Il Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto (MISA) pubblicizza documentario di propaganda omofoba

26 Giugno 2015

SODOM. Si tratta di un prodotto anti-gay che funziona, nella struttura narrativa, come il più celebre documentario antisemita della Germania nazista, ossia Der Ewige Jude (L’ebreo errante), realizzato nel 1940 da Frantz Hippler e supervisionato da Joseph Goebbels. ] Il paragone non è casuale. In entrambi i casi, infatti, si tratta di documentari che presentano un mondo falsato, la cui interpretazione è corroborata da opinioni violente che diventano fatti (gli ebrei criminali da una parte, gli omosessuali perversi e satanici dall’altra).

Le immagini vengono commentate e inquadrate in modo tale che il pubblico abbandoni qualsiasi giudizio sull’opera in sé e si disponga a una totale accettazione, giocata sulle emozioni, delle tesi proposte. D’altra parte, entrambi i film sono supportati da dati manipolati e da aneddoti inventati…

PLAYING THE GENDER CARD )

MISA PROMUOVE IL DELIRANTE DOCUMENTARIO ANTI-GAY DI ARKADY MAMONTOV

 

PREMESSA:

Nel dicembre 2014 gayburg, il noto blog italiano di informazione, attualità e cultura gay, descriveva l’allucinante film russo di propaganda omofoba Содом (SODOM) realizzato dal regista Arkady Mamontov e presentato ufficialmente nel settembre del 2014 durante il Forum di Mosca “Large Family and The Future of Humanity” , con queste parole“… il video inizia fin da subito a tentare di associare i gay al satanismo attraverso musiche angoscianti ed immagini di mostri, bambini, occhi che piangono, bambole spezzate e gargoyles medievali. Immancabile anche il tentativo di utilizzare l’orientamento sessuale e la pedofilia (quasi fossero sinonimi) e le citazioni bibliche con tanto di immagini riprese in Terra Santa che mostrano una roccia che sembra avere impressa l’impronta di un piede di bimbo: un bambino pietrificato al tempo Biblico, dicono, vittima di un castigo divino che si riversa sul mondo odierno a causa del movimento lgbt. […] Tra le interviste mostrate spiccano quelle all’americano Scott Lively, l’evangelico noto in tutto il mondo per la ferocia delle sue crociate anti-lgbt, che ai microfoni russi spiega come i gay vogliano ottenere sempre più diritti con l’unico scopo di ridurre in schiavitù gli eterosessuali. Poi c’è pure l’italiano Luca di Tolve, impegnato a sostenere che con l’aiuto di Dio l’omosessualità possa essere “curata”. Altri “esperti” spiegano come i gay porteranno alla nascita di una razza non umana o come i bambini siano creati in provetta per i capricci dei gay (anche se spesso ciò li porta a nascere malati)...>>

http://gayburg.blogspot.it/2014/12/un-documentario-russo-i-gay-causeranno.html

Se questo breve ma pur significativo estratto consente già di farsi un’idea dei contenuti del documentario (mandato in onda nel maggio del 2015 sul canale televisivo statale russo Rossiya-1 e ancor prima diffuso in formato DVD tra attivisti anti-LGBT e pubblicato online da utenti e da associazioni pro-life così da ampliare il pubblico di riferimento), meritano, a parere di chi scrive, uno sguardo attento, due articoli pubblicati sul blog Playingthegendercard, che offrono un’analisi acuta e particolarmente informata e approfondita, tanto del film, (nelle sue tre versioni, due in russo e una in inglese), quanto dei contesti politici in cui si inserì. Di seguito i link alle pagine per gli eventuali lettori interessati

https://playingthegendercard.wordpress.com/2016/04/09/sodom-il-mondo-disattento-alle-cose-delicate/

https://playingthegendercard.wordpress.com/2016/04/17/sodom-ii-testi-e-contesti/

 

MISA, SODOM E I “VERI DIRITTI UMANI”

Con considerazioni analoghe a quelle sostenute dal regista russo, ieri, anche il canale tv del Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto (MISA yoga), una controversa organizzazione con ramificazioni internazionali e presente anche nel nostro paese, ha deciso di promuovere il documentario nella versione inglese.

L’ omosessualità, come la vediamo oggi, è il risultato di un progetto di manipolazione di massa ideato dal Tavistock Institute of Human Relations di Londra… Quando si parla di progetti creati dalle élite, non parliamo di avvenimenti che si produrranno in cinque anni, ma di piani a lungo termine: 50-100 anni. Il progetto dell’odierna omosessualità è stato avviato immediatamente dopo la seconda guerra mondiale…Ci sono innumerevoli violazioni dei diritti umani in tutto il mondo. Le persone vengono uccise, torturate, vivono in campi profughi….Questa organizzazione invece di concentrarsi sulle reali esigenze delle persone in tutto il mondo, cerca di convincere la società che l’omosessualità è un diritto umano! Stanzia ingenti somme di denaro per promuovere il suo progetto invece di occuparsi dei veri diritti umani“.

Idee deliranti e parole intrise di fanatismo e intolleranza quelle che si leggono sul canale tv di MISA a corredo del film di Arkady Mamontovche demonizzano la stessa promozione dei diritti umani, e gettano, al contempo, un’ulteriore ombra sul controverso movimento spirituale, (vedi note a margine), che sostiene, paradossalmente, anche attraverso associazioni capeggiate da alcuni dei suoi esponenti, quali SOTERIA INTERNATIONAL e LAYMS, di battersi per la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali, in barba al primo articolo della stessa Dichiarazione Universale dei Diritti Umani <<Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti>>.

 

NOTA: IL DOCUMENTARIO OMOFOBO SOTTOTITOLATO IN ITALIANO

 

NOTA SUL LEADER SPIRITUALE DI MISA: I curatori di questo blog si sono occupati a più riprese delle vicende che hanno visto protagonista il rumeno Gregorian Bivolaru, fondatore e leader del movimento MISA, condannato nel 2013  in contumacia dall’Alta Corte di Cassazione e Giustizia rumena a 6 anni di reclusione per abusi su minore. Latitante, Bivolru aveva ottenuto asilo politico dalla Svezia, status di cui continua a godere. Tuttavia l’Europol lo aveva recentemente inserito nella lista dei 45 most wanted insieme a individui come Salah Abdeslam, ricercato per il coinvolgimento negli attentati terroristici compiuti a Parig. Il 26 febbraio 2016 il leader spirituale di Misa è stato catturato con passaporto falso al Salone del libro antico, a Porte de  Champerret a Parigi, a seguito dell’intervento degli agenti specializzati della Brigata Nazionale Francese per la ricerca dei Fuggitivi (BNRF), un servizio di polizia giudiziaria francese. Lo scorso 8 giugno, i magistrati francesi, dopo alcuni rinvii finalizzati a esaminare la posizione dell’arrestato, hanno infine accolto la richiesta di estradizione presentata dalle autorità rumene (pronuncia non esecutiva). Bivolaru e altri adepti di Misa sono stati oggetto anche di attività investigativa da parte della procura fiorentina, da cui si attendono gli esiti.

Ulteriori approfondimenti sulle vicende accennate sono consultabili qui:

https://favisonlus.wordpress.com/?s=gregorian+bivolaru

 

 

Al link di seguito il testo integrale in margine al video pubblicato da MISA tv

http://misatv.ro/un-documentar-socant-despre-propaganda-homosexuala-si-pedofila/

 

Annunci

One thought on “Il Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto (MISA) pubblicizza documentario di propaganda omofoba”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...