Francia. “Vita occulta” del fondatore e adepti manipolati. Così una comunità evangelica decide di sciogliersi

3 Giungo 2016

Sciolta una comunità evangelica dell’Alta-Garonna, caratterizzata da un contesto settario

In un comunicato diffuso mercoledì 1 giugno sul sito evangelico « Info chrétienne » la comunità evangelica “de l’Espoir”, con sede a Ganties (Alta Garonna), ha annunciato il suo scioglimento dopo la scoperta della vita “segreta” del proprio fondatore, il pastore Olivier Freyre, accusato di manipolazione mentale dagli ex membri.

 

Ben inserita nel comune di Ganties, in collegamento con le autorità e attiva sul campo, la piccola comunità evangelica della Speranza ( communauté de l’Espoir ) ha annunciato la sua auto-dissoluzione in un comunicato pubblicato sul proprio sito e ripreso il 1 giugno da Info chrétienne.

« Olivier Freyre, fondatore e predicatore di questa missione, si è purtroppo rivelato essere un lupo travestito da agnello. È un falso cristo e un falso profeta”, hanno affermano gli ex membri, annunciando il suo ricovero ospedaliero, poiché ” seriamente malato e bisognoso di sostegno e di una fondamentale cura psichiatrica”.

Secondo tale comunicato il pastore Freyre «viveva da molti anni nell’adulterio e in numerosi altri peccati della carne» in «modo nascosto».

 

UN FONDATORE SEDUTTORE E MANIPOLATORE

Gli ex membri, una cinquantina, vivevano a Ganties in diverse strutture confinanti e condividevano fino a pochissimo tempo fa una vita dalla forte dimensione comunitaria.
Nel loro messaggio, hanno riconosciuto che «più persone avendo frequentato la missione avevano tentato di avvertirli in diversi modi e da molti anni».

«Perdono per non avere saputo e potuto ascoltarvi» hanno aggiunto nel comunicato, manifestamente afflitti.  «Chiediamo sinceramente e con tutto il nostro cuore, perdono a tutti coloro che sono stati feriti, colpiti, colpevolizzati e sedotti dal falso ministero di questo uomo».

Il pastore Freyre «ha abusato delle persone che siamo e che lo circondavano con la manipolazione, la seduzione, il senso di colpa e la paura (…) predicando un falso Vangelo ed esercitando un’autorità indebita».

«Siamo le prime vittime, ma pensiamo e preghiamo per ogni persona che è stata violata (…), continuano i membri nella loro lettera. «Lascia dietro lui delle vite spezzate». 

 

ELEMENTI PREOCCUPANTI DA LUNGO TEMPO

Sentito da La Croix, il pastore Bernard Gisquet, presidente dell’Unione delle Assemblee di Dio della regione del Midi-Pirenei, ha evidenziato di aver lui stesso avvertito il Consiglio nazionale degli evangelici di Francia, CNEF, di tale scioglimento di cui era stato informato, senza che sussista dunque alcun legame formale tra il suo gruppo di chiese e l’associazione l’Espoir.

«Nel 2013, vivamente preoccupato per le voci che mi arrivavano, avevo chiesto che fosse ritirato il nome di questa comunità dal sito http://www.eglises.org che recensisce le chiese evangeliche in Francia, ha precisato parlando di voci relative al «potente ascendente» che esercitava sui suoi adepti questo « leader assoluto».

Bernard Gisquet dovrà presto recarsi alla Prefettura dell’Alta-Garonne accompagnato del presidente del polo della Federazione protestante di Francia, Didier Bernis, per discutere il caso di questa comunità e tentare di schiarire la situazione.

 

FONTE: LA CROIX

http://www.la-croix.com/Urbi-et-Orbi/France/Une-communaute-evangelique-de-Haute-Garonne-dissoute-sur-fond-de-derives-sectaires-2016-06-03-1200766211

 

Libera traduzione a cura favisonlus

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...