La manipolazione psicologica in contesti settari religiosi

La manipolazione psicologica nelle sette religiose

DI MARIA ROSARIA RAZZANO

Scarica l’articolo in .pdf

Introduzione.

La manipolazione psicologica nelle sette religiose è da molti anni oggetto di interesse nel campo scientifico. L’attenzione posta alle sette religiose e il grande seguito che ne è scaturito a livello mediatico hanno portato sociologi, psicologi, giuristi e antropologi a studiarne le caratteristiche, cercando di comprendere e, soprattutto, prevenire tale fenomeno. Ebbene, l’obiettivo di questo articolo è quello di analizzare le tecniche di condizionamento delle sette religiose sugli adepti e di evidenziarne gli aspetti criminologici. Prima di procedere a tale analisi, è bene comprendere cosa si intenda per setta/sette religiose e quali siano le sue/loro caratteristiche.

La parola setta deriva dal latino sector, che vuol dire “seguire”, ma potrebbe anche riferirsi al verbo seco, “tagliare, separare”. Non a caso, infatti, uno degli scopi principali di coloro che si fanno chiamare guide o leader è far sì che il nuovo adepto si distacchi completamente dalla propria cerchia sociale (amici, parenti, colleghi, ecc.). Nello specifico, si possono definire sette religiose ed esoteriche tutte quelle “aggregazioni ispirate alla predicazione di un capo spirituale o a dottrine di tipo iniziatico, i cui principi appaiono diversi da quelli delle confessioni religiose tradizionali (Cristianesimo, Ebraismo, Islamismo, Buddismo, Induismo, Confucianesimo) e dei grandi sistemi filosofici occidentali”[1].

Le sette, quindi, sono organizzazioni di carattere religioso che costruiscono la propria dottrina ispirandosi agli insegnamenti di una o più religioni ufficiali. Le stesse, però, se ne separano e si oppongono a queste attraverso l’affermazione di nuovi principi, in base ai quali istituiscono una propria autorità e stabiliscono una condotta di vita, che si differenzia da quella del contesto sociale di riferimento.  La diversità del credo religioso viene, peraltro, affermata con una forza che spesso sfocia in atti di tortura e violenza da parte del leader, esprimendosi poi nella disciplina imposta agli adepti…

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO AL LINK DI SEGUITO

La manipolazione psicologica nelle sette religiose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...