La Chiesa centrale Manmin, controverso culto il cui leader è stato condannato per violenza sessuale sugli adepti, ignora divieti di assembramento e attiva nuovo focolaio d’infezione in Corea del Sud

30 Marzo 2020

Sudcorea, nuovo focolaio COVID-19 in setta cristiano-evangelica
Membri della congregazione hanno ignorato divieti di assembramento
20181123_200910
Lee Jae-Rok il leader della Chiesa centrale Manmin, condannato per stupro

Un nuovo focolaio d’infezione in Corea del Sud si è acceso all’interno di un ulteriore culto evangelico cristiano, che ieri ha ignorato l’ordine di evitare le funzioni religiose. Risultato: al momento 22 persone risultano positive al test COVID-19.

I componenti della Chiesa centrale Manmin hanno pensato bene di riunirsi a inizio marzo in 200 per preparare un video da usare per le preghiere online, nel tentativo di ovviare così alle misure di distanziamento sociale ordinate dal governo di Seoul.

Inoltre una settantina di altri membri della setta il 5 marzo si sono recati nella città di Muan, a sud del Paese, che è il luogo di nascita del fondatore, il 76enne Lee Jae-Rok. Lì il capo della setta avrebbe fatto il “miracolo” di desalinizzare l’acqua di una fontana per renderla potabile.

Il pastore Lee non era presente alle adunate per un semplice motivo: è in carcere. E’ stato infatti arrestato per aver stuprato nove seguaci del culto per diversi anni. La Corte suprema ha confermato lo scorso mese di agosto una condanna a 16 anni di prigione per quello che, secondo i suoi fedeli, è un dio vivente.

Lee ha fondato nel 1986 la sua chiesa, originariamente composta da 12 seguaci Attualmente sono 130mila, ma le condanne per violenze sessuali hanno fortemente abbassato il numero dei seguaci.

Quello rivelato oggi è l’ennesimo focolaio provocato all’interno di una di queste maxi-chiese sudcoreane. Il principale si è acceso attorno alla chiesa Shincheonji, nella città di Daegu. Poi è toccato alla Eunhuy Gang, la chiesa del Fiume di Grazia, di Seongnam, vicino a Seoul: in questo casa la moglie del pastore ha spruzzato ai fedeli acqua salata in bocca per scacciare il male, di fatto accelerandolo.

Il primo ministro Chung Sye-kyun ha annunciato denunce contro le chiese che violeranno le restrizioni e gli ordini del governo di evitare gli assembramenti.

 

FONTE: askanews

http://www.askanews.it/esteri/2020/03/30/sudcorea-nuovo-focolaio-covid-19-in-setta-cristiano-evangelica-pn_20200330_00169/?fbclid=IwAR0sWS-4gACI2vydTEDjUZgzEWJD8CLzrwfDcfwBvWedH2uJkb5_wwwE7QA

 

NOTA: Vedi anche articolo in lingua inglese al link di seguito

https://www.scmp.com/week-asia/health-environment/article/3077497/coronavirus-cluster-emerges-another-south-korean?fbclid=IwAR3y4JB22nI0PrOCHfBORnv20656LgS0L3MSiUpG13GIRbcQ2JIkC7J-Ypg

 

NOTA 2: Vedi anche articolo di archivio sui alcuni dei più controversi culti coreani

https://www.ilfoglio.it/esteri/2019/08/01/news/e-ora-picchiatevi-tutti-267977/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...