“Setta di Montecchio”. Condannato a 15 anni il santone Mauro Cioni

 

Schiavitù e violenze sessuali, condanna a 15 anni per il “santone” Cioni. Assolto il seguace Carli
Sentenza alle 14 circa. Stangata per l’ex sacerdote che per circa venti anni guidò una comunità a Montecchio.
di Nadia Frulli
Risultati immagini per martelletto verdetto
Immagine di repertorio
Quindici anni di reclusione per Mauro Cioni e assoluzione con formula piena, perché il fatto non sussiste, per il suo ex adepto Carlo Carli.
E’ stata emessa qualche minuto dopo le 14 dalla Corte di Assise di Arezzo la sentenza per il processo che vedeva sul banco degli imputati l’ex sacerdote che per circa venti anni guidò una comunità a Montecchio, e quello che fu il suo discepolo più fedelefin quando non ci fu una scissione e quest’ultimo decise di fondare una nuova comunità.Se da un lato la Corte d’Assise ha sposato in pieno la tesi della pm Angela Pietroiusti, della Dda di Firenze, che al termine della sua requisitoria, aveva chiesto per Cioni la condanna a 15 anni per violenza sessuale e riduzione in schiavitù, dall’altro non ha accolto le tesi relative alla colpevolezza di Carli, per il quale la pubblica accusa aveva chiesto 12 anni di reclusione.“Ci attendevamo un verdetto di questo tipo – ha commentato il legale Massimo Megli – la posizione di Carli era tale che a nostro avviso non andava nemmeno processato. Siamo contenti che, come richiesto dalla difesa, sia stato assolto”.

LA VICENDA


Cioni ex sacerdote oggi ultra 70enne, creò e restò al vertice di una comunità, che aveva la sua sede in un ex convento di Montecchio, per circa venti anni. Una realtà quella da lui guidata dove, secondo l’accusa, si sarebbero consumate violenze sessuali nei confronti delle adepte e all’interno della quale i fedeli avrebbero vissuto in una condizione di sudditanza psicologica che sfociava in una “condizione di schiavitù”.
A tenere soggiogate le vittime, ha sostenuto la pm, il carisma dell’ex sacerdote che con pratiche sui generis (tra le quali esorcismi che si concludevano con atti sessuali) riusciva a condizionare la vita dei suoi seguaci

 

FONTE: AREZZO Notizie

http://www.arezzonotizie.it/cronaca/schiavitu-e-violenze-sessuali-condanna-a-15-anni-per-il-santone-cioni-assolto-il-seguace-carli/

 

Condannato il ‘santone di Montecchio’, 15 anni per sesso e schiavitù

Condannato il 'santone di Montecchio', 15 anni per sesso e schiavitùLa Corte d’Assise di Arezzo ha condannato a 15 anni Mauro Cioni, ex prete, soprannominato il ‘santone di Montecchio’ di Cortona, processato per i reati di riduzione in schiavitù e violenze sessuali. Cioni è stato riconosciuto colpevole di violenze su un gruppo di donne appartenenti alla setta che aveva lui stesso fondato. Cioni sosteneva di allontanare il demonio ma in cambio chiedeva rapporti sessuali in un contesto nel quale le adepte erano psicologicamente soggiogate.

La Corte di assise ha invece assolto “perché il fatto non sussiste” l’ex collaboratore di Mauro Cioni, Carlo Carli, accusato per gli stessi reati. Carli era presente alla lettura del dispositivo da parte del presidente Silverio Tafuro. Assente in aula Cioni, che è malato e vive nella stessa struttura del cortonese dove praticava le violenze sessuali.

La Corte di Assise ha disposto per Cioni tre anni di libertà vigilata. I giudici hanno stabilito anche i risarcimenti alle parti civili, cinque: ad una vanno 20 mila euro di provvisionale, alle altre 10 mila euro.

 

FONTE: Adnkronos

http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2016/12/12/condannato-santone-montecchio-anni-per-sesso-schiavitu_3cTtFlccYSUBvCIifiDutI.html

 

Arezzo, violenza sessuale e schiavitù: ex sacerdote condannato a 15 anni
Mario Cioni a Montecchio di Cortona aveva dato vita a una comunità religiosa nella quale si sarebbero consumati abusi nei confronti delle adepte. Assolto l’ex socio, Carlo Carli

Mario Cioni, l’ex sacerdote accusato di abusi sessuali e riduzione in schiavitù, è stato condannato a quindici anni di reclusione. È questa la sentenza della corte d’assise di Arezzo, che ha invece assolto Carlo Carli, suo ex socio alla comunità di Montecchio di Cortona. Il pm Angela Pietroiusti, della Dda di Firenze, aveva chiesto 15 anni per Cioni e 12 per Carli. La vicenda prese avvio nel convento di Montecchio dove Cioni aveva dato vita a una comunità religiosa che aveva diretto per circa due decenni prima come sacerdote poi, una volta uscito dalla chiesa, come una sorta di ‘santone’.

Secondo l’accusa l’ex sacerdote avrebbe guidato la comunità utilizzando metodi violenti. Stando a quanto emerso in corte d’assise, in base alle indagini condotte dalla Dda di Firenze, nella comunità si sarebbero consumati anche abusi sessuali nei confronti delle adepte e i fedeli vivevano in una condizione di sudditanza psicologica che sarebbe sfociata in schiavitù. A far partire le indagini una serie di segnalazioni e denunce. Cioni dovrà anche pagare 30 mila euro di provvisionale come risarcimento alle cinque parti civili costituitesi in giudizio

 

FONTE: LA REPUBBLICA (Firenze)

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2016/12/12/news/arezzo_violenza_sessuale_e_schiavitu_ex_sacerdote_condannato_a_15_anni-153957808/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...