COMUNITA’-SETTA IL FORTETO. IL PROFETA CONDANNATO IN APPELLO PER ABUSI SUI RAGAZZI ORA FA IL CHIERICHETTO

Forteto, da “profeta” a chierichetto. La nuova vita di Fiesoli / Le foto esclusive su LA NAZIONE

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/forteto-fiesoli-chiesa-1.3083859

di Stefano Brogioni

Risultati immagini per fiesoli chierichetto

Firenze, 3 maggio 2017 – Aiuta il sacerdote nella funzione della messa e raccoglie le offerte, di fronte ai ragazzini che quel giorno ricevono il sacramento della Comunione. La chiesa è una delle tante del territorio di Pelago, l’obiettivo è quello del nostro fotografo, Riccardo Germogli, la storia è quella, tristemente nota, del ‘profeta’ della comunità del Forteto condannato in Appello a quindici anni e dieci mesi di reclusione. E le contraddizioni sono tutte di un personaggio, Rodolfo Fiesoli, 76 anni, ma anche della nostra giustizia.

Una prima condanna diventata definitiva nel 1985, due pesanti sentenze di colpevolezza – l’ultima nel luglio dell’anno scorso, dopo i diciassette anni e mezzo di primo grado –, un processo fotocopia tuttora in corso. Ma lui, il guru del Forteto, è libero, liberissimo anche di frequentare la chiesa, per di più non da semplice devoto, ma da semiprotagonista, impegnato nell’attività di parrocchia.

La nuova vita di Rodolfo Fiesoli è anche questa, dunque. Riparato, ma non troppo, nel piccolo comune della Valdisieve, il padre padrone del Forteto è tornato anche agli albori. La chiesa, infatti, non rappresenta certo una folgorazione sul percorso del ’profeta’. Solo che la spiritualità, il fondatore della comunità già condannato per gli abusi sui ragazzi affidati dal tribunale dei minori, l’ha sempre plasmata a seconda delle situazioni. Secondo una liturgia tipica del Forteto: per questo il profeta, Fiesoli appunto, si muoveva in quelle che nella comunità venivano chiamate le “sacre stanze”, e proprio questi locali sono stati teatro, secondo le sentenze non ancora definitive, degli abusi contestati nel maxi processo che ha visto la condanna anche di tanti fedelissimi che non lo hanno mai abbandonato.

Un legame, quello con gli adepti della comunità-setta, che affonda le radici negli anni ’70. Riecco la chiesa: erano un gruppo di giovani che bazzicavano la parrocchia della Querce, a Prato, coloro che costituiranno poi lo zoccolo duro della comunità. Fiesoli era il più anziano, ma anche il più istrionico e sboccato. Dicono che la parrocchia lo cacciò, ma lui si portò dietro i fedelissimi e pure davanti al pubblico di Palazzo Vecchio, in una convention, Ted-X, reperibile sul web, si è sempre vantato di amicizie illustri, tra il clero.

Intorno alla conoscenza, vera o presunta, tra don Milani e il Profeta è nato un vero e proprio scontro. Di sicuro, quando scoppio la bufera dell’arresto – era il dicembre del 2011 – Fiesoli siedeva nel consiglio d’amministrazione dell’Istituzione che Vicchio ha dedicato al prete di Barbiana ed era una presenza fissa alle marce annuali. Non solo. In quel suo intervento a Palazzo Vecchio, davanti a Renzi sindaco, sbalordiva i presenti narrando di incontri con La Pira, il sindaco santo, e don Bensi.

 

FONTE: LA NAZIONE

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/forteto-fiesoli-chiesa-1.3083859

 

FORTETO, “GURU” FIESOLI FA CHIERICHETTO A PELAGO
Dal Liceo “Giotto Ulivi” 2 studenti a fare uno stage presso la cooperativa del Forteto. Preside: “non lo sapevo”. Polemiche, Fdi: “Fatto gravissimo”.

Non si spengono le polemiche sulla comunità del Forteto il cui ‘guru’, Rodolfo Fiesoli è stato condannato a in appello a 15 anni e sei mesi per gli abusi nei confronti degli ospiti, in gran parte ragazzi di famiglie disagiate. Il quotidiano La Nazione, tra l’altro, riporta oggi le foto di Fiesoli che, in attesa della Cassazione, fa il chierichetto in una chiesa nei pressi di Pontassieve (Firenze).

Ma le polemiche sono sorte su un altro aspetto: l’emittente locale Lady radio ha reso noto che due studenti del liceo “Giotto Ulivi” di Borgo San Lorenzo, avrebbero svolto uno stage alla cooperativa Il Forteto, che porta lo stesso nome e collegata alla comunità, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro. Il dirigente scolastico Filippo Gelormino, intervistato dalla stessa emittente ha detto di non essere al corrente e di essere stato informato successivamente.

Gelormino ha disposto la cancellazione degli altri stage programmati al Forteto. “Si tratta di un fatto gravissimo – commenta il consigliere regionale di Fdi Giovanni Donzelli – che ci fa capire quanto sia necessario ancora tenere alta l’attenzione sulla vicenda. Questi ragazzi hanno svolto un’attività lavorativa in una realtà dove ancora oggi operano, e in alcuni casi vivono, quasi tutti i condannati e fedelissimi di Fiesoli. Ad oggi in Consiglio regionale della Toscana non sono mai arrivati i contratti d’affitto della cooperativa di coloro che, fra questi, vivono ancora al Forteto e che secondo quanto emerso durante i lavori della Commissione d’inchiesta venivano ospitati a titolo gratuito, senza alcun introito per la cooperativa”.

 

FONTE: CONTRORADIO

http://www.controradio.it/forteto-guru-fiesoli-chierichetto-pelago/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: