Decisione definitiva della Corte d’appello di Alba Iulia. Il guru di MISA Yoga sconterà la pena per atti sessuali con una minore

9 Marzo 2017
CORTE D’APPELLO DI ALBA IULIA CONFERMA LA DECISIONE DEL TRIBUNALE DI PRIMA ISTANZA. RESPINTA LA RICHIESTA DI REVISIONE DEL PROCESSO PER IL GURU DI MISA
Risultati immagini per gregorian bivolaru alba iulia
Gregorian Bivolaru

Con sentenza definitiva la Corte d’appello di Alba Iulia ha respinto ieri la richiesta di revisione del processo presentata da Gregorian Bivolaru, noto e controverso leader spirituale del Movimento per l’Integrazione dello Spirito nell’Assoluto (MISA yoga), confermando la precedente decisione del Tribunale di prima istanza di Sibiu. L’uomo era stato condannato in contumacia dall’Alta Corte di Cassazione e Giustizia rumena a 6 anni di reclusione per il reato di atti sessuali con una minorenne.  La sentenza era stata emessa nel giugno 2013 ma il guru aveva già lasciato la Romania ottenendo asilo politico in Svezia nel 2005.

Bivolaru presso la Corte d’appello di Alba Iulia

Bivolaru era stato poi incluso nel data-base recentemente creato dall’Europol, nel quale ogni paese dell’Unione europea può inserire due nominativi nello schedario detto dei “most wanted”  (più ricercati).

Arrestato il 26 febbraio 2016 in modo incruento a Porte de Champerret dai poliziotti specializzati della Brigata Nazionale Francese per la ricerca dei Fuggitivi (BNRF), era infine stato estradato nel suo paese e immediatamente posto in reclusione. In breve tempo aveva presentato richiesta di revisione del processo.

Secondo quanto riportato dalla stampa rumena citando fonti di polizia francese, Bivolaru nel periodo della sua lunga latitanza avrebbe beneficiato di “molte ramificazioni” e “supporti” in particolare grazie ai seguaci di Misa.

Teorico della cospirazione, promotore di pseudo cure e fondatore di MISA yoga, un movimento sviluppatosi secondo molti osservatori internazionali come una vera e propria setta, l’uomo è accusato anche di altri gravi reati che nega di aver commesso, definendosi, come riportato dai quotidiani locali rumeni, un perseguitato alla stregua di Gesù Cristo.

In Italia, unitamente ad altri membri del movimento, è stato oggetto di una indagine da parte della Procura di Firenze, di cui si attendono le risultanze.

 

NOTA: Vedi approfondimenti al link

https://www.agerpres.ro/justitie/2017/03/08/apel-declarat-de-gregorian-bivolaru-respins-de-ca-alba-iulia-15-36-18

NOTA 2: Sulle precedenti notizie vedi post in lingua italiana qui:

https://favisonlus.wordpress.com/?s=gregorian+bivolaru

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...