CASO FORTETO. NELLA RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO, APPROVATA ALL’UNANIMITA’, SOLIDARIETA’ ALLE VITTIME E L’ IMPEGNO DEL PRESIDENTE A FARSI PROMOTORE PRESSO IL GOVERNO NAZIONALE, DELLA REINTRODUZIONE DEL REATO DI PLAGIO

27 Luglio 2016

Forteto, in consiglio regionale la solidarietà alle vittime

“Piena ed incondizionata solidarietà a tutte le vittime del Forteto ed una ferma e risoluta condanna per i fatti di inaudita gravità che si sono consumati durante i tanti anni di attività della comunità”, e “soddisfazione per la condanna confermata nella recente sentenza da parte della Corte d’appello di Firenze in cui si è definitivamente affermata giustizia con le pene inflitte a coloro che si sono resi responsabili ripetutamente di gravi atti di violenza fisica e psicologica all’interno della comunità del Forteto”. E’ quanto esprime una risoluzione approvata all’unanimità dal Consiglio regionale toscano. La risoluzione è stata presentata in occasione della relazione finale della commissione di inchiesta ‘bis’ sulle vicende del Forteto e le responsabilità politico-istituzionali. Firmatari del documento tutti i partecipanti alla commissione e il capogruppo Pd Leonardo Marras. Il documento, impegna, tra l’altro, il presidente del Consiglio toscano a “farsi promotore di un’azione tesa a valutare e sollecitare il Governo nazionale circa la reintroduzione nel codice penale del reato di plagio”; “a garantire un’adeguata richiesta di risarcimento del danno derivante dal riconoscimento della Regione quale parte lesa”; “al potenziamento del progetto “per la riacquisizione di autonomia per minori e giovani in uscita dalla comunità Il Forteto e vittime di abusi”; “alla costituzione di uno specifico Osservatorio composto da esperti, sul fenomeno delle sette”; e “ad intraprendere ogni azione necessaria e possibile finalizzata a far sì che, all’interno della cooperativa Il Forteto, le vittime di abusi non debbano, per nessun motivo, lavorare al fianco degli abusatori o di chi, a qualunque titolo, continui ad intrattenere rapporti con la comunità”…

 

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO QUI:                                         http://www.gonews.it/2016/07/27/forteto-consiglio-regionale-la-solidarieta-alle-vittime/

 

 

NOTA 1:

Vedi anche comunicato stampa del Consiglio Regionale, al link di seguito:

http://www.consiglio.regione.toscana.it/ufficio-stampa/comunicati/comunicati_view.aspx?idc=0&id=22904

 

NOTA 2:

…La risoluzione votata, oltre ad esprimere piena solidarietà alle vittime, impegna il Presidente del consiglio regionale, Eugenio Giani, e la Giunta presieduta da Enrico Rossi su diverse questioni:

  • Spingere affinché il Governo nazionale valuti la reintroduzione nel codice penale del reato di plagio.
  • Il potenziamento del progetto per la riacquisizione di autonomia per minori e giovani in uscita dalla comunità. Senza dimenticare i disabili, per i quali è auspicabile una sistemazione diversa, e intraprendendo ogni azione necessaria per far sì che, all’interno della Cooperativa, le vittime di abusi non debbano lavorare al fianco dei colpevoli, o di chi, a qualunque titolo, continui ad intrattenere rapporti con la comunità: come, paradossalmente, avviene.
  • Costituzione di un Osservatorio composto da esperti sul fenomeno delle sette.
  • Predisposizione di una relazione entro la fine del 2016 sullo stato dei servizi di affido di minori in ogni zona socio-sanitaria della Toscana.
  • Sollecitazione per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta, che abbia poteri equiparabili a un’autorità giudiziaria, per arrivare dove non si è potuto (restano infatti molti passaggi oscuri).
  • Invito della documentazione al Ministero dello sviluppo economico, sostenendo la necessità del commissariamento per la Coop: così da recidere ogni legame col passato e rilanciare la filiera produttiva.

 

Estratto dell’articolo a firma di Simone Cosimelli “La Toscana affonda il Forteto: sì all’inchiesta parlamentare”, pubblicato il 28 luglio 2016 su Affari Italiani

http://www.affaritaliani.it/cronache/la-toscana-affonda-il-forteto-si-all-inchiesta-parlamentare-434202.html

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...