Exclusive Brethren “Fratelli esclusivi”, la setta più radicale nel mondo è ora una ONG nel Regno Unito (Trad. ITA)

18 Marzo 2014

Exclusive Brethren “Fratelli esclusivi”, la setta più radicale nel mondo è ora una ONG nel Regno Unito (Trad. ITA)

 

Quasi 200 politici hanno fatto pressioni affinché l’organizzazione religiosa Exclusive Brethren (Fratelli esclusivi)  fosse ufficialmente considerata una ONG, categoria che nel Regno Unito è esentata dalle tasse.

Mark aveva 19 quando fu condannato all’ostracismo per essere andato a Hyde Park a guardare i fuochi d’artificio. Che la tua comunità e i membri della tua famiglia cessino di parlarti è una delle più grandi punizione dei Fratelli esclusivi. Secondo i principi del gruppo cristiano evangelico, il resto del mondo è il diavolo. Televisione, radio e internet sono vietati. Natale non è celebrato perché è un rito pagano. E i membri possono socializzare solo fra loro. Bere tè o mangiare con sconosciuti è peccato.

In democrazia, tutti possono credere a ciò che vogliono. Ma quando un’ organizzazione che funziona come  una setta, agisce e si comporta come una setta viene accetta come ONG, i suoi benefici economici milionari sono esenti da imposte. Ciò che preoccupa veramente, però, è che per tutti questi favori ottenga il controllo, presumibilmente, di quasi il 31% dei parlamentari a Westminster.

Nel gennaio 2014, dopo diversi anni di battaglie legali,  i Fratelli esclusivi – conosciuti anche come Chiesa Cristiana dei Fratelli di Plymouth- hanno ottenuto che il legislatore della Charity Commission britannica, alla fine, concedesse il titolo di associazione benefica. La notizia passò inosservata.

Ora, alcuni documenti pubblicati dal Times hanno mostrato come più di 200 parlamentari influirono in tale decisione. Ma non vi fu alcun tipo di reazione. Secondo il quotidiano, Peter Bone, membro rappresentante del  collegio elettorale di Wellingborough, disse al suo leader: “I tuoi desideri sono per me un ordine.”

Gli onorevoli, molti dei quali erano stati convinti che la confraternita fosse un’organizzazione cristiana inoffensiva-, scrissero  al legislatore britannico chiedendo personalmente che le fosse concesso il titolo di ONG. Molti di questi parlamentari hanno ricevuto in precedenza l’aiuto di volontari appartenenti a questo gruppo durante le elezioni del 2010.  El Confidential si è messo in contatto ieri con la Camera dei Comuni, ma non c’è stato nessun commento in merito.

Oggi, il leader di questa setta è un australiano di nome Bruce Hales, che è succeduto a suo padre, John. Vive in un quartiere esclusivo di Sydney e ha un jet privato. A parte la sua attività, riceve regolarmente pagamenti in contanti dai fedeli. Solo i 17.000 membri nel Regno Unito, lo scorso anno hanno consegnato buste bianche per £ 350.000 (€ 490.000).

Secondo il Times, Hales ha ordinato ai suoi di  “mirare alla giugulare, la parte più vulnerabile” dei rappresentanti della Charity Commissione per ottenere un titolo che comporta le esenzioni fiscali. Le minacce erano costanti. In un rapporto appare, per esempio, una vettura incastrata contro un muro, insieme al messaggio: “. Questo deve essere il nostro obiettivo. Nessuna pietà”.

Le pressioni sono riuscite a fermare un processo d’appello che avrebbe consentito a ex membri della congregazione di andare a testimoniare nel corso del processo legale che, alla fine, è stato archiviato per un accordo raggiunto a porte chiuse.

E ‘possibile che una setta controlli il Parlamento britannico? Possibile che nessuno faccia qualcosa al riguardo? Per rinfrescare la memoria,  per anni i giornali hanno informato sulle violazioni subita da ragazze di una piccola città nel nord dell’Inghilterra, senza attirare l’attenzione del governo di turno. Quando l’anno scorso finalmente è stata condotta l’indagine, si è dimostrato che oltre 1.500 bambini erano stati abusati da quasi 20 anni dalla mafia pakistana prima della impassibilità delle autorità locali. Temevano di essere accusate di razzismo.

Per ora, le notizie relative a Exclusive Brethren (Fratelli esclusivi), lasciano le cose com’erano. Le origini di questa organizzazione risalgono agli inizi del 1800, quando uno studente di legge di nome John Nelson Darby creò il suo gruppo dopo contrasti con la Chiesa anglicana d’Irlanda. Nel 1842, l’organizzazione si suddivise in due rami -Open Brethren ed  Esclusive Brethren –  e quest’ultima è la più radicale.

La congregazione consta di 45.000 membri in tutto il mondo. Nel Regno Unito, la base centrale rimane a Devon (Inghilterra sud-occidentale), ma ha 340 centri situati in tutto il paese. Lì i fratelli  si riuniscono quotidianamente per pregare. La domenica, il primo dei quattro incontri inizia alle ore 06:00 della mattina.

Mentre predicano in strada, non fanno in verità nuovi adepti. Quasi tutti sono nati nella setta e non si pongono altro modo di vita: frequentano scuole Brethren, lavorano in aziende Brethren e si sposano con seguaci della Brethren. L’università è vietata perché corrompe.

Circa 1.000 aziende sono regolate dalle loro rigide convinzioni. Solo nel 2013, l’organizzazione ha raccolto 138.000.000 sterline. E ora, che sono una ONG, le esenzioni fiscali assicurano £ 13.000.000 annue.

Telefoni e computer -il cui accesso a internet è limitato- si devono acquistare solo da una società controllata dalla confraternita -definita UBT- i cui prezzi sono ben al di sopra di quelli di mercato. Per un BlackBerry, per esempio, si pagano 450 sterline.

Anche nel modo di vestire ci sono regole. Le donne devono indossare sempre la camicia lunga e capelli devono essere raccolti dietro la nuca con un fazzoletto, preferibilmente di colore blu. È tale il controllo della vita quotidiana che ogni anno vengono eseguiti controlli per valutare le infezioni sessuali e il numero di aborti.

David (nome fittizio), 63 anni, ha lasciato la confraternita nei primi mesi del 1970, dopo che un nuovo leader ha cominciato a introdurre norme più severe. “I miei primi anni sono stati molto felici. Agli amici e parenti era permesso stare con noi, anche se non erano della comunità. Ma poi è venuto un americano di nome Jim Taylor e ci ha costretto a separarci”, ha spiegato. “Di punto in bianco, (dalla notte alla mattina), abbiamo dovuto tagliare tutti i contatti con i nostri parenti. Ci fu detto che erano come morti per noi. Ci è stato anche proibito di andare al cinema “, ha aggiunto.

Circa 8.000 membri hanno lasciato la congregazione. Suo fratello però,  è rimasto. “Raramente parla con me, anche se viviamo nella stessa città. Al funerale di nostro padre, se ne stava a 100 metri di distanza da tutti. Se lo incontro da solo per la strada, mi fa un gesto della mano.Se passa con sua moglie mi ignora “.

Anche in Australia, Exclusive Brethren è considerata come ONG, anche se l’ex primo ministro Kevin Rudd, l’ha descritto come “setta estremista” che “spezza le famiglie” e che controlla strettamente la vita dei membri. Negli ultimi anni, il gruppo ha fatto grandi sforzi per ripulire la sua immagine. Molti dei suoi fedeli, ad es., eseguono donazioni a enti di beneficenza come la British Heart Foundation e molti hanno testimoniato le loro vite felici sul sito ufficiale della congregazione.

Da fuori pare, dal 2012, che il numero delle sanzioni di ostracismo sia diminuito. Anche se in tutta riservatezza negli incontri i seguaci sono avvertiti che “tutto prosegue uguale”. Nel frattempo, un portavoce della comunità assicura che i membri godono di uno “stile di vita equilibrato e felice” e che, come le altre comunità di fede, cercano di evitare “le  influenze a gli eccessi che corrompono la società.”

 

Libera traduzione a cura favisonlus dell’articolo “Exclusive Brethren, la secta más radical del mundo ya es ONG en Reino Unido“, pubblicato da EL CONFIDENCIAL, qui:

http://www.elconfidencial.com/mundo/2015-03-18/la-secta-radical-con-la-que-simpatiza-un-tercio-del-parlamento-britanico_729794/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...