REGIONE TOSCANA-Consiglio Regionale Approvata mozione per contrastare i culti abusanti

14 Maggio 2019

…L’atto impegna la Giunta ad attivarsi presso Governo e Parlamento per colmare il vuoto normativo anche attraverso l’istituzione di un osservatorio nazionale permanente per monitorare dati sul fenomeno, ma anche fornire un’adeguata informazione ai cittadini….

Immagine correlata

REGIONE TOSCANA- CONSIGLIO REGIONALE
COMUNICATO STAMPA
Consiglio: approvata mozione su culti abusanti, sì a osservatorio nazionale

Si chiede di colmare il vuoto normativo per monitorare il fenomeno e di implementare il numero verde regionale

Ufficio Stampa, 14 maggio 2019

Il contrasto alle organizzazioni che esercitano culti abusanti è al centro della mozione approvata dal Consiglio regionale. L’atto impegna la Giunta ad attivarsi presso Governo e Parlamento per colmare il vuoto normativo anche attraverso l’istituzione di un osservatorio nazionale permanente per monitorare dati sul fenomeno, ma anche fornire un’adeguata informazione ai cittadini.

Il testo, firmato da Tommaso FattoriPaolo Sarti Francesco Gazzetti chiede anche di valutare eventuali iniziative da mettere in campo da parte della Regione, di concerto con forze dell’ordine, commissione toscana bioetica e soggetti che a vario titolo possono essere coinvolti. La Giunta è infine chiamata ad implementare il numero verde regionale istituito presso l’assessorato al diritto alla salute, perché possa fornire aiuto e assistenza alle vittime.

In sede di discussione e dichiarazione di voto, Fattori ha precisato che non ci sono intenzioni di censura verso organizzazioni o soggetti ma piuttosto la volontà di contrastare un fenomeno in crescita significativa che colpisce persone fragili e vulnerabili. Il vuoto normativo è stato richiamto da Gazzetti che ha parlato della necessità di mantenere alta l’attenzione e di dare segnali concreti.

Per Marco Casucci il Governo nazionale deve essere più consapevole degli effetti di organizzazioni che esercitano tali dinamiche, mentre per Andrea Quartini il fenomeno merita un’attenzione alta, considerato anche che la Toscana ha già conosciuto il ‘sistema setta’ con il Forteto e ha dato una risposta forte.

FONTE: REGIONE TOSCANA -Consiglio regionale della Toscana

http://www.consiglio.regione.toscana.it/ufficio-stampa/comunicati/comunicati_view?idc=&id=27281

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...