SVIZZERA. AFFIDI COATTI. LA CHIESA EVANGELICA RIFORMATA CHIEDE PERDONO ALLE VITTIME

Affidi coatti, la Chiesa evangelica riformata chiede ‘scusa’
Il ‘perdono’ è stato chiesto dal Sinodo in seguito alla testimonianza di Sergio Devecchi, sottratto alla madre e affidato a istituti evangelici
Risultati immagini per affidi bambini

Dopo aver ascoltato la testimonianza di Sergio Devecchi, sottratto alla madre e affidato a istituti evangelici, il Sinodo della Chiesa evangelica riformata nel Ticino (Cert) chiede “scusa e perdono” alle vittime e “si impegna a riflettere affinché situazioni analoghe non si ripetano”. In un comunicato odierno, La Cert sottolinea che “integrerà questa tematica dolorosa all’interno del proprio insegnamento affinché resti come parte della nostra memoria”.

Il Sinodo sostiene inoltre “la proposta di modificare la Legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981 (Lmcce) di modo che la somma non elargita per i contributi di solidarietà alle vittime, non rifluisca nelle casse della Confederazione, ma sia destinata ad un aiuto duraturo alle vittime, mediante il finanziamento di terapie per il trattamento dei disturbi post-traumatici di cui soffrono.

 

FONTE: LaRegione

https://www.laregione.ch/cantone/ticino/1402604/affidi-coatti-la-chiesa-evangelica-riformata-chiede-scusa

 

Affidi, le scuse degli evangelici
La CERT chiede perdono alle vittime delle misure coercitive a scopo assistenziale e dei collocamenti extrafamiliari

La Chiesa evangelica riformata in Ticino (CERT) chiede “scusa e perdono” alle vittime delle misure coercitive a scopo assistenziale e dei collocamenti extrafamiliari.

“Sono molto soddisfatto perché ci hanno messo tanto a pronunciare queste parole. Adesso l’hanno fatto e per me è una grande soddisfazione”, ha affermato alla RSI Sergio Devecchi, che subì violenze nell’istituto evangelico al quale era stato affidato da bambino.

Infatti, il Sinodo della CERT, tenutosi lo scorso 9 novembre, ha preso atto della sua testimonianza, che l’ha chiamata in causa direttamente. “Mi hanno invitato a una conferenza dove ho potuto raccontare la mia storia” – ha affermato – “Hanno capito che anche loro fanno parte di questa pagina buia della storia sociale svizzera”.

La CERT, come sottolineato nella nota diffusa martedì, si impegnerà “a riflettere affinché situazioni analoghe non si ripetano e integrerà questa tematica dolorosa all’interno del proprio insegnamento affinché resti come parte della nostra memoria”.

“Questa storia deve entrare nei libri scolastici e negli insegnamenti ecclesiastici” – ha continuato Devecchi – “Hanno capito che non basta scusarsi ma si deve anche fare un passo in avanti e prendersi la responsabilità di parlare con i giovani d’oggi di quello che è successo tanti anni fa”.

https://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Affidi-le-scuse-degli-evangelici-12409143.html?fbclid=IwAR3XXWx9rzeFiRrhRc0n2hlPifgK2FIVpLkjvvKlreN9pkx9qKCgOKfHzeA

 

VEDI ANCHE: https://www.ticinonews.ch/ticino/492787/affidi-coatti-la-chiesa-evangelica-chiede-perdono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...