostrandosi sempre più per quella che è.

  4. E così, dopo aver fatto pestare suo figlio, conseguenza dell’episodio accaduto con “Orion il mago guerriero”, la dolce mammina cerca di far pestare anche la figlia invitandola a commentare lo stile di vita delle mamme della sua amica.. Interessante.

  5. La Bibbia condanna l’omosessualità. Questo è un dato di fatto.
    Poi se uno non crede nella Bibbia, giustamente vive come gli pare.

    1. Chi le risponde concorda con la visione e le considerazioni espresse anche dal teologo italiano Vito Mancuso. In particolare, nel suo intervento a un convegno sull’omosessualità tenutosi presso la Sala Zuccari del Senato della Repubblica, di cui si riportano di seguito alcuni estratti, ha affermato ” L’argomento scritturistico è molto debole, non solo perché Gesù non ha detto una sola parola al riguardo, ma soprattutto perché nella Bibbia si trovano testi di ogni tipo, tra cui alcuni oggi avvertiti come eticamente insostenibili. I testi biblici che condannano le persone omosessuali io ritengo siano da collocare tra questi, accanto a quelli che incitano alla violenza o che sostengono la subordinazione della donna. E in quanto tali sono da superare […] Gli argomenti a favore si concentrano in uno solo: il diritto alla piena integrazione sociale di ogni essere umano a prescindere dagli orientamenti sessuali, così come si prescinde da età, ricchezza, istruzione, religione, colore della pelle. Accettare una persona significa accettarla anche nel suo orientamento omosessuale […] Io credo che anche la maturità di una comunità cristiana si misura sulla capacità di accoglienza di tutti i figli di Dio, così come sono venuti al mondo, nessuna dimensione esclusa”.

    2. Certo. Come parla tranquillamente anche di genocidi ordinati da dio, schiavitù, poligamia, lapidazione di figli disubbidienti…. Poi se uno vuole prendere letteralmente tutto quello che c’è scritto nella bibbia che lo prenda tutto, non solo la parte che gli fa più comodo.

  6. Mi sembra che si voglia far passare un messaggio distorto: “TESTIMONI DI GEOVA ODIANO GAY E LESBICHE” quindi insegnano, inculcano appunto l’odio verso persone che seguono questo stile di vita. Ma la realtà è diversa.

    La Bibbia dice che i cristiani devono mostrare rispetto per qualsiasi tipo di PERSONA
    1 Pietro 2:17″ Onorate [uomini e donne ) di ogni sorta, …..”

    Ma questo non significa che debbano accettare qualsiasi tipo di CONDOTTA. 1 Corinti 6:9, 10 “Che cosa! Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non siate sviati. Né fornicatori, né idolatri, né adulteri, né uomini tenuti per scopi non naturali, né uomini che giacciono con uomini, 10 né ladri, né avidi, né ubriaconi, né oltraggiatori, né rapaci erediteranno il regno di Dio.”

    https://www.jw.org/it/pubblicazioni/riviste/svegliatevi-n4-2016-agosto/bibbia-cosa-dice-su-essere-gay/

    Grazie per l’attenzione, Bruno Bargiacchi

    1. Ci permetta di risponderle rivolgendole alcune domande. Per quale motivo si vorrebbe fare passare un messaggio distorto a suo parere? . Cosa significa per lei rispettare un omosessuale? Lei crede che nel video animato le persone omosessuali, i bambini di famiglie omogenitoriali e queste ultime, siano state rispettate? E i bambini dell’organizzazione geovista, a suo parere, come recepiranno un cartoon che dice loro che Geova non approva tutto questo, ovvero che gli omosessuali non sono degni di un paradiso e che devono semmai essere cambiati?

    2. no infatti… non è che insegnate che si debbano odiare, solo che verranno macellati ad armaghedon se non “cambiano”. giusto? cosa significa nella vostra dottrina non passare il metal detector del raccontino che la mamma fa alla bambina? risponda onestamente

      1. Lei mi chiede di rispondere onestamente alla domanda se saranno “macellate” ad Armaghedon le due persone rappresentate nel video . L’accontento subito e per farlo, senza fare congetture, uso quella che ritengo sia la fonte più attendibile : la Bibbia. Ecco secondo questa COSA sarà distrutto ad Armaghedon

        Parola del Signore, traduzione interconfessionale
        Daniele 2:44: “ Al tempo di questi re, il Dio del cielo susciterà un regno che non sarà mai distrutto e non cederà mai il dominio a un’altra nazione. Questo regno durerà per sempre, dopo aver distrutto tutti i REGNI precedenti e aver messo fine alla loro esistenza”
        Apocalisse 19:17, 18: “Poi vidi un angelo, in piedi nel sole. Egli chiamò a gran voce tutti gli uccelli che volano alto nel cielo: ‘Venite, radunatevi per il grande banchetto di Dio: mangerete carne di RE, di COMANDANTI MILITARI, di EROI, di cavalli e di CAVALIERI, di UOMINI liberi e di schiavi, di piccoli e di grandi’.
        Prima lettera di Giovanni . 2:16, 17: “ Questo è il mondo: voler soddisfare il proprio egoismo, accendersi di passione per tutto quel che si vede, essere superbi di quel che si possiede. Tutto ciò viene dal mondo, non viene da Dio Padre.
        Il mondo però se ne va, e tutto quel che l’uomo desidera nel mondo non dura. Invece chi fa la volontà di Dio vive per sempre.”
        Apocalisse 21:8: “ Ma i VIGLIACCHI, i MISCREDENTI, i DEPRAVATI, gli ASSASSINI, gli SVERGOGNATI, i CIARLATANI, gli IDOLATRIe tutti i BUGIARDI andranno a finire nel lago ardente di fuoco e di zolfo. Questa è la seconda morte'”.

        Io Mi guardo bene dal dire CHI in quel momento risponde a queste caratteristiche poiché non sarò ne io ne alcun altro ESSERTE UMANO ad emanare il giudizio, anche perchè potrei essere io stesso meritevole di un giudizio avverso. Ribadisco, il video si limita ad esaminare un argomento e ad esporre ciò che La Bibbia dice su questo. Ci si può credere o no, si può decidere di accettarlo o no. ………Ma questo è un altro discorso,
        Se vuole approfondire questo e altri argomenti https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/domande/
        E li le si aprirà un mondo di domande e risposte dove soddisfare le sue curiositàBuona serata Bruno Bargiacchi

  7. “Ci permetta di risponderle rivolgendole alcune domande. Per quale motivo si vorrebbe fare passare un messaggio distorto a suo parere? .”
    L’ho già scritto, ma lo ripeto: noi non condanniamo le persone ma le pratiche, e voi scrivete” video anti-gay per indottrinare i bambini”.

    “ Cosa significa per lei rispettare un omosessuale? “
    Io ho messo un link che rimandava ad un articolo il quale dice testualmente: I Testimoni di Geova scelgono di vivere secondo il codice morale stabilito dalla Bibbia. Non approvano i comportamenti che vengono condannati dalla Bibbia. Ma non prendono in giro le persone che vivono in modo diverso da loro, né le trattano male.

    “Lei crede che nel video animato le persone omosessuali, i bambini di famiglie omogenitoriali e queste ultime, siano state rispettate?”
    Assolutamente si poiché la madre non incoraggia la figlia a evitare l’amichetta o a farle la predica, ma le espone coerentemente quello che dice la bibbia dopo di che la incoraggia a parlarle del messaggio incoraggiante che questa contiene.

    “ E i bambini dell’organizzazione geovista, a suo parere, come recepiranno un cartoon che dice loro che Geova non approva tutto questo, ovvero che gli omosessuali non sono degni di un paradiso e che devono semmai essere cambiati?”
    Io non ho bisogno di fare congetture, conosco bene i bambini figli di testimoni di Geova e conosco i genitori che si sforzano di educarli secondo i principi biblici. Li non si dice che solo gli omosessuali “ non sono degni…” ma casomai tutti coloro che non seguono certe “regole” e fa l’esempio di chi vuol prendere un aereo. Dopo di che è la persona stessa che SE VUOLE prendere quell’aereo deve cambiare (lasciare qualche cosa), non siamo certo noi che possiamo obbligarli a farlo.

    Con questo la saluto e la ringrazio delle domande, inoltre ha la mia e-mail, se vuole le do tutti i miei recapiti così che possiamo riparlarne e chi sa, anche a voce , visto che molte volte ci si spiega anche meglio guardandoci in faccia. Cordialmente Bruno Bargiacchi

    1. Gentile sig. Bruno la ringraziamo per aver dato seguito alle nostra richiesta e per il suo cortese invito. Siamo certamente a sua disposizione laddove volesse incontrarci per approfondire questa o altre questioni, presso la sede dell’associazione Favis. I nostri recapiti sono disponibili su questo blog o sul sito http://www.favis.org Tornando all’oggetto di questi commenti, pur senza voler sollevare polemiche, a nostro conto, del tutto improduttive, riteniamo che le argomentazioni da lei proposte non modifichino affatto la sostanza di quanto lo stesso cortometraggio animato pone in evidenza, così come riportato nell’articolo.
      Se per ipotesi, in ambito scolastico, uno studente educato come Testimone di Geova, si trovasse nella condizione di essere accettato dal gruppo dei pari, solo nascondendo il suo credo o cambiandolo o ancora dovendo fingere di avere convinzioni che non ha, pena, ad es, l’esclusione sociale, molto probabilmente non le verrebbe difficile riconoscere una forma di grave discriminazione nei confronti di quell’allievo. Siamo certi lei sia in perfetta buona fede ritenendo che l’organizzazione geovista “non prenda in giro o tratti male chi è diverso da voi” oppure che i Testimoni di Geova” non condannino le persone ma le pratiche”, eppure un credente omosessuale, si troverà nell’organizzazione geovista, nella medesima condizione di quello studente. Solo nascondendo o negando la propria sessualità o conducendo una vita casta o falsamente eterosessuale o comunque cambiando il suo stesso orientamento potrà non incorrere nell’esclusione sociale. In una cornice di questo tipo, che non riteniamo di esagerare definendo omofobica, la “condanna” riguarda evidentemente la stessa persona omosessuale.
      Nel video didattico “Un uomo e una donna”, la piccola protagonista non riceve, di fatto, alcun tipo di educazione alla seppur minima comprensione e al rispetto dell’altro, ma un mero messaggio inquietante e univoco: gli omosessuali e le famiglie omogenitoriali, anche se si vogliono bene, non sono approvate da Dio, non sono degne di benedizioni paradisiache.
      Non sappiamo se i fedeli geovisti adulti abbiano modo di apprendere attraverso la stampa prodotta dalla Società Torre di Guardia, ad es., quale sia in tema di omosessualità e omoparentalità, lo state dell’arte in letteratura scientifica. Ma, dal nostro punto di vista, e auspichiamo lei concordi, un’etica del rispetto e dell’accettazione del diverso, non può generarsi in assenza di conoscenza. Pregiudizi e stereotipi dannosi , quali, a nostro parere, ritenere, ancor oggi, innaturale e peccaminosa la relazione omosessuale, possono determinare varie e perniciose forme di discriminazione, anche non percepite come tali dagli autori delle medesime, convinti sia sufficiente non deridere o maltrattare apertamente un essere umano, per non lederne la sua dignità. E’ infine innegabile che la letteratura biblica sia debitrice, verso le varie epoche nelle quali fu scritta, di molti dei suoi modelli di espressione e di pensiero. Chi le sta rispondendo, non può che augurarsi che le organizzazioni religiose sappiano tenerne debito conto anche e soprattutto in rapporto a tematiche importanti come quella trattata.

      Saluti cordiali

      1. “Se per ipotesi, in ambito scolastico, uno studente educato come Testimone di Geova, si trovasse nella condizione di essere accettato dal gruppo dei pari, solo nascondendo il suo credo o cambiandolo o ancora dovendo fingere di avere convinzioni che non ha, pena, ad es, l’esclusione sociale, molto probabilmente non le verrebbe difficile riconoscere una forma di grave discriminazione nei confronti di quell’allievo…….”

        Non c’è bisogno di fare ipotesi, queste eventualità si sono già verificate,si stanno verificando e si verificheranno. Chi è educato come Testimone di Geova però è convinto, crede e trova conforto dalle parole dell’apostolo Pietro nella sua prima lettera al capitolo 4 versetto15,16 :”  1Nessuno di voi si metta nella condizione di subire castighi perché è assassino o ladro o delinquente o spione. 1Ma se uno soffre perché è cristiano, allora non abbia vergogna. Anzi, ringrazi Dio di portare questo nome.” (traduzione biblica interconfessionale Parola del Signore)

        “Non sappiamo se i fedeli geovisti adulti abbiano modo di apprendere attraverso la stampa prodotta dalla Società Torre di Guardia, ad es., quale sia in tema di omosessualità e omoparentalità, lo state dell’arte in letteratura scientifica.”

        Ogni uno può costatare da se, https://www.jw.org/it/
        Inoltre I Testimoni di Geova sanno leggere e LEGGONO anche altre fonti,non solo la loro letteratura, ma questo lo si può scoprire solo conoscendoli BENE e personalmente, non per sentito dire specialmente da chi ha lasciato o è stato espulso da quella organizzazione. Come può costui o costei essere obbiettivo? Ma lasciamo perdere, anzi mi scuso per questa divagazione e sono io che la ringrazio per lo spazio concessomi. Cordialmente Bruno Bargiacchi

      2. “Se per ipotesi, in ambito scolastico, uno studente educato come Testimone di Geova, si trovasse nella condizione di essere accettato dal gruppo dei pari, solo nascondendo il suo credo o cambiandolo o ancora dovendo fingere di avere convinzioni che non ha, pena, ad es, l’esclusione sociale, molto probabilmente non le verrebbe difficile riconoscere una forma di grave discriminazione nei confronti di quell’allievo…….”
        Non c’è bisogno di fare ipotesi, queste eventualità si sono già verificate,si stanno verificando e si verificheranno. Chi è educato come Testimone di Geova però è convinto, crede e trova conforto dalle parole dell’apostolo Pietro nella sua prima lettera al capitolo 4 versetto15,16 :”  1Nessuno di voi si metta nella condizione di subire castighi perché è assassino o ladro o delinquente o spione. 1Ma se uno soffre perché è cristiano, allora non abbia vergogna. Anzi, ringrazi Dio di portare questo nome.” (traduzione biblica interconfessionale Parola del Signore)

        “Non sappiamo se i fedeli geovisti adulti abbiano modo di apprendere attraverso la stampa prodotta dalla Società Torre di Guardia, ad es., quale sia in tema di omosessualità e omoparentalità, lo state dell’arte in letteratura scientifica.”

        Ogni uno può costatare da se, https://www.jw.org/it/ Inoltre I Testimoni di Geova sanno leggere e LEGGONO anche altre fonti,non solo la loro letteratura, ma questo lo si può scoprire solo conoscendoli BENE e personalmente, non per sentito dire specialmente da chi ha lasciato o è stato espulso da quella organizzazione. Come può costui o costei essere obbiettivo? Ma lasciamo perdere, anzi mi scuso per questa divagazione e sono io che la ringrazio per lo spazio concessomi. Cordialmente Bruno Bargiacchi

      3. Gentile Bruno, forse non siamo riusciti a spiegare adeguatamente il nostro pensiero, caso in cui le rivolgiamo le nostre sentite scuse, tuttavia le assicuriamo che quanto scritto aveva quale unica finalità la riflessione su una realtà che riguarda peraltro molte confessioni religiose e non solo cristiane. Né abbiamo certo inteso sostenere che i Testimoni di Geova non leggano , ma ci siamo chiesti, non sapendolo, se la Società Torre di Guardia promuova una reale etica del rispetto e dell’accettazione del diverso e dunque una chiesa composta di persone responsabili e culturalmente consapevoli, anche attraverso adeguati riferimenti alla letteratura scientifica. La sua riflessione finale merita una conversazione a parte, sempre lei voglia usufruire ancora di questo spazio. Per quanto ci riguarda ha tutta la nostra disponibilità. Per concludere ci permettiamo anche noi una divagazione, segnalando una notizia apparsa ieri e che si riferisce alla Chiesa metodista. 111 pastori, diaconi, anziani e candidati al ministero, (gay, lesbiche e bisessuali), hanno sottoscritto una lettera chiedendo di poter attuare il loro servizio ministeriale senza dover più nascondere, a seguito del divieto della chiesa, il loro orientamento e la loro identità di genere. Lo riteniamo un passo importante affinché, in questo caso la Chiesa metodista, s’interroghi approfonditamente sulla questione e realizzi un effettivo contatto dialogico con quei membri del clero e i credenti omosessuali. Fatto, dal nostro punto di vista, assolutamente auspicabile e necessario in qualunque contesto, religioso o laico che sia.

        Cordialità.

        http://edition.cnn.com/2016/05/09/living/methodist-clergy-lgbt/index.html

  8. Il video è davvero bellissimo. Sorvola un po’ sul fatto che Adamo ed Eva hanno avuto solo 3 figli maschi, uno dei quali fratricida e poco raccomandabile come padre, l’altro campato ben 130 anni nei quali ha avuto un sacco di figli… ma con chi? Forse questo romanzo sul quale basano tutta la loro saggezza ha una trama un po’ confusa e come dicono altri, Adamo ed Eva hanno avuto anche sufficienti figlie femmine per ottemperare all’ordine: “andate e moltiplicatevi”. Forse hanno buone ragioni per sostenere la sacralità dell’eterosessualità. Però allora Geova aveva un preciso progetto anche su l’incesto… bisogna che insegnino anche questa cosa ai loro bambini. Non si possono avere due papà e non si possono avere due mamme ma, si devono avere un papà e una mamma che sono anche zio e zia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...