SETTE E MINORI. The Family, gli orrori di una setta apocalittica australiana narrati in un nuovo documentario-verità

14 Febbraio 2017

…dopo aver subito anni di reclusione, brutali punizioni corporali e dosi massicce di psicofarmaci, tutti fattori che avevano contraddistinto la loro adolescenza, questi bambini furono sottoposti ad una iniziazione bizzarra che comportava l’assunzione di LSD seduti in una stanza buia…

 

Venti anni di orrore: lei era una affascinante dama diabolica

I bambini che vedete raffigurati in foto con i loro tagli di capelli così carini ed i loro abiti coordinati, appaiono in una immagine di innocenza e felicità. Ma in realtà sono i prigionieri di un leader di una setta delirante in una missione per portare all’interno dei proprio ranghi degli altri bambini in preparazione di una guerra apocalittica, il tutto con l’ausilio di droga. Anne Hamilton-Byrne, una donna caratterizzata dalla figura della madre carismatica e che ha guidato una diabolica setta in Australia, conosciuta come “La Famiglia”, pensava di essere la reincarnazione di Gesù Cristo. Rapendo diversi bambini ai rispettivi genitori sotto effetto di un vero e proprio lavaggio del cervello in quasi vent’anni, la donna ha creato un ‘esercito’ trasferendolo in una sua proprietà isolata sul lago Eildon, nello stato di Victoria. E nonostante avesse all’apparenza un comportamento servile nei confronti di questi ragazzi innocenti, le accuse di sottoporli a percosse, di privarli di cibo e persino di somministrare loro psicofarmaci a base di potenti LSD negli anni ’70 e ’80 sono ancora all’ordine del giorno. Accuse ulteriormente emerse in un documentario di imminente uscita intitolato ‘The Family’, che presenta anche le agghiaccianti testimonianze della Hamilton-Byrne stessa. Parlando della sua ossessione per la creazione di una nidiata di bambini identici, la diabolica donna ha affermato: “Ho voluto che tutti loro si considerassero come fratelli e sorelle. Li ho amati tutti coi loro vestiti uguali, piccoli grembiuli e jeans e capelli lunghi e nastri. E’ stato bellissimo e tanto bello da vedere”. E quando viene interpellata sul perché avesse imprigionato 28 bambini oltre il suo ‘regno ventennale’, risponde semplicemente: “Io amo i bambini”.

Una storia mai vista

Nata come Evelyn Edwards nel 1921 da madre malata di mente e da un padre assente, la Hamilton-Byrne lavorava come insegnante di yoga quando incontrò il fisico inglese Raynor Johnson nel 1963. L’anno successivo i due istituirono un gruppo dedicato alla diffusione di una combinazione surreale fra cristianesimo ed induismo, con Hamilton-Byrne come fulcro del tutto. Attirando i genitori con la New Age e la droga LSD, la Hamilton-Byrne li convinse a consegnare a lei la custodia dei loro bambini al fine di creare una ‘razza superiore’. Poi dopo aver subito anni di reclusione, brutali punizioni corporali e dosi massicce di psicofarmaci, tutti fattori che avevano contraddistinto la loro adolescenza, questi bambini furono sottoposti ad una iniziazione bizzarra che comportava l’assunzione di LSD seduti in una stanza buia. Tale rivoltante pratica è stata svelata quando una “figlia”, Sarah Hamilton-Byrne, venne espulsa nel 1987 per il suo comportamento ribelle e segnalò alla polizia il culto. Ora, nel nuovo documentario, altri ex bambini del Lago Eildon hanno reso noto al mondo il loro brutale calvario. Ben Shenton parla di come una volta Sarah fosse stata violentemente picchiata con una cintura per aver disobbedito agli ordini.

La malvagità fatta donna

Risultati immagini per Anne Hamilton-Byrne and children

Questa la confessione con le lacrime agli occhi: “La guardavo mentre veniva percossa con la fibbia di una cintura in maniera del tutto disumana”. Ma in seguito ad un raid della polizia avvenuto nel 1987, sei figli del culto furono salvati mentre la Hamilton-Byrne ed il marito Bill fuggirono dall’Australia. Sei anni più tardi vennero trovati dall’FBI a Hurleyville, nei pressi di New York, e furono estradati di nuovo in Australia, dove hanno affrontato l’accusa di frode in materia di registrazione di tre bambini che dichiararono come loro legittimi figli. Oggi la Hamilton-Byrnesta vivendo i suoi ultimi anni in preda alla demenza senile in una casa di cura, mentre la setta pare esista ancora e sarebbe preda di una lotta al potere tra diverse fazioni. Il detective Lex de Man, che ha condotto l’indagine sul culto, ha detto a ‘The Age’: “Il mio unico rammarico è che non è mai stata compresa del tutto la miseria che questa donna ha causato agli ex bambini della setta. Non nutro alcuna simpatia per lei, che considero anzi la persona più malvagia che abbia mai incontrato nella mia carriera in polizia”.

S.L.

 

FONTE: DIRETTA NEWS

http://www.direttanews.it/2017/02/14/anne-hamiltonbyrne-setta/

 

NOTA: Leggi anche in lingua inglese l’articolo pubblicato il 16 febbraio 2017 su Report UK al link di seguito

https://reportuk.org/2017/02/16/inside-terrifying-cult-where-kids-were-injected-with-lsd-by-jesus-christ-reincarnated/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...