Confermate condanne in appello per il guru-profeta del Forteto e per il suo braccio destro. Pene, in parte ridotte.

15 Luglio 2016

«Finalmente, ora speriamo che il negazionismo di parte della politica mugellana venga meno…»

Sergio Pietracito, presidente dell’associazione delle vittime

«L’impianto accusatorio della Procura ha retto: la corte d”appello ha confermato oggi in via definitiva nel merito che il Forteto è stato una setta dove per anni, nella copertura delle istituzioni, si sono perpetrati abusi e maltrattamenti gravissimi…»

Giovanni Donzelli

«Non avevamo alcun dubbio, convinti come siamo che la verità processuale coincida con quanto abbiamo ascoltato dalle vittime che, oggi, si vedono riconosciuta una nuova tessera nel puzzle della giustizia che spetta loro e si conferma la validità dell’ impianto accusatorio sul sistema Forteto che era emerso dalla prima sentenza e dalle due commissioni regionali d’inchiesta».

Stefano Mugnai

Forteto: Fiesoli, nuova condanna ma pena ridotta in appello

 

(ANSA) – FIRENZE, 15 LUG – Nuova condanna ma pena ridotta in appello per Rodolfo Fiesoli, fondatore e ‘guru’ della comunità per minori in difficoltà il Forteto in Mugello (Firenze), imputato di violenze nei confronti degli ospiti della struttura.
I giudici di secondo grado hanno inflitto a Fiesoli una pena a 15 anni e 10 mesi di reclusione: in primo grado la condanna era stata a 17 anni e mezzo. La riduzione si lega alla prescrizione delle accuse per alcuni episodi contestati a Fiesoli. Riduzione di pena da 8 a 6 anni poi per Luigi Goffredi, indicato come il braccio destro di Fiesoli. Per gli altri imputati – in tutto era 16 – ci sono state assoluzioni e altre riduzioni di pena.
Lunga la camera di consiglio della corte d’appello: ritiratasi nella tarda mattinata di ieri è poi rientrata in aula per la lettura della sentenza stasera.

FONTE: ANSA

http://www.ansa.it/toscana/notizie/2016/07/15/forteto-fiesoli-nuova-condanna-ma-pena-ridotta-in-appello_633ed5b1-6b6a-4bd7-9899-3cb40130425a.html

 

Forteto, Fiesoli condannato in appello a 15 anni

Regge l’impianto accusatorio della procura. Pene, in parte, ridotte: per Goffredi 6 anni. Assolto l’ex presidente della cooperativa

di Valentina Marotta e Giulio Gori

Di nuovo condannato il profeta Rodolfo Fiesoli nella sentenza d’appello sul Forteto: malgrado pene ridotte e qualche assoluzione, regge l’impianto accusatorio della Procura (sostenuta dal sostituto procuratore generale Adolfo Sgambaro e dalla pm Ornella Galeotti) che, un anno fa, in primo grado aveva portato alla condanna di 16 imputati, accusati a vario titolo per violenze e maltrattamenti.

15 anni e 10 mesi a Fiesoli

La Corte d’Appello di Firenze ha inflitto 15 anni e 10 mesi (anziché 17 e mezzo) al «profeta» Rodolfo Fiesoli, il principale imputato, fondatore e per molti anni leader incontrastato della comunità agricola mugellana…

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO QUI

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/16_luglio_15/forteto-15-anni-fiesoli-b6acce9a-4abf-11e6-b078-664896d90e19.shtml

Forteto, l’appello riduce le pene a Fiesoli e soci

Oltre 32 ore di camera di consiglio per arrivare alla sentenza di secondo grado

di MASSIMO MUGNAINI

Luigi Goffredi, braccio destro del “profeta” del Forteto

Nuova condanna ma pena ridotta in appello per Rodolfo Fiesoli, fondatore e ‘guru’ della comunità per minori in difficoltà il Forteto in Mugello (Firenze), imputato di violenze nei confronti degli ospiti della struttura. I giudici di secondo grado hanno inflitto a Fiesoli una pena a 15 anni e 10 mesi di reclusione: in primo grado la condanna era stata a 17 anni e mezzo. La riduzione si lega alla prescrizione delle accuse per alcuni episodi contestati a Fiesoli.  Riduzione di pena da 8 a 6 anni poi per Luigi Goffredi, indicato come il braccio destro di Fiesoli. Lunga la camera di consiglio della corte d’appello: ritiratasi nella tarda mattinata di ieri è poi rientrata in aula per la lettura della sentenza stasera, dopo oltre 32 ore.

Luigi Goffredi, considerato l’ideologo del Forteto si è visto la pena ridotta da 8 a sei anni. Riduzione più consistente per Daniela Tardani: in primo grado il giudice Marco Bouchard l’aveva condannata a 7 anni ora il collegio composto dai giudici Luciana Cicerchio (presidente), Alberto Panu e Angela Annese, l’ha ridotta a 3 anni e due mesi. Due anni e 8 mesi a Francesco Bacci e Stefano Sarti, due anni e 9 mesi per Mariella Consorti, due anni e due mesi a Francesca Tardani. Pene ridotte e alcune prescrizioni per gli altri imputati.

La battaglia fra accusa e difesa nel processo è ruotata attorno a un unico tema: in primo grado è stato rispettato il diritto costituzionale alla difesa del principale imputato, il capo della comunità Rodolfo Fiesoli e degli altri 22 soci accusati con lui di maltrattamenti? Secondo la corte sì. Nel processo invece i difensori sostenevano di no.

 

FONTE: LA REPUBBLICA (Firenze)

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2016/07/15/news/forteto_l_appello_riduce_le_pene_a_fiesoli_e_soci-144190867/

 

NOTA: Vedi anche articoli pubblicati sul Sito di Firenze e su Il Giornale, ai link di seguito:

http://www.ilsitodifirenze.it/content/228-forteto-al-processo-dappello-condanne-e-assoluzioni-pene-ridotte

http://www.ilgiornale.it/news/politica/forteto-corte-dappello-riduce-condanne-fiesoli-e-goffredi-1284853.html

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...